Condividi

Posso dare il paracetamolo al gatto?

Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. 22 marzo 2017
Posso dare il paracetamolo al gatto?

Vedi schede di Gatti

L'automedicazione è una cattiva abitudine che molte persone hanno quando stanno male e che usano anche quando si ammala un animale domestico. Con essi, questa pratica risulta ancora più pericolosa, soprattutto se per curare gli animali vengono usati farmaci per gli umani.

I gatti, nonostante la loro attenzione all'igiene e al loro carattere libero e indipendente, possono soffrire di varie malattie facilmente riconoscibili grazie ad alcuni sintomi e cambiamenti comportamentali. È in questa fase che, erroneamente, alcune persone pensano di poter curare da sole il proprio gatto senza consultare il veterinario. In questo articolo di AnimalPedia risponderemo a una domanda molto frequente: posso dare il paracetamolo al gatto?

Potrebbe interessarti anche: Si può dare la tachipirina al cane?

Cos'è il paracetamolo?

Gli esseri umani sono talmente abituati a curarsi da soli che in molte occasioni si trascurano i componenti e il meccanismo d'azione dei medicinali che si è abituati a prendere a seconda della condizione di cui si soffre. Se usare farmaci senza conoscerli bene può risultare pericoloso per le persone, la stessa condotta con gli animali lo è ancor di più. Per questo motivo, prima di vedere gli effetti del paracetamolo sul gatto, pensiamo che sia necessario chiarire di che tipo di farmaco si tratta.

Il paracetamolo appartiene al gruppo farmacologico dei FANS (Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei) e agisce principalmente come antinfiammatorio, riducendo la sintesi di alcune sostanze che causano l'infiammazione (prostaglandine) ed è anche un eccellente antipiretico (abbassa la temperatura corporea in caso di febbre).

Negli umani il paracetamolo è tossico se le dosi superano quelle raccomandate ed è dannoso soprattutto per il fegato, ovvero il principale organo il cui compito è quello di neutralizzare le sostanze tossiche che provengono dal farmaco per poterle eliminare correttamente. Il consumo prolungato ed eccessivo di paracetamolo negli esseri umani, quindi, può causare danni irreversibili al fegato.

Posso dare il paracetamolo al gatto? - Cos'è il paracetamolo?

Si può dare il paracetamolo al gatto?

Curare il gatto con il paracetamolo equivale a intossicare e mettere in pericolo la vita del tuo amico a quattro zampe. Il paracetamolo è anche uno dei farmaci da non dare mai ai cani, anche se nei felini la tolleranza è più alta. Infatti iniziano a mostrare i primi sintomi di intossicazione dalle 3 alle 12 ore dopo aver ingerito il farmaco.

I gatti non sono capaci di metabolizzare in maniera adeguata il farmaco, il che si traduce nella morte degli epatociti, ovvero le cellule del fegato, organo vitale per gli animali esattamente come per gli umani. Un terzo degli animali che subiscono un'intossicazione da paracetamolo muore dalle 24 alle 72 ore successive.

Posso dare il paracetamolo al gatto? - Si può dare il paracetamolo al gatto?

Cosa succede se il gatto prende il paracetamolo per sbaglio?

Se il tuo gatto ha ingerito del paracetamolo per sbaglio, osserverai i seguenti sintomi:

  • Debolezza
  • Depressione
  • Vomito
  • Tachicardia
  • Difficoltà respiratoria
  • Colorazione bluastra delle mucose
  • Salivazione eccessiva
  • Convulsioni

In questo caso dovrai portarlo con urgenza dal veterinario che gli somministrerà un trattamento volto a diminuire l'assorbimento del paracetamolo e a facilitarne l'eliminazione per riportare la situazione alla normalità.

Posso dare il paracetamolo al gatto? - Cosa succede se il gatto prende il paracetamolo per sbaglio?

Non curare il gatto con metodi fai da te

Usare cure fai da te con gli animali, anche se si usano farmaci veterinari, nasconde molti rischi che aumentano ancor di più se si usano farmaci per gli esseri umani. Per evitare incidenti che potrebbero costare la vita del tuo animale domestico, portalo dal veterinario e non dargli dei farmaci se non sono stati prescritti da un professionista.

Naviga su AnimalPedia e scopri come comportarti nel caso in cui il tuo gatto sia malato per ottenere maggiori informazioni sulla sua condizione, senza dimenticare che l'unica persona in grado di effettuare una diagnosi accurata e, quindi, di darti una cura adatta, è il veterinario.

Posso dare il paracetamolo al gatto? - Non curare il gatto con metodi fai da te

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Posso dare il paracetamolo al gatto?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Prevenzione.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
Giossy
Cistite gatta siamese di 16 anni.nonostante antibiotico Baytril X 10 gg gattina urina spesso con lamento e qualche volta con sangue .eco evidenzia una massa che potrebbe essere o un coagulo o un tumore.cibo ok ed acqua ok.ma che fare per nn farla soffrire.?

Posso dare il paracetamolo al gatto?
1 di 5
Posso dare il paracetamolo al gatto?

Torna su