menu
Condividi

Viverridi (Viverridae) - Caratteristiche, specie e distribuzione

 
Di Nick A. Romero H., Biologo ed educatore ambientale. 31 luglio 2021
Viverridi (Viverridae) - Caratteristiche, specie e distribuzione

I viverridi sono un gruppo di mammiferi, originari dell'Eurasia. In particolare si trovano in Africa, Asia, Europa Mediterranea e Madagascar. Appartengono alla famiglia Viverridae e sono animali carnivori primitivi, per cui sono imparentati con i Miacidae, cioè i predecessori diretti dell'ordine dei carnivori. Hanno una ampia classificazione ed inoltre variano molto sia in dimensioni che in peso. Sono animal peculiari, perché esibiscono un miscuglio di caratteristiche anatomiche, come anche d colori e strutture fisiche. Ciò non facilita attribuire somiglianze con altri gruppi in particolare.

In questo articolo di AnimalPedia vi presentiamo i viverridi, con le loro caratteristiche fisiche, le varie specie e la loro distribuzione. Continuate a leggere!

Cosa sono i viverridi

Come abbiamo detto, sono mammiferi carnivori, e sono conosciuti soprattutto come genette e zibetti. I loro corpi sono di piccole dimensioni, allungati, con un peso che va da un kg fino a 15 kg, ed una lunghezza massima di circa un metro. Di solito hanno teste piccole, orecchie corte e appuntite, come anche il musetto, che invece è relativamente lungo. Il corpo di molte specie presenta macchie o strisce, ed in particolare la coda ha degli anelli con una colorazione che contrasta il resto del corpo.

Un aspetto particolare della maggior parte dei viverridi è la presenza di una ghiandola perianale, che produce un forte odore, che usano per allontanare i suoi predatori.

I viverridi non sono animali gregari e di solito stanno da soli o in coppia. Quasi tutte le specie hanno abitudini arboricole e notturne. Si cibano di piccoli animali, vari tipi di invertebrati e all'occorrenza anche di carogne e frutta.

Classificazione dei viverridi

I viverridi sono un gruppo molto diversificato che si compone dei seguenti generi:

  • Arctictis
  • Arctogalidia
  • Macrogalidia
  • Paguma
  • Paradoxurus
  • Chrotogale
  • Cynogale
  • Diplogale
  • Hemigalus
  • Prionodon
  • Civettictis
  • Genetta
  • Poiana
  • Viverra
  • Viverricula

Specie di viverridi e caratteristiche

Andiamo a vedere le caratteristiche di alcune delle specie della familia viverridae:

  • Arctictis binturong: chiamato binturong o gatto orsino, è una specie asiatica che si considera in stato vulnerabile e la sua popolazione è in diminuzione. Anche se si tratta di una animale arboricolo, ha un alto livello di attività al suolo, ed ha caratteristiche voluminose e pesanti. Per questo forse deve scendere a terra per passare da un albero all'altro.
  • Arctogalidia trivirgata: il suo stato attuale è di considerato di rischio minimo, ed è una specie originaria dell'Asia. Viene chiamato zibetto delle palme dalle tre strisce, ed ha abitudini notturne e arboricole. Anche se può cibarsi di una varietà di animali, è principalmente frugivoro. Di solito ha due cucciolate all'anno.
  • Macrogalidia musschenbroekii: è in uno stato vulnerabile, cioè la sua popolazione è diminuita tra un quarto e la metà. E' la civetta delle palme di Celebes. E' endemica dell'Indonesia. Ha abitudini solitarie, vive sugli alberi ed è molto agile. La sua alimentazione è onnivora, visto che consuma vari tipi di animali, soprattutto roditori. Tuttavia si ciba anche di piante, in particolare la palma Arenga o da zucchero.
  • Paradoxurus hermaphroditus: lo zibetto delle palme comune ha una ampia distribuzione in vari paesi asiatici. E' una specie adattata a vivere in ambienti urbani, per cui è abbastanza normale vederla sui tetti o sui cavi della luce. Si coba di topi, ma anche di piante e frutta come la pianta del caffè, i meloni e le banane.
  • Chrotogale owstoni: il suo nome comune è civetta delle palme di Owston, e si trova classificato come animale in pericolo di estinzione. Si estende dalla Repubblica Democratica del Laos fino al Vietnam ed al Sud della Cina. E' un animale solitario, che vive sul terreno e si ciba di invertebrati come lombrichi e piccoli animali come i conigli.
  • Cynogale bennettii: classificata come in pericolo di estinzione, la civetta lontra o mampalon, è un animale nativo dell'Indonesia e della Malesia. Attivo principalmente di notte. Questa specie è semi-acquatica, per cui trae il suo alimento dal mare lì consumando pesci, granchi, molluschi ed uccelli.
  • Civettictis civetta: lo zibetto africano è una specie che crea delle discussione circa la sua classificazione. Tuttavia per alcuni studiosi appartiene ai viverridi. E' nativa dell'Africa, animale onnivoro e non vi sono informazioni sul suo stato della popolazione.
  • Genetta angolensis: la genetta angolana, è un animale considerato a rischio minimo di estinzione. Ha una dieta varia e consuma vertebrati, invertebrati, carogne e frutta.
  • Poiana richardsonii: il linsango africano detto anche oyan, è un piccolo animale nativo del Camerun, Repubblica Centroafricana, Congo e Guinea Equatoriale. Il linsango africano ha abitudini arboricole e notturne, ed è un animale onnivoro. Consuma piccoli uccelli, roditori, insetti e certi tipi di frutta.
  • Viverricula indica: è distribuita in Cina, in India e nel Madagascar. Vive in luoghi urbani, in zone selvatiche ed anche in terreni con presenza umana. Si alimenta di serpenti, topi, uccelli, carogne e frutta.

Altre specie di vierridi sono:

  • Diplogale hosei
  • Hemigalus derbyanus
  • Prionodon linsang
  • Genetta abyssinica
  • Poiana leightoni
  • Viverra civettina
  • Viverra tangalunga
  • Paradoxurus jerdoni
  • Cynogale bennettii
  • Genetta bourloni
Viverridi (Viverridae) - Caratteristiche, specie e distribuzione - Specie di viverridi e caratteristiche

Habitat e distribuzione dei viverridi

I viverridi vivono in territori che si trovino tra il livello del mare ed i 400 metri. Essi vivono e si sviluppano in una serie di ecosistemi differenti, tra cui possiamo menzionare:

  • Boschi primari e secondari
  • Boschi sempre verdi, semi perennifogli, caducifogli, montani
  • Terre basse
  • Praterie e boschi
  • Zone coltivate
  • Acquitrini
  • Foresta d mangrovie

Un aspetto comune di molte di queste specie è la capacità di vivere anche in territori con presenza umana, oltre che in luoghi urbani, dove possono alimentarsi e vivere a dispetto dell'uomo.

Se desideri leggere altri articoli simili a Viverridi (Viverridae) - Caratteristiche, specie e distribuzione, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
Viverridi (Viverridae) - Caratteristiche, specie e distribuzione
1 di 2
Viverridi (Viverridae) - Caratteristiche, specie e distribuzione

Torna su