Condividi

Pene del gatto: Caratteristiche, anatomia e malattie

 
Di María Besteiros. 2 febbraio 2020
Pene del gatto: Caratteristiche, anatomia e malattie

Vedi schede di Gatti

Il pene del gatto possiede alcune caratteristiche peculiari per portare a termine il ciclo riproduttivo di questa specie. Vedremo come avviene la monta nei gatti e impareremo anche a distinguere un gatto maschio da una femmina, giacché soprattutto negli esemplari più piccoli non è sempre facile determinarlo.

Infine in questo articolo di AnimalPedia parleremo anche dei possibili problemi di salute che possono colpire l'organo riproduttivo del gatto, in maniera da poterne riconoscere i sintomi non appena fanno la loro comparsa. In ogni caso è imprescindibile rivolgersi al veterinario.

Com'è il pene del gatto

A prima vista non potremo avere molte informazioni sul pene del gatto visto che si trova coperto dal prepuzio, all'interno della sacca scrotale, e non è abituale vederlo esposto. Quest'organo nei gatti presenta una conformazione particolare caratterizzata da una serie di spine sulla superficie, che funzionano come dei piccoli ganci.

Quando il pene si introduce nell'organo genitale della femmina queste spine assecondano il movimento ed entrano facilmente, ma la loro uscita è più difficoltosa, come dire, in contro-pelo, e questa stimolazione provoca una reazione nella gatta.

Queste piccole spine non sono presenti solo sul pene. Sia i maschi che le femmine infatti le hanno anche sulla lingua, e si chiamano spine arcuate. Sono queste piccole spine che conferiscono alla leccata del gatto la tipica ruvidezza e la sensazione di raspare. In questo caso le spine aiutano il gatto a pulirsi.

Pene del gatto: Caratteristiche, anatomia e malattie - Com'è il pene del gatto

Come sapere se un gatto e maschio o femmina

Prima di continuare a parlare in dettaglio dell'organo riproduttivo del gatto, conviene soffermarsi un momento su come identificare il sesso dei cuccioli di gatto, che non sempre è facile da scoprire. Per vedere la zona genitale dovremo sollevare con dolcezza la coda. Sia maschi che femmine presentano, proprio sotto di essa un orifizio che corrisponde all'ano.

Al di sotto di quest'ultimo, verso l'addome, possiamo trovare un solco che sembrerà formare una 'i' in cui il punto corrisponde all'orifizio anale. Questa caratteristica morfologica ci dice che l'esemplare che stiamo osservando è femmina. Viceversa, se sotto l'ano ad una distanza maggiore vediamo un piccolo rigonfiamento in cui a volte si distinguono due piccoli ulteriori rigonfiamenti, siamo di fronte ad un maschio. Il disegno che si forma sulla sua area genitale è simile a ':' due punti.

In ogni caso se avete dei dubbi potete consultare il veterinario. È importante verificare il sesso dei gattini perché le manifestazioni del calore e del ciclo riproduttivo saranno diverse. Anche il tipo di intervento sarà diverso se decidiamo di sterilizzarli, come raccomandato.

Pene del gatto: Caratteristiche, anatomia e malattie - Come sapere se un gatto e maschio o femmina

Come si riproducono i gatti

L'accoppiamento dei gatti avviene durante un periodo di fertilità delle femmine, il calore. Le gatte sono poli-estrali, ciò significa che possono rimanere in calore per molti mesi consecutivi, sempre che ci sia abbastanza luce solare. All'atto pratico i gatti possono riprodursi durante quasi tutto l'anno.

Le femmine di gatto non hanno perdite durante il periodo del calore come invece le femmine di cane, ma il loro comportamento cambia, miagolano continuamente, sollevano la zona pelvica e orinano ovunque. Inoltre emettono un odore tipico che i maschi di gatto riconoscono, e che stimola il marcare, tentativi di fuga, nervosismo, ecc.

Se un gatto ed una gatta riescono ad accoppiarsi, dopo il coito, le spine del pene, ritirandosi, innescano uno stimolo ormonale che è il massimo responsabile dell'ovulazione della gatta, che ha un'ovulazione indotta appunto. Ciò significa che il suo ovulo esce e può essere fecondato solo quando si produce uno stimolo adeguato. Ciò spiega perché i gatti sono tanto rumorosi durante la copulazione.

Il pene del mio gatto fuoriesce

Infine, in alcune occasioni è possibile che il pene del gatto sia visibile all'esterno del prepuzio. Può essere dovuto ad una patologia del sistema urinario, piuttosto comune nei maschi di gatto proprio per la loro conformazione fisica. Vedremo che il gatto si lecca la parte e ha dolore quando deve fare pipì, inoltre il pene potrebbe assumere una tonalità purpurea.

Un'infezione del sistema urinario può arrivare a colpire anche i reni, provocando un'insufficienza renale che può anche essere fatale. Se notiamo sintomi di questo tipo bisogna recarsi rapidamente dal veterinario, soprattutto se il gatto non riesce ad urinare.

Sarà il veterinario che si incaricherà di scoprire la causa e porre rimedio alla situazione. A volte questi disturbi possono derivare dallo stress, per cui oltre ad una dieta corretta e farmaci, a volte per guarire serve un corretto arricchimento ambientale e aumentare la qualità della vita del gatto.

Pene del gatto: Caratteristiche, anatomia e malattie - Il pene del mio gatto fuoriesce

Se desideri leggere altri articoli simili a Pene del gatto: Caratteristiche, anatomia e malattie, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Cure di base.

Scrivi un commento su Pene del gatto: Caratteristiche, anatomia e malattie

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Pene del gatto: Caratteristiche, anatomia e malattie
1 di 4
Pene del gatto: Caratteristiche, anatomia e malattie

Torna su