Condividi

Razze di gatti tigrati

 
Di Tamara Rigotti, Editrice di AnimalPedia. 30 ottobre 2020
Razze di gatti tigrati

Vedi schede di Gatti

Esistono molte razze di gatti tigrati, con strisce, maculati o marmorizzati. Nel complesso, sono noti come "tabby", termine che deriva dal francese taffetà e indica quella stoffa di seta bellissima che a seconda di come si muove, crea dei giochi di luce che sembrano “onde”. I gatti tabby o tigrati sono i più comuni tra i gatti, sia selvatici che domestici. Questo perché questo disegno conferisce loro un grande vantaggio evolutivo: si mimetizzano e si nascondono molto meglio, sia dai loro predatori che dalle loro prede.

Inoltre, nel corso dell'ultimo secolo, molti allevatori hanno cercato di ottenere disegni unici che conferissero ai loro gatti un aspetto selvatico. Oggigiorno esistono razze di gatti che sembrano tigri e persino gattopardi in miniatura, volete sapere quali sono? Non perdetevi questo articolo di AnimalPedia, dove abbiamo raccolto le razze di gatti tigrati più popolari.

Potrebbe interessarti anche: Razze di gatti arancioni

Bobtail americano

Il Bobtail americano è una delle razze di gatti tigrati più conosciute, soprattutto per la sua piccola coda. Può avere un mantello semi-lungo o corto, con motivi e colori diversi, molto ruvido rispetto a quello di altre razze. Tuttavia, sono molto apprezzati i gatti con motivi a strisce, maculati o marmorizzati, che conferiscono loro un aspetto selvatico.

Razze di gatti tigrati - Bobtail americano

Toyger

Se esiste una razza di gatto che assomiglia ad una tigre, è il Toyger o "tigre giocattolo". Questo gatto ha disegni e colori identici a quelli dei più grandi felini del mondo. Ciò si deve ad un'attenta selezione che ebbe luogo in California alla fine del XX secolo. Alcuni allevatori incrociarono il Bengala con i gatti tabby, ottenendo delle strisce verticali sul corpo e circolari sulla testa, entrambe su uno sfondo arancione brillante.

Razze di gatti tigrati - Toyger

Pixie bob

Il Pixie bob fece la sua prima comparsa negli Stati Uniti negli anni '80. Si tratta di un gatto a pelo lungo o corto, spesso è polidattile (con più dita del normale) ed una coda molto corta. È sempre di tonalità marrone ed è coperto da macchie scure, tenui e piccole. La gola e la pancia sono più biancastre e può avere ciuffi neri sulla punta delle orecchie, come le linci.

Razze di gatti tigrati - Pixie bob

Europeo

Di tutte le razze di gatti tigrati, il gatto Europeo è il più conosciuto. Può essere di colori e disegni diversi, ma il tabby è il più comune.

A differenza degli altri tipi di gatti, l'aspetto selvatico del gatto europeo non venne selezionato, ma nasce spontaneamente. Infatti la loro selezione fu completamente naturale, grazie all'addomesticamento del gatto selvatico africano (Felis silvestris lybica). Questa specie si avvicinò agli insediamenti umani della Mesopotamia per cacciare i roditori. A poco a poco, riuscì a convincere gli umani di essere un buon alleato.

Razze di gatti tigrati - Europeo

Gatto dell'Isola di Man (Manx)

ll gatto dell'Isola di Man nacque come conseguenza dell'arrivo del gatto Europeo sull'Isola di Man. Una mutazione che gli fece perdere la coda cosa che lo rese un gatto molto popolare. Come i suoi antenati, può essere di vari colori e vari disegni. Tuttavia, il "tabby" è il più comune e quindi prende parte della nostra lista di razze di gatti tigrati.

Razze di gatti tigrati - Gatto dell'Isola di Man (Manx)

Ocicat

L'Ocicat è una razza felina che ricorda nell'aspetto il gatto selvatico, ma venne ottenuta esclusivamente grazie all'accoppiamento di gatti domestici. Virginia Daly, un'allevatrice, fece accoppiare una gatta siamese chocolate ed un abissino e continuò ad incrociare le razze fino ad ottenere un gatto maculato con macchie scure su sfondo chiaro. L'Ocicat è molto simile ad un gattopardo, Leopardus pardalis.

Razze di gatti tigrati - Ocicat

Gato Sokoke

Il Sokoke, anticamente chiamato Khadzonzos, è una razza di gatto originaria del Parco Nazionale di Arabuko-Sokoke, in Kenya. Questo gatto di media taglia è caratterizzato dal mantello a pelo corto a motivo brown marble tabby. Sebbene provenga dai gatti domestici che vi abitano, le loro popolazioni si sono adattate alla fauna selvatica, dove hanno acquisito una colorazione unica.

Il gatto Sokoke ha un motivo marmorizzato nero su sfondo chiaro, che gli permette di mimetizzarsi meglio nella foresta. In questo modo, evita i carnivori più grandi ed insegue più efficacemente le sue prede. Oggigiorno, alcuni allevatori stanno cercando di aumentare la sua diversità genetica per preservarne la discendenza.

Razze di gatti tigrati - Gato Sokoke

Bengala

Il Bengala (Prionailurus bengalensis) è una delle razze di gatti tigrati più speciali. Si tratta di un ibrido tra il gatto domestico ed il gatto leopardo (P. b. bengalensis) , un tipo di gatto selvatico del sud-est asiatico. Il suo aspetto è molto simile a quello del suo parente selvatico, con macchie marroni circondate da linee nere disposte su uno sfondo più chiaro.

Razze di gatti tigrati - Bengala

American shorthair

L'American shorthair o Americano a pelo corto, è una razza di gatto originaria del Nord America, anche se proviene dai gatti Europei che viaggiarono con i coloni. Questi gatti possono avere disegni molto diversi, ma oltre il 70% sono gatti tigrati. Il motivo più comune è marmorizzato, con una varietà di colori: marrone, nero, blu, argento, crema, rosso, ecc. Senza dubbio, è una delle razze di gatti tabby più ammirate.

Razze di gatti tigrati - American shorthair

Mau egiziano

Anche se vi sono ancora dubbi sulla sua origine, si ritiene che questa razza provenga dagli stessi gatti che venivano venerati nell'antico Egitto. Il Mau egiziano arrivò in Europa e negli Stati Uniti a metà del secolo scorso, quando lasciò tutti a bocca aperta con il suo motivo a strisce e macchie scure su fondo grigio, bronzo o argento. La parte inferiore del corpo è più bianca e risalta la punta nera della sua coda.

Razze di gatti tigrati - Mau egiziano

Altre razze di gatti tigrati

Come anticipato il tipo tigrato è il più frequente tra i gatti, poiché nasce naturalmente come strategia di adattamento all'ambiente. Pertanto, appare anche in altre razze di gatti, che meritano altrettanto di far parte della nostra lista:

Se desideri leggere altri articoli simili a Razze di gatti tigrati, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Confrontare.

Fonti
  1. Lipinski, M. J., Froenicke, L., Baysac, K. C., Billings, N. C., Leutenegger, C. M., Levy, A. M., ... & Pedersen, N. C. (2008). The ascent of cat breeds: genetic evaluations of breeds and worldwide random-bred populations. Genomics, 91(1), 12-21.
  2. CFA. (2013). American Shorthair Breed Presentation. CFA Breed Seminar, Tokyo, Japan.
Bibliografia
  • The Cat Fanciers Association (CFA). En: cfa.org
  • Fédération Internationale Féline (FIF). En: fifeweb.org
  • The International Cat Association (TICA). En: tica.org

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Razze di gatti tigrati
1 di 11
Razze di gatti tigrati

Torna su