menu
Condividi

Starnuto inverso nel gatto: Cause, sintomi e trattamento

 
Di Laura García Ortiz, Veterinaria in medicina felina. 29 settembre 2021
Starnuto inverso nel gatto: Cause, sintomi e trattamento

Vedi schede di Gatti

Lo starnuto inverso nel gatto è un fenomeno prodotto da uno sforzo inspiratorio rumoroso e parossistico per espellere il muco in eccesso, sostanze estranee o irritanti dal rinofaringe attraverso la tosse o il tratto digestivo.

Lo starnuto inverso è il segno distintivo del collasso tracheale, caratterizzato da una tosse insolita e ripetuta, che assomiglia al verso di un’anatra e si protrae anche per diversi secondi. In questo articolo di AnimalPedia ti spieghiamo nel dettaglio cos'è lo starnuto inverso nel gatto, perché si produce, quali sono i sintomi associati e come trattarlo.

Cos'è lo starnuto inverso nel gatto?

Mentre uno starnuto normale è un riflesso della cavità nasale per eliminare il materiale estraneo facendo pressione nell'espellere l'aria, uno starnuto inverso è il riflesso inspiratorio che rimanda quest'aria nelle vie respiratorie per eliminare i detriti che irritano la zona superiore della parte posteriore della cavità nasale (rinofaringe).

Quando questo starnuto inverso si verifica diverse volte, dà l'impressione che il gatto stia soffocando, abbia un attacco d'asma o addirittura cerchi di vomitare. Il micio piega la schiena, i gomiti e allunga il collo, l'aria che viene spinta verso l'interno fa un rumore forte.

Perché si verifichi lo starnuto inverso, devono agire le terminazioni mieliniche intra- e subepiteliali del nervo trigemino situato nel rinofaringe laterale.

Lo starnuto inverso è prodotto da una forte contrazione dei muscoli coinvolti nell'inspirazione insieme all'adduzione delle cartilagini laringee, che genera una pressione tracheale e pleurica negativa che apre improvvisamente la glottide, causando un rapido e forte flusso d'aria inspiratoria che riduce il muco e le particelle irritanti, facilitando il loro passaggio e l'eliminazione attraverso il tratto digestivo o con la tosse.

Starnuto inverso nel gatto: Cause, sintomi e trattamento - Cos'è lo starnuto inverso nel gatto?

Cause dello starnuto inverso nel gatto

La stimolazione del rinofaringe per la produzione dello starnuto inverso può essere innescata dalle seguenti cause:

  • Allergeni: polvere, polline, acari.
  • Sostanze chimiche: prodotti per la pulizia, deodoranti per ambienti, profumi.
  • Stress.
  • Collare stretto.
  • Asma.
  • Eccitazione.
  • Intolleranza all'esercizio fisico.
  • Cambiamenti improvvisi di temperatura.
  • Infezione respiratoria o sindrome respiratoria felina.
  • Tumori nasali o polipi nasofaringei.
  • Malattie dentali.
  • Aumento delle secrezioni nasali.
  • Polmonite.
  • Palatoschisi.
  • Infezioni del tratto respiratorio inferiore, come la bronchite.
  • Movimento involontario delle ciglia vibratili che tappezzano le vie respiratorie (discinesia ciliare).

Lo starnuto inverso nei cani è più comune che nei gatti. Nei gatti è più comune negli esemplari asmatici.

Sintomi dello starnuto inverso nel gatto

I gatti che soffrono di starnuto inverso si stressano. Quando starnutiscono, in genere, portano la loro testa all'indietro con la bocca chiusa cosa che causa conseguenti conati di vomito ed il gatto inghiotte o tossisce la secrezione.

Di solito si riprendono completamente dopo ogni episodio, che può durare da pochi secondi a due minuti, e non perdono coscienza. Se lo starnuto inverso è causato da una malattia o un'infezione del tratto respiratorio, il gatto mostrerà i seguenti sintomi:

  • Febbre
  • Malessere generale.
  • Spossatezza.
  • Anoressia.
  • Secrezioni nasali, tosse e rumori.
  • Nei tumori nasali, in alcuni casi, la massa può essere vista a occhio nudo a causa di un rigonfiamento nella zona.
Starnuto inverso nel gatto: Cause, sintomi e trattamento - Sintomi dello starnuto inverso nel gatto

Trattamento per lo starnuto inverso nel gatto

Se lo starnuto inverso è causato da una malattia, questa deve essere diagnosticata da un veterinario e trattata il prima possibile. Generalmente, quando l'eccesso di secrezione o di materia estranea nella cavità nasale viene eliminato, gli starnuti cessano. Potrebbe essere necessaria la somministrazione di antistaminici e decongestionanti in caso di allergia. Inoltre:

  • Se lo starnuto inverso è stato causato da prodotti irritanti, bisognerà evitarne l'uso o tenerli lontani dal gatto ogni volta che si desidera usarli.
  • Dobbiamo mantenere la casa pulita e senza polvere, poiché, oltre ad attirare gli acari, l'eccesso di polvere è uno dei fattori scatenanti degli starnuti inversi nei mici.
  • Se il gatto ha un collare, assicuratevi che non sia troppo stretto per evitare di irritare la zona.
  • Massaggiare la gola del gatto può fermare o ridurre gli spasmi.
  • Tappare le narici del gatto per farlo deglutire spesso ha lo stesso effetto.
Starnuto inverso nel gatto: Cause, sintomi e trattamento - Trattamento per lo starnuto inverso nel gatto

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Starnuto inverso nel gatto: Cause, sintomi e trattamento, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie respiratorie.

Bibliografia
  • Cartagena, J. C. (2021). Las 105 consultas más frecuentes en la clínica veterinaria. Grupo Asís Biomedia, S. L.
  • Morgan, R. V., Bright, R. M. y Swartout, M. S. (2004). Clínica de Pequeños Animales. Elsevier.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Starnuto inverso nel gatto: Cause, sintomi e trattamento
1 di 4
Starnuto inverso nel gatto: Cause, sintomi e trattamento

Torna su