Condividi

Frutta e verdura vietata ai gatti

 
Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. Aggiornato: 13 dicembre 2018
Frutta e verdura vietata ai gatti

Vedi schede di Gatti

Ci sono alcuni tipi di frutta e verdura che non bisogna dare al gatto. I felini sono dei veri e propri carnivori e anche se possono mangiare anche altre cose, non possono essere considerati onnivori esattamente come un essere umano. L'apparato digerente del gatto è capace di digerire senza problemi alimenti animali, ma ha maggiori difficoltà quando si tratta di alimenti di origine vegetale. Tuttavia, alcuni di questi cibi sono ottimi per il gatto perché possono apportare le vitamine carenti nelle diete proteiche basate unicamente su cibi di origine animale.

Conoscere gli alimenti vegetali che in piccole porzioni si possono dare ai gatti è fondamentale per sapere cosa può mangiare il tuo amico a quattro zampe. Ancora più importante, però, è sapere quali sono gli alimenti che non si possono dare al gatto, soprattutto se vuoi iniziare a fargli seguire una dieta composta da alimenti preparati da te. In questo articolo di AnimalPedia parleremo nello specifico di frutta e verdura vietata ai gatti e gli effetti che potrebbero avere su questi animali.

Potrebbe interessarti anche: Frutta e verdura per gatti

Frutta da non dare al gatto

Tutti i frutti contengono zucchero che, in generale, non fa bene al gatto. Tuttavia, in piccole quantità, alcuni frutti possono essere buoni per il gatto perché apportano nutrienti e vitamine assenti nelle diete costituite solo da alimenti di origine animale, come per esempio la dieta BARF.

Vediamo di seguito quali sono i frutti da non dare mai al gatto:

  • L'uva e l'uvetta possono causare problemi renali al gatto.
  • Avocado. Questo frutto (non è una verdura) è molto grasso e anche se è ricco di proprietà benefiche per gli esseri umani, non raccomandato per il gatto. In particolar modo, la buccia e il seme contengono una sostanza, chiamata persin, che può essere tossica per il micio. Può danneggiare il pancreas, così come gli alimenti fritti e le salse per condire.
  • La banana. Ingerire questo frutto può provocare diarrea. Bisogna fare molta attenzione perché ai gatti piace il sapore e sono attirati dall'odore.
  • Arance, limoni, mandarini e gli agrumi in generale sono dannosi per lo stomaco del gatto. Fortunatamente non hanno un sapore invitante per i felini.
Frutta e verdura vietata ai gatti - Frutta da non dare al gatto

Verdura da non dare al gatto

Ci sono delle verdure che il gatto può mangiare con moderazione ma, come nel caso della frutta, ce ne sono altre da evitare assolutamente. Così come esistono delle piante tossiche per i felini, ci sono anche verdure pericolose per loro, anche se bollite e in piccole quantità. Per questo, di seguito ti mostriamo quali sono le verdure più pericolose da non dare mai al gatto.

  • Cipolla. La cipolla contiene un prodotto chiamato tiosolfato che nei gatti può causare anemia poiché distrugge i globuli rossi del sangue dell'animale.
  • Aglio. Anche l'aglio, come la cipolla, contiene il tiosolfato, anche se in quantità minori. Non è molto pericoloso ma è meglio evitarlo.
  • Porri, scalogno, cipolline, ecc.: tutte queste verdure hanno lo stesso problema di aglio e cipolle.
  • Patate crude o acerbe e altri tubercoli crudi o acerbi. Da crudi, questi alimenti contengono una sostanza chiamata solanina, amara e tossica per le persone e per alcuni animali. Per fortuna con la cottura tale sostanza sparisce del tutto e i tubercoli diventano adatti al consumo da parte dei gatti.
  • Pomodori verdi. I pomodori sono imparentati con le patate perché appartengono entrambe alla famiglia delle solanacee. Meglio non piantare i pomodori in una zona in cui passeggia il gatto perché le foglie sono tossiche per l'animale poiché contengono solanina. Il pomodoro rosso maturo, invece, non è pericoloso per i gatti ma bisogna sempre fare attenzione alla dose.
Frutta e verdura vietata ai gatti - Verdura da non dare al gatto

Attenzione all'alimentazione del gatto

I gatti sono caratterizzati da un tratto intestinale corto, per cui dovrebbero mangiare solo proteine animali come carne e pesce. È anche vero che i gatti coprono le proprie carenze di vitamine con delle piante che, oltre ad aiutarli a spurgarsi, completano la loro dieta. Proprio per questa tendenza a mangiare le piante, bisogna fare attenzione a quelle che sono tossiche e fare in modo che il micio non vi abbia accesso. È per questo motivo che una piccola percentuale (10-15%) di frutta e verdura non gli fa male: ciò che è importante è non basare la dieta del gatto su questo tipo di alimenti perché il gatto non può e non deve essere vegetariano.

Non esagerare nemmeno con le dosi delle verdure concesse e soprattutto non dargliele tutti i giorni, ma solo a volte e come fonte di vitamine. Mai dare verdure nuove al gatto senza aver prima consultato il veterinario.

Se desideri leggere altri articoli simili a Frutta e verdura vietata ai gatti, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Diete casalinghe.

Scrivi un commento su Frutta e verdura vietata ai gatti

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Frutta e verdura vietata ai gatti
1 di 3
Frutta e verdura vietata ai gatti

Torna su