Condividi

Il cane possessivo: la gestione delle risorse

Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. Aggiornato: 25 gennaio 2019
Il cane possessivo: la gestione delle risorse

Vedi schede di Cani

Il cane che ha problemi con la gestione delle risorse è un cane che tende a proteggere le risorse che considera preziose e importanti con aggressività. Un esempio di risorsa da proteggere per la maggior parte dei cani, compreso il cane più innocuo e tranquillo, è il cibo, ma altri possono essere luoghi, oggetti, persone, giochi, o qualsiasi altra cosa di valore per l'animale.

Questa caratteristica è stata usata da sempre per addestrare i cani da guardia. La territorialità, fattore che fa comportare i cani in maniera aggressiva nei confronti degli estranei, è uno degli aspetti della gestione delle risorse per il quale il cane protegge un determinato luogo. Tuttavia non è un tipo di gestione delle risorse tipico dato che il cane si comporta in questo modo solo nei confronti egli estranei.

In questo articolo di AnimalPedia parleremo della gestione delle risorse nel cane e cosa fare per evitare che questo comportamento diventi pericoloso.

Potrebbe interessarti anche: Il cane ha paura delle scale

Cos'è la gestione delle risorse nel cane?

Di solito, un cane che tende ad avere problemi nella gestione delle risorse reagisce allo stesso modo sia con estranei che con persone che conosce. Se ti è capitato di conoscere un cane che non lascia avvicinare nessuno al padrone, hai conosciuto un cane che non sa gestire le proprie risorse (in questo caso il padrone), La stessa situazione si può presentare quando un cane mangia o ha un gioco in bocca.

Si tratta di una strategia comune fra i cani poiché permette loro di difendere ciò che hanno da eventuali rivali. Se un cane sente qualcosa come proprio (cibo, giochi, ecc.), gli altri tendono a rispettarlo, anche se esso è più piccolo. Ma quando un altro cane si avvicina o cerca di togliergli ciò di cui si è impadronito, il primo cane reagirà in maniera aggressiva e ringhiando: si tratta di incapacità di gestire le risorse.

Ovviamente può capitare che un cane grande cerchi di impossessarsi di qualcosa che appartiene a un cane più piccolo, ma questa situazione si presenta solo quando la disponibilità di tale risorsa è limitata ed è imprescindibile per la sopravvivenza.

Protezione delle risorse in altre specie

Anche se è particolarmente frequente nei cani, anche altri animali possono avere problemi per quanto riguarda la protezione delle risorse poiché si tratta di una caratteristica tipica degli animali sociali.

Per esempio, tale comportamento è stato osservato anche in dei giaguari tenuti in cattività allo zoo. Tale gruppo era costituito da 12 giaguari ai quali veniva dato da mangiare contemporaneamente e non appena un pezzo di cibo era libero, i giaguari se lo contendevano. Tuttavia, non appena uno se ne impossessava, nessun altro cercava di toglierlo e anche l'esemplare più piccolo veniva rispettato. Quando un giaguaro si avvicinava a un altro che aveva del cibo, quest'ultimo iniziava ad avere comportamenti aggressivi. Se continuava ad avvicinarsi, il secondo attaccava.

Anche se la protezione delle risorse è un comportamento naturale nei cani, si tratta di un comportamento pericoloso per gli esseri umani, in particolar modo per i bambini. Infatti di solito sono questi ultimi ad accorgersi che il cane ha questo problema, poiché non sanno gestire bene le situazioni in cui si avvicinano troppo al cane.

Inoltre, un cane che tende a proteggere qualcosa può iniziare a generalizzare il comportamento estendendolo anche ad altre cose o persone. per esempio un cane può iniziare a proteggere una sedia, poi una persona, poi un gioco, e così via. Il risultato è un cane che reagisce in maniera aggressiva nei confronti di qualsiasi cosa.

Questo problema è più complesso di quel che sembra perché il cane può generalizzare le sue "vittime" (persone, altri cani e oggetti) ma anche discriminarle, aggredendo solo individui di una specie (es.: esseri umani), di un solo sesso (uomini o donne, ma non entrambi), individui con determinate caratteristiche fisiche (es.: solo uomini con barba), ecc.

Per fortuna è relativamente facile evitare che un cucciolo gestisca male le proprie risorse e non è nemmeno molto difficile estirpare il comportamento anche se, come sempre, alcuni casi sono più complicati di altri.

Il cane possessivo: la gestione delle risorse - Cos'è la gestione delle risorse nel cane?

Gestione delle risorse nel cane: evitare problemi comprotamentali

Se il tuo cane è cucciolo e ancora non ha mostrato segnali di una gestione delle risorse sbagliata, puoi evitare che il problema compaia seguendo alcuni consigli di base. Addestralo e insegnagli i comandi di base per rilasciare oggetti e ignorare cose. Entrambi gli esercizi lo aiutano ad avere autocontrollo, per cui si riducono le reazioni impulsive nei confronti delle risorse come giochi o cibo e il capire che gestire correttamente ciò che ha lo porta a qualcosa di positivo (ricompense come premi, coccole, ecc.).

Evitare che il cane sia possessivo con i giochi

Per evitare una scorretta gestione delle risorse nel cane, l'ideale è lavorare con lui e insegnargli a rilasciare oggetti. Il prendere e riportare oggetti deve essere un'attività stimolante e divertente, ma è molto importante che l'animale non abbia la sensazione che il gioco gli sia strappato di bocca o gli venga tolto all'improvviso

Evitare che il cane sia possessivo con le persone

È senza dubbio l'aspetto più importante della gestione delle risorse. Non è positivo che il cane consideri te o un'altra persona un qualcosa da difendere perché può sfociare in problemi di aggressività gravi. È per questo motivo che la socializzazione sin da cucciolo è molto importante. In questo processo vengono presentati oggetti, animali, persone e ambienti al cane ed è fondamentale che entri a contatto con persone di ogni tipo (adulti, bambini, ecc.) lasciandosi accarezzare e interagendo in maniera positiva. Ricordati di premiare i comportamenti positivi seguendo le regole del rinforzo positivo.

Se questa fase avviene correttamente, il cane non avrà problemi di gestione delle risorse con le persone perché capirà che esse non sono pericolose né per lui né per te.

Evitare che il cane sia possessivo con il cibo

Evitare questo problema è relativamente facile. Dovrai iniziare a dare dei pezzetti di cibo al cane direttamente dalla tua mano al cucciolo per premiarlo durante l'addestramento o quando si comporta come deve.

Dopodiché dovrai dargli da mangiare dalla mano prima di mettergli il cibo nella ciotola assicurandoti che veda che gli stai dando del cibo: in questo modo il cane dovrà capire che sei tu a dargli da mangiare e che non deve proteggere la ciotola mentre mangia.

Quando vedi che si fida completamente di te, potrai anche avvicinare la mano alla ciotola mentre mangia. In particolar modo se è un cucciolo o se si tratta di un animale che non ha avuto mai problemi legati all'aggressività o alla possessività non dovrebbero esserci problemi. Non dargli da mangiare quando si mostra aggressivo, altrimenti rafforzerai il comportamento. Fallo tranquillizzare e aspetta che la situazione torni alla normalità.

Se non ci sono problemi nel seguire questi consigli, continua questo programma finché il cane non diventa adulto dandogli da mangiare ogni tanto direttamente dalla tua mano. Fallo fare anche al resto della famiglia o alla persone che vengono spesso a casa tua in modo che il cane si abitui anche ad altra gente.

Ricorda di usare questi consigli solo con i cuccioli e non se ci sono problemi di gestione delle risorse nel cane. In questi casi, ti consigliamo di rivolgerti a un professionista.

Il cane possessivo: la gestione delle risorse - Gestione delle risorse nel cane: evitare problemi comprotamentali

Cane possessivo: cosa fare?

In generale, un cane che non sa gestire le sue risorse si comporta in un modo ben preciso prima di attaccare, ringhiando o emettendo un verso leggero ma costante per far capire di smettere di comportarsi in un certo modo. Se non lo fai, probabilmente ti morderà.

Nei casi più gravi il cane non avvisa e morde direttamente, per cui è necessario lavorare all'inibizione del morso con l'aiuto di un professionista in educazione e addestramento cinofilo.

Cosa fare se il cane ringhia?

Se il cane ringhia, ti sta avvisando che sta per aggredire. In questo momento la dominanza e altri criteri di addestramento basati sul castigo sono pericolosissimi perché possono causare una reazione imprevedibile del cane.

Non sgridare il cane perché potrebbe fargli credere che sia meglio attaccare piuttosto che avvisare prima di farlo. Il ringhiare, anche se negativo, visto all'interno di questo contesto è positivo perché fa parte della comunicazione normale del cane che sta cercando di dirti cosa sente.

L'ideale è non forzare la situazione e tenere conto dei limiti accettati dal cane. Se non ne sai molto di addestramento canino, ti consigliamo di rivolgerti a un professionista che ti spieghi come gestire il cane, quali sono i passi da seguire nel tuo caso specifico e quali esercizi svolgere per risolvere il problema, come per esempio insegnargli a lasciare oggetti o percorsi di searching.

Cosa fare se il cane ti morde?

Ripetiamo ancora una volta che non si consiglia di sgridare né mettere in castigo il cane. Dovrai evitare a ogni costo situazioni che possono far diventare il cane aggressivo, che lo stressano o che possono peggiorare il vostro rapporto. In casi così gravi, vai subito da un professionista in comportamento canino.

Il cane possessivo: la gestione delle risorse - Cane possessivo: cosa fare?

Se desideri leggere altri articoli simili a Il cane possessivo: la gestione delle risorse, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Problemi comportamentali.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
4 commenti
Sua valutazione:
Alessandro f.
Il cane era possessivo con gli oggetti, tutto ciò che toccava era suo... conosco bene la gestione delle risorse purtroppo. Alla fine però io e mia moglie siamo riusciti a risolvere il problema grazie a un educatore, anche se c'è voluto molto tempo, perché davvero, tutti gli oggetti che aveva vicino alla cuccia per lui erano i suoi. Forse abbiamo aspettato troppo, ma credevamo di poterlo gestire noi... volevo condividere la mia esperienza.
Francesco
Giorni fa ho trovato un gattino di un mese circa, e caduto dal divano sabato sera non potevo tenerlo dentro casa perché era impazzito completamente, stava sotto cura per la rinotracheite,e niente il gatto si fa a dorso impazzisce non si fa toccare lo porto sul terrazzo nella sua cuccetta con terriccio vivo a acqua anche se pensavo fosse inutile datosi che poco dopo si era fermato il cuore,niente il gatto si riprende gli do altre medicine oltre a quella fatte dal veterinario e comincia a stare meglio, sul terrazzo sempre pero ho due pitbull addestrati da me non mordono non toccano persone ne bambini, sono dei giocherelloni soprattutto il marchio che poi è il padre della femmina, niente mi ritrovo la gattina nella cuccia della pitbull, e non me la fa andare a prendere non mi fa avvicinare e gelosa come se forse un suo cucciolo anzi peggio neanche la mamma della pitbull fece così quando partorì, mi chiedo se è normale anche se credo di si ...forse perché la micia non sta bene ancora del tutto a più che altro chiedo un parere generale. Grazie
Ps: tenni tempo fa un gatto cresciuto sempre dalla mia pitbull però non era gelosa anzi giocavamo tutti e 3 isieme...Solo che la gatta poi ci ivestita, e mi chiedo anche se non sia stata proprio quella cosa perché di investita di fronte casa,e i cani sentono se qualcuno non ce più.
Cecilia Natale (Autore/autrice di AnimalPedia)
Ciao Francesco,
è possibile che come ipotizzi i cani si comportino così perché sanno che si tratta di un animale indifeso in quanto cucciolo e in più malato. Dato che è soprattutto la femmina a comportarsi così è possibile che abbia una gravidanza isterica.
Tuttavia se la situazione non si risolve in pochi giorni ti consigliamo di rivolgerti a un educatore cinofilo perché potrebbe trasformarsi in un problema comportamentale.
Un saluto da AnimalPedia.
Sua valutazione:
Rebecca
Per me è stato molto utile
Sua valutazione:
Pucci
Lo sapevo già che in casi di determinati comportamenti bisogna rivolgersi al educatore.
Cecilia Natale (Autore/autrice di AnimalPedia)
Salve Pucci, nell'articolo non ci limitiamo a dire in quali casi bisogna portare il cane da uno specialista, ma spieghiamo la gestione delle risorse in diversi ambiti e come provare a risolverla. Rivolgersi a uno specialista è la soluzione da adottare nei casi più gravi e impossibili da gestire da soli. Ci dispiace non averti aiutato. Un saluto da AnimalPedia.

Il cane possessivo: la gestione delle risorse
1 di 4
Il cane possessivo: la gestione delle risorse

Torna su