Problemi agli occhi

Blefarite nel gatto: Sintomi e cura

 
Laura García Ortiz
Di Laura García Ortiz, Veterinaria in medicina felina. 21 marzo 2022
Blefarite nel gatto: Sintomi e cura
Gatti

Vedi schede di Gatti

Le palpebre infiammate o blefarite nel gatto sono un problema relativamente frequente in oftalmologia felina e possono avere molteplici cause. Tra le principali troviamo i problemi alla pelle, come le infezioni batteriche, virali o parassitarie oppure malattie autoimmuni. Per la diagnosi della blefarite il veterinario dovrà effettuare una analisi oftalmologica completa, e, in alcuni casi, sarà necessaria anche una citologia congiuntivale per avere dei campioni della superficie interna delle palpebre e poterne studiare il contenuto. Nei casi più complicati si effettuerà una biopsia, una coltura e degli esami generali. Il trattamento dipenderà dalla causa che lo ha scatenato e si basa sull'uso di farmaci e sulla pulizia dell'occhio.

Se volete sapere di più sulla blefarite nel gatto, con i sintomi e la cura non perdetevi il nostro articolo di AnimalPedia.

Potrebbe interessarti anche: Blefarite nel cane: Sintomi e trattamento

Sommario

  1. Cos'è la blefarite nel gatto?
  2. Tipi di blefarite nel gatto
  3. Cause della blefarite nel gatto
  4. Sintomi della blefarite nel gatto
  5. Diagnosi della blefarite nel gatto
  6. Cura della blefarite nel gatto

Cos'è la blefarite nel gatto?

La blefarite è l'infiammazione delle palpebre nel gatto e che coinvolge l'epidermide della parte mediana della palpebra formata dalle ghiandole, dal tessuto connettivo e dal muscolo. A seconda del suo aspetto si possono differenziare:

  • Blefarite ulcerosa: se vi sono piaghe o ulcere.
  • Blefarite squamosa: se si ha desquamazione dell'epidermide
  • Blefarite purulenta: quando vi sono pustole che spurgano o meno.

In altri casi la blefarite produce una infiammazione della superficie interna della palpebra e il gatto presenta prurito, arrossamento e irritazione delle palpebre con squame sulle ciglia che sembrano pezzetti di forfora.

Tipi di blefarite nel gatto

Esistono due tipi di infiammazione alle palpebre del gatto a seconda del grado con cui colpisce la palpebra:

  • Blefarite parziale: a sua volta la blefarite parziale può colpire la parte esterna e anteriore della palpebra dove si trovano le ciglia, o posteriore, che è la più comune e che colpisce le ghiandole dove viene prodotto il sebo localizzate nella parte inferiore della palpebra, facendo si che ne producano in eccesso.
  • Blefarite totale: avviene quando la blefarite è anteriore e posteriore allo stesso tempo, quando colpisce cioè sia la faccia esterna sia quella interna della palpebra del gatto.

Cause della blefarite nel gatto

Qualsiasi problema di origine infiammatorio può provocare una blefarite nel gatto. Queste infiammazioni possono avere molteplici cause:

  • Anomalia congenita: i gatti nascono con alterazioni alle palpebre che li rendono propensi allo sviluppo della blefarite. Queste anomalie possono essere dovute a una crescita delle ciglia in posizioni sbagliate, ai doppi bordi o all'entropion o alle pieghe nasali, tra le altre cose. I gatti con il viso piatto e largo come i persiani o gli himalayani sono più soggetti a soffrire di blefarite perché hanno delle pieghe facciali tra gli occhi e il naso e inoltre, hanno una certa incapacità nel chiudere del tutto le palpebre.
  • Allergie o ipersensibilità: possono essere di quattro tipi. Il tipo I o immediata si produce di fronte ad allergeni frequenti come gli alimenti, la polvere o le punture d insetti, il tipo II si manifesta a causa del pemfigo; il tipo III o dei complessi autoimmuni è una allergia prodotta da malattie come il lupus oppure per reazione avversa a dei farmaci, il tipo IV si produce a causa di punture di pulci, reazione a un farmaco o ancora per ipersensibilità da contatto. Se volete approfondire l'argomento leggete il nostro articolo di AnimalPedia sulle allergie nei gatti.
  • Infezioni batteriche: i batteri possono invadere la superficie delle palpebre e produrre un processo infiammatorio che sfocia nella blefarite. I batteri che più spesso sono coinvolti in questa infiammazione sono gli stafilococchi e gli streptococchi.
  • Infezioni virali: alcuni virus come l'herpesvirus felino, che è l'agente scatenante della rinotracheite felina, può produrre anche la blefarite nel gatto. Trovate maggiori informazioni nel nostro articolo 'rinotracheite felina - sintomi e trattamento'.
  • Parassiti: i parassiti responsabili di malattie come la rogna possono produrre infiammazioni alle palpebre.
  • Traumi e ferite: alcune lacerazioni, colpi, ferite, unghiate o bruciature possono produrre la blefarite da danno diretto.
  • Malattie oculari: i problemi a livello dell'occhio come la cheratite, congiuntivite o occhio secco possono predisporre a una blefarite felina. Potrebbe interessarvi il nostro articolo 'malattie agli occhi del gatto'.
  • Tumori: alcuni tumori locali possono produrre delle infiammazioni alle palpebre come gli adenocarcinomi o adenomi sebacei oppure il carcinoma delle cellule squamose.
  • Idiopatiche ovvero di origine sconosciuta: quando non si riesce a capire l'origine della blefarite felina.
Blefarite nel gatto: Sintomi e cura - Cause della blefarite nel gatto

Sintomi della blefarite nel gatto

La blefarite nel gatto può generare diversi sintomi. Può colpire uno o entrambi gli occhi ed i gatti possono manifestare i seguenti sintomi clinici:

  • Arrossamento delle palpebre e occhi rossi
  • Prurito
  • Gonfiore della palpebra
  • Fastidi all'occhio
  • Grattarsi all'occhio
  • Pustole, ulcere o desquamazione alle palpebre.
  • Congiuntivite che si manifesta con lacrimazione, bruciore o arrossamento
  • Secrezione di muco purulento: è più frequente nella blefarite batterica o virale, o quando il gatto ha iniziato a grattarsi danneggiando la pelle ed i tessuti vicini, cosa che può predisporre a una infezione batterica secondaria.
  • Orzaiolo
Blefarite nel gatto: Sintomi e cura - Sintomi della blefarite nel gatto

Diagnosi della blefarite nel gatto

La blefarite può essere diagnosticata semplicemente a vista, osservando i sintomi clinici citati, evidenziando il gonfiore alle palpebre unito all'arrossamento e al prurito. La diagnosi deve trovare la causa scatenante mediante una serie di esami diagnostici. Tra di essi troviamo:

  • Test de Schirmer: che analizza la produzione delle lacrime da parte dell'occhio, al fine di trovare anomalie oculari e diagnosticare altri processi associati alla blefarite come la congiuntivite, la secchezza oculare o la cheratite.
  • Citologia congiuntivale: si analizza un campione di tessuto in cerca di possibili microrganismi implicati nella blefarite.
  • Biopsia: permetterà la diagnosi di tumori che possono provocare la blefarite felina.
  • Analisi del sangue: può darci informazioni sullo stato generale del gatto, cosa che insieme alla esplorazione fisica può darci informazioni importanti per diagnosticare la causa della blefarite nei gatti.
Blefarite nel gatto: Sintomi e cura - Diagnosi della blefarite nel gatto

Cura della blefarite nel gatto

Il trattamento della blefarite felina dipenderà dalla causa scatenante che l'ha portata. Tuttavia la mancanza di igiene è sempre una delle cause dell'infiammazione alle palpebre.

Si devono pulire le palpebre per ridurre il rischio di propagazione di possibili microrganismi e togliere tutte le impurità e la pelle morta. La pulizia si effettua con siero fisiologico o con soluzioni oculari in maniera cauta e concentrandosi sulla palpebra.

A seconda della causa vi sarà un diverso trattamento:

  • Se è batterica: saranno necessari antibiotici in maniera topica o sistemica efficaci contro i batteri.
  • Se è virale ed il gatto è positivo all'herpesvirus felino: il trattamento sarà sintomatico per agire di fronte all'agente virale.
  • Se è parassitaria l'infiammazione alle palpebre: si dovranno usare farmaci antiparassitari efficaci con il tipo di parassita in questione.
  • Se è una causa allergica: si dovranno usare farmaci che controllino o limitino il sistema immunitario come i corticosteroidi o gli antistaminici.
  • Se gli è stata diagnosticata una malattia oculare: deve essere trattata per migliorare la qualità della vita del gatto.
  • Se si tratta di blefarite congenita: può essere necessaria la chirurgia per correggere certi problemi anatomici che predispongono allo sviluppo della blefarite.
  • Se la blefarite è derivata da un tumore: deve essere estirpato e trattato con chemio.

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Blefarite nel gatto: Sintomi e cura, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Problemi agli occhi.

Bibliografia
  • J. Oliver, N. Mitchell. (2016). Manual de oftalmología felina. Editorial Servet.
  • S. M. Turner. (2010). Oftalmología de pequeños animales. ELSEVIER España, S.L.
Scrivi un commento
Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 di 4
Blefarite nel gatto: Sintomi e cura