Condividi

Shock anafilattico nel cane: Sintomi e trattamento

 
Di María Besteiros. 23 settembre 2020
Shock anafilattico nel cane: Sintomi e trattamento
Immagine: https://www.littlethings.com/

Vedi schede di Cani

Lo shock anafilattico nei cani è un'emergenza che richiederà un intervento tempestivo per evitare conseguenze fatali nell'animale. In questo articolo di AnimalPedia spiegheremo le possibili cause di questo shock, quali sono i sintomi che dovrebbero metterci in allerta e quali sono le cure di cui il nostro cane avrà bisogno per poter guarire.

Continuate a leggere per scoprire tutto sullo shock anafilattico nel cane, sintomi e trattamento.

Potrebbe interessarti anche: Insolazione nel cane - Sintomi e rimedi

Cos'è lo shock anafilattico nel cane?

Lo shock anafilattico è una reazione allergica immediata e grave che si verifica non appena il cane entra in contatto con una sostanza antigenica (l'allergene), cioè la sostanza alla quale è allergico.

Le cause più comuni comprendono punture di insetti, alimenti e farmaci. In genere si presenta con una serie di manifestazioni cliniche tra cui prurito, angioedema (gonfiore) del muso e della gola, rapido calo della pressione arteriosa sistemica. La reazione di anafilassi propriamente detta avviene nei confronti di un antigene con cui il soggetto è già entrato in contatto precedentemente.

Cause dello shock anafilattico nel cane

Ci sono diverse sostanze che sono in grado di causare uno shock anafilattico nel cane. Tra queste possiamo evidenziare un farmaco noto e utilizzato come la penicillina, inoltre, sono comuni anche altre sostanze sulle quali è più difficile avere un controllo, come il veleno che si trasmette con le punture delle api o delle vespe. Alcuni cani possono subire questo shock dopo la somministrazione di un vaccino, anche se, fortunatamente, non è una reazione molto frequente.

Shock anafilattico nel cane: Sintomi e trattamento - Cause dello shock anafilattico nel cane

Sintomi dello shock anafilattico nel cane

Lo shock anafilattico può inizialmente verificarsi come reazione locale nel punto in cui l'allergene è entrato in contatto con il cane. Noterete che il cane sentirà dolore o prurito nella zona affetta e apparirà gonfia e rossa. Ma quando lo shock anafilattico è acuto, la reazione si diffonde in tutto il corpo immediatamente o entro poche ore.

I sintomi dello shock anafilattico nel cane sono:

  • Agitazione
  • Nervosismo
  • Diarrea
  • Vomito
  • Gengive pallide
  • Apatia o eccessiva agitazione
  • Tachicardia
  • Difficoltà respiratorie
  • Freddo alle estremità
  • Convulsioni o crampi
  • Debolezza
  • Improvvisa defecazione e minzione che non può controllare

Infine, va notato che può anche presentare difficoltà di respirazione e persino emettere dei suoni stridenti, che saranno molto acuti e che si devono al gonfiore della laringe. Se il cane non viene curato immediatamente andrà in coma e morirà.

Trattamento shock anafilattico nel cane

Come anticipato, lo shock anafilattico nel cane si tratta di un'emergenza veterinaria per la quale è necessario l'intervento del veterinario poiché per poterla controllare saranno necessari farmaci come l'adrenalina, antistaminici o corticoidi, oltre a procedure come la terapia dei fluidi o la somministrazione di ossigeno.

Cosa possiamo fare noi per aiutare il nostro cane?

Nel tragitto alla clinica dovremo rassicurare il cane con voce calma ed evitare di trasmettergli la nostra agitazione, dovremo evitare di ascoltare musica ad alto volume. Se il cane riesce a muoversi, dovremo lasciarlo trovare la posizione più comoda per lui. Possiamo coprilo con una copertina, ma non dovremo avvolgerlo in essa, ed evitare di infastidirlo giocando o toccandolo di continuo.

Se il cane smette di respirare i livelli di ossigeno nel sangue diminuiranno drasticamente e l'assenza di ossigeno negli organi vitali come il cervello, il fegato e i reni farà sì che smettano rapidamente di funzionare. I danni cerebrali si verificano non oltre i 3-4 minuti dall'inizio dell’insufficienza respiratoria, quindi è fondamentale agire in modo tempestivo. Dovremo, dunque, valutare di effettuare la rianimazione cardio-polmonare.

Shock anafilattico nel cane: Sintomi e trattamento - Trattamento shock anafilattico nel cane

Consigli per evitare lo shock anafilattico nel cane

A priori non è facile sapere quale sostanza è in grado di provocare uno shock anafilattico al nostro cane, ma possiamo evitare alcune situazioni che in generale possono causarlo. Pertanto, non dovremmo mai somministrare al nostro cane alcun vaccino o farmaco da soli.

Inoltre, se il nostro cane ha mostrato una qualsiasi reazione allergica ad un farmaco, deve essere annotato nella sua anamnesi e non gli dovrà essere somministrato di nuovo, se necessario dovremo richiedere anche delle prove allergiche per cani. Allo stesso modo, non dovremmo permettere al nostro cane di giocare con api o vespe.

Infine, dovremmo sempre avere a disposizione il numero di telefono di una clinica di emergenza, anche quando viaggiamo con il nostro cane.

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Shock anafilattico nel cane: Sintomi e trattamento, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Primo soccorso.

Scrivi un commento su Shock anafilattico nel cane: Sintomi e trattamento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Shock anafilattico nel cane: Sintomi e trattamento
Immagine: https://www.littlethings.com/
1 di 3
Shock anafilattico nel cane: Sintomi e trattamento

Torna su