Condividi

Perché il gatto ha tante cispe sugli occhi?

 
Di Giovanni Rizzo. 2 maggio 2017
Perché il gatto ha tante cispe sugli occhi?

Vedi schede di Gatti

Tutti gli amanti dei gatti non possono resistere alla tentazione di aiutare un gattino che miagola per strada. A volta, la causa di questo miagolio incessante, sono le troppe cispe degli occhi che quasi impediscono all'animale di aprire gli occhi.

Bisogna capire che si tratta di un problema molto fastidioso, soprattutto se si tratta di un cucciolo che si è separato da poco dal resto della cucciolata, anche perché il gatto si sente indifeso se non riesce a vedere. Il problema, anche se più frequente in gatti randagi o poco curati, può colpire anche i gatti domestici. In questo articolo di AnimalPedia ti spieghiamo i motivi più frequenti per cui si presenta la condizione, rispondendo alla seguente domanda: perché il gatto ha tante cispe sugli occhi?

Potrebbe interessarti anche: Perché il gatto ha gli occhi rossi?

Herpesvirus felino di tipo 1

L'herpesvirus felino di tipo 1 (FHV-1) è uno dei responsabili di quella che si conosce come febbre felina. Causa congiuntivite e problemi legati alle vie respiratorie alte, come sinusite, starnuti e rinorrea (secrezioni nasali), ecc.

Se la madre è portatrice del virus, molto difficilmente i gattini se ne libereranno, dato che l'infezione si riattiva con lo stress del parto anche nel caso in cui sia rimasta latente per molto tempo. Il virus può colpire i gattini anche se sono ancora nell'utero e in questo caso potrebbero nascere senza un occhio. Di solito causa infezioni acute in gattini con meno di 3 mesi e moderate o latenti in adulti con un sistema immunitario potente.

Sintomi dell'herpesvirus felino

A livello oculare, si possono manifestare diversi problemi clinici che hanno un denominatore comune: l'apparizione di molte cispe del gatto che possono avere consistenze e colori diversi. In breve, si crea un deficit di lacrime, per cui predomina la parte mucosa e lipidica sulla porzione acquosa, dando origine alle cispe. Inoltre, il gatto presenta i seguenti sintomi:

  • Blefarite: infiammazione delle palpebre che restano appiccicate a causa della secrezione oculare.
  • Uveite: infiammazione della camera anteriore dell'occhio.
  • Cheratite: infiammazione della cornea.
  • Ulcera della cornea.
  • Sequestro corneale: una parte della morta resta sequestrata nell'occhio dando origine a una macchia scura.

Cura dell'herpesvirus felino

Dopo l'infezione, a completare il quadro clinico possono arrivare i batteri. L'uso di terapie locali con colliri antivirali come il famciclovir o l'aciclovir e il controllo dei batteri opportunisti con antibiotici sono i trattamenti più usati. Un altro aspetto importante è controllare che gli occhi sian sempre puliti e ben lubrificati ed è un compito che spetta al padrone.

Se il gatto dovesse avere molte cispe, prima di prescrivere il collirio il veterinario realizzerà il test di Schirmer, che serve per determinare la quantità di lacrime prodotta dall'occhio.

L'infezione da FHV-1 nel gatto dura per sempre?

Se un gatto supera la fase acuta dell'infezione senza problemi, anche se spesso restano delle lesioni alla cornea, rimarrà un portatore cronico del virus e l'infezione si riattiverà ogni tot tempo dando origine ad alcuni problemi non gravi che, se il gatto è vaccinato contro il virus, spesso non vengono notati. Di solito il gatto chiude l'occhio infetto come se facesse l'occhiolino, o sembra che pianga dato che si produce una secrezione costante.

Perché il gatto ha tante cispe sugli occhi? - Herpesvirus felino di tipo 1

Calicivirus felino

Il calicivirus è un altro dei responsabili della febbre felina, insieme al FHV-1. Può colpire solo gli occhi e provocare problemi alle vie respiratorie insieme alle secrezioni oculari. Tuttavia, può causare anche ulcere nelle mucose orali senza dare ulteriori sintomi, per esempio. Anche se il vaccino trivalente per i gatti (che comprende FHV-1, calicivirus e panleucopenia) li protegge dall'infezione, ci sono due problemi:

  • Ci sono diversi ceppi del calicivirus che non riescono a entrare nello stesso vaccino e mutano costantemente. Dell'FHV-1, invece, ne esiste solo uno.
  • Di solito le vaccinazioni possono essere fatte a partire dai 2 mesi, per cui il gattino corre il rischio di prendere l'infezione prima di ricevere il vaccino.

Dopo l'infezione, il virus può ripresentarsi, per cui possono esserci ricadute di congiuntivite o di problemi respiratori associati come tosse, sinusite, starnuti, ecc.

Cura del calicivirus felino

Dato che spesso è accompagnato da problemi respiratori, è possibile prescrivere un antibiotico da assumere per via orale che aiuta a tenere sotto controllo l'infezione secondaria causata dai batteri. Se il veterinario lo ritiene opportuno, potrà prescrivere un collirio antibiotico e/o antinfiammatorio se la congiuntiva è particolarmente colpita dal problema. Gli antivirali non hanno la stessa efficacia che hanno contro l'FHV-1.

La diagnosi, quasi sempre, viene realizzata attraverso prove sierologiche come nel caso dell'herpesvirus anche se la risposta positiva alla terapia può essere sufficiente.

Clamidiosi felina

Il batterio Chlamydophila felis non è responsabile della febbre felina ma può comparire nell'occhio come conseguenza di un'infezione virale sfruttando l'abbassamento delle difese. Nel gatto che ha questo batterio, si produce un'infezione acuta caratterizzata da un'intensa secrezione oculare mucopurulenta e da una grave infiammazione della congiuntiva.

La clamidiosi felina viene diagnosticata attraverso prove di laboratorio prendendo un campione della congiuntiva con un cotton fioc che viene inviato in laboratorio per essere analizzato. Una volta confermata la diagnosi, la cura è a base di pomate o colliri che appartengono a un determinato gruppo di antibiotici (tetracicline). Il trattamento deve essere seguito per varie settimane.

Se l'infezione e la produzione di cispe nell'occhio del gatto non guarisce con il collirio normale, durante la visita è probabile che il veterinario faccia degli accertamenti per identificare il batterio ed eventualmente prescrivere la cura adeguata.

Le cispe nei gatti con il muso schiacciato

Nelle razze brachicefale (gatti con il muso schiacciato come il Persiano) è comune notare costantemente delle secrezioni nel solco lacrimale. Questi gatti, infatti, tendono a soffrire di questo problema.

Data la conformazione della testa di queste razze, i condotti naso lacrimali possono ostruirsi facilmente, facendo uscire la lacrima dall'occhio e lasciando la produzione asciutta e attaccata all'angolo mediale dell'occhio. Ciò che risulta è una crosta o una cispa appiccicosa di colore marrone che causa arrossamento della congiuntiva e che dà l'idea che la zona sia sporca . Inoltre, se si guarda il gatto di profilo, gli occhi sono sporgenti e possono essere asciutti.

La pulizia giornaliera delle secrezioni è fondamentale per evitare che siano troppo asciutti e che si creino ferite. Potrai pulire la zona con una soluzione fisiologica o con prodotti specifici a seconda del caso. Se il veterinario lo ritiene opportuno, può consigliarti di ricorrere a delle lacrime artificiali per prevenire problemi alla cornea dovuti alla secchezza dell'occhio.

Perché il gatto ha tante cispe sugli occhi? - Le cispe nei gatti con il muso schiacciato

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Perché il gatto ha tante cispe sugli occhi?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Problemi agli occhi.

Scrivi un commento su Perché il gatto ha tante cispe sugli occhi?

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Perché il gatto ha tante cispe sugli occhi?
1 di 3
Perché il gatto ha tante cispe sugli occhi?

Torna su