Condividi

Palatoschisi nel cane - Cause e intervento chirurgico

Di Mariana Castanheira, Veterinaria di AnimalPedia. 5 gennaio 2018
Palatoschisi nel cane - Cause e intervento chirurgico

Vedi schede di Cani

Quando si prende un cucciolo di cane, è bene assicurarsi che non abbia problemi di salute. Per effettuare accertamenti, una visita dal veterinario è d'obbligo, ma è importante sottolineare che alcuni problemi possono essere visibili a occhio nudo, come nel caso delle malformazioni.

Il labbro leporino o palatoschisi nel cane, è un difetto congenito che può colpire i cuccioli. A causa di tale malformazione, la cavità orale e quella nasale non si congiungono come dovrebbero. In questo articolo di AnimalPedia parleremo della palatoschisi nel cane, causa e intervento chirurgico necessario in modo che il cucciolo viva una vita normale.

Potrebbe interessarti anche: Glaucoma nel cane: cause e rimedi

Palatoschisi nel cucciolo di cane: di cosa si tratta?

Il palato è la struttura anatomica che separa la cavità nasale da quella orale e che comprende diverse strutture. Quando si parla di palatoschisi o palato molle, si fa riferimento all'unione anormale della cavità nasale e quella orale e anche del seno mascellare. Si hanno due tipi di palatoschisi, a seconda delle strutture colpite:

  • La palatoschisi primaria si ha quando il labbro e il premascellare non si congiungono completamente, dando origine al labbro leporino, che può essere unilaterale o bilaterale. È importante sottolineare che il labbro leporino non impedisce al cane di vivere una vita normale e le strutture colpite funzionano con normalità. Correggere il difetto è una questione puramente estetica.
  • La palatoschisi secondaria colpisce sia il palato molle che quello duro e può causare un congiungimento incompleto delle cavità ed essere allo stesso tempo primaria, per cui si avrà il labbro leporino.
Palatoschisi nel cane - Cause e intervento chirurgico - Palatoschisi nel cucciolo di cane: di cosa si tratta?

Cause della palatoschisi nel cane

Le cause delle malformazioni cranio-facciali sono multifattoriali. In alcuni casi, la causa della palatoschisi nel cane è genetica, quindi per prevenire il problema non bisogna far riprodurre i cani che ne soffrono. Tuttavia, la condizione può anche essere acquisita e le razze brachicefale in particolar modo sono particolarmente predisposte a presentarla. Alcuni esempi sono il Carlino, il Bulldog Inglese, il Bulldog Francese, il Boxer, ecc.). La maggior parte degli esemplari colpiti sono femmine.

Inoltre, ci sono anche alcuni fattori teratogeni (agenti causanti malformazioni congenite) ai quali è esposta la femmina in gravidanza che possono causare la palatoschisi. Alcuni esempi sono:

Conseguenze della palatoschisi nel cane

La palatoschisi nel cucciolo di cane causa difficoltà respiratorie e il cane non è in grado di succhiare dalle mammelle della mamma. Dato che non riesce a mangiare correttamente, alcune delle conseguenze dell'avere la palatoschisi o il labbro leporino sono la disidratazione, ritardi nella crescita e difficoltà a mangiare e bere.

Alcuni problemi comuni sono le polmoniti da aspirazione e rinite frequente, causata dal passaggio del cibo nelle vie respiratorie. Molti cani che soffrono di questa condizione muoiono pochi giorni dopo la nascita perché si tratta di una patologia che interferisce con la vita normale del cane.

Palatoschisi nel cane: intervento chirurgico

La terapia consiste nel far seguire al cucciolo una dieta semiliquida, evitando biberon o le mammelle della madre, dato che il cucciolo non è in grado di succhiare. È possibile ricorrere anche a un sondino orogastrico fino a che il cane non raggiunge l'età necessaria per poter essere operato. L'intervento chirurgico, infatti, è la soluzione definitiva.

Si tratta di un'operazione complicata ed esistono diverse tecniche. Il protocollo anestesiologico dipende dall'età del cucciolo (a partire dai 3 mesi circa). Dopo l'intervento, dovrai seguire scrupolosamente le indicazioni del veterinario: far stare a riposo il cane, mettergli il collare elisabettiano, seguire il trattamento farmacologico e la dieta prescritti e fargli fare le visite necessarie. In alcuni casi, come abbiamo già detto, potrebbe continuare a essere necessario dare da mangiare al cucciolo con il sondino o fargli seguire una dieta morbida.

È importante controllare la zona dopo l'intervento chirurgico in modo da accorgersi per tempo di un'eventuale apertura dei punti o una cicatrizzazione incompleta. In quest'ultimo caso, è necessario operare nuovamente il cane aspettando un periodo compreso almeno tra 1 e 3 mesi.

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Palatoschisi nel cane - Cause e intervento chirurgico, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie ereditarie.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
Viviana
Ciao,
ho adottato una cucciolona di boxer di 6 mesi (adesso ha 1 anno e mezzo) operata mesi prima di palatoschisi (fortunatamente l'allevatrice non ha pensato solo al lato economico della mia cucciola).
Il naso è deviato e respira male praticamente sempre, ma da ignorante volevo sapere se questo difetto genetico può provocare la chiusura delle narici con il passare del tempo. Ho sempre paura che possa soffocare nel sonno!
Scusate la domanda :P

Palatoschisi nel cane - Cause e intervento chirurgico
1 di 2
Palatoschisi nel cane - Cause e intervento chirurgico

Torna su