Condividi

Addestrare il cane con il metodo Do as I do

Di Piergiorgio Zotti, Copywriter per AnimalPedia. 13 aprile 2017
Addestrare il cane con il metodo Do as I do

Vedi schede di Cani

L'ampio mondo dell'addestramento del cane ha portato l'essere umano a provare infinite tecniche educative, ma nessuna come quella del "Do as I do", basata sull'apprendimento sociale.

In passato si pensava che i cani non fossero capaci di imparare secondo la Teoria dell'apprendimento sociale di Cornell Montgomery (basata sulle persone), ciò nonostante, lo studio di Hayes KJ & Hayes C: "Imitation in a home-raised chimpanzee" J Comp Psychol del 1952 dimostrò che gli scimpanzé potevano apprendere grazie all'imitazione.

Per questo motivo, venne svolta la ricerca di Jozsef Topál, Richard W. Byrne, Adam Miklosi, Vilmos Csanyi "Reproducing human actions and action sequences: “Do as I Do!” in a dog" Anim Cogn nel 2006 con un Pastore Belga Tervueren, il quale fu capace di imparare attraverso l'osservazione e in seguito l'imitazione di alcune azioni, proprio come lo scimpanzé.

In questo articolo di AnimalPedia ti spiegheremo come addestrare il cane con il metodo Do as I do, pertanto, vediamo quali passi devi seguire per metterlo in pratica.

"Do as I do" in a dog

L'esperimento "Do as I do!" in a dog dimostrò che i cani possiedono l'abilità di imitare azioni che non gli sono state insegnate, così come di capire una parola astratta con un significato concreto, in questo caso "copiare".

Philip, il cane che portò a termine l'esperimento, non solo dimostrò di poter imitare un'azione (per esempio, portare una bottiglia da un posto all'altro), bensì era capace di posizionarsi nell'ubicazione iniziale e finale in cui si era trovata la persona, con un margine di errore molto basso (intorno al 12%).

Dopo aver realizzato una grande quantità di prove, si dimostrò che Philip, dopo aver osservato e ricevuto il segnale da imitare, era capace di riconoscere un comportamento e di replicarlo. Si dimostra così che il cane ha alcune abilità imitative, e che c'è ancora molto da scoprire su questo tipo di apprendimento.

Perché utilizzare l'apprendimento sociale? Vale la pena usare il metodo Do as I do con i cani?

Do as I do è una tecnica di addestramento che risulta semplice e motivante per il cane ed è basata sull'osservazione. Ricordiamo che non si tratta di un tipo di apprendimento individuale o comportamentale tipico della specie, e neanche del condizionamento operante, parliamo di apprendimento sociale.

In seguito vi spiegheremo in maniera semplice come applicare questo metodo, seguendo i consigli di Claudia Fugazza riportati nel suo libro Do as I do. Inoltre, vi faremo presenti dei dettagli che bisogna tenere presenti prima di introdursi in questo tipo di addestramento.

Prima fase: il cane impara la regola di imitazione

È importante sottolineare che in Do as I do, il cane non sta imparando un comando, come succede con l'addestramento canino basico, l'animale deve associare la parola "fallo" (o qualsiasi altro vocabolo scelto) con il significato di ripetere un'azione. Il cane non deve associare la parola ad un'azione in particolare, bensì ad un'ampia varietà di esercizi che deve imitare.

Per conseguire l'obiettivo (che il cane associ "fallo" al dover ripetere un esercizio) dobbiamo lavorare permettendo al nostro cane di esprimersi liberamente. Se lo lasciamo libero di adottare condotte aleatorie e premiamo sempre il fatto che il cane ripeta il nostro esercizio, possiamo far sì che il cane associ correttamente questa parola. Per raggiungere un'assimilazione più rapida e adeguata possiamo usare un clicker per cani.

Addestrare il cane con il metodo Do as I do - Prima fase: il cane impara la regola di imitazione

Seconda fase: generalizzazione della regola

La chiave sta nel ripetere un esercizio sufficienti volte in maniera che il cane metabolizzi l'associazione. Oltre a utilizzare la parola "fallo", si può integrare un'indicazione visiva in modo che per il cane si più facile apprendere l'esercizio.

Una volta che il cane ha imparato che "fallo" significa ripetere l'esercizio che gli abbiamo mostrato previamente, l'animale potrà imparare tutti i tipi di esercizi. Addestrare il cane con il metodo Do as I do, è veramente efficace e divertente. Una volta che la tecnica ha funzionato concretamente con la parola "fallo", si può iniziare a dargli ordini più concreti come "gira", "apri il cassetto" o "seguimi".

Questo metodo di addestramento canino fomenta il cane ad apprendere più rapidamente e a riproporre le azioni autonomamente. Inoltre, non c'è bisogno di utilizzare rinforzo diretto e nemmeno nessun tipo di castigo. Inoltre, bisogna sottolineare che l'apprendimento sociale combinato con il condizionamento operante è molto più efficace che utilizzare solo il condizionamento operante.

Addestrare il cane con il metodo Do as I do - Seconda fase: generalizzazione della regola

Se desideri leggere altri articoli simili a Addestrare il cane con il metodo Do as I do, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Educazione avanzata.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
Sua valutazione:
Marta
Davvero molto interessante, lo proverò con la mia Tracy :)
Piergiorgio Zotti (Autore/autrice di AnimalPedia)
Salve Marta,

facci sapere come va!

Un saluto.
Piergiorgio Zotti (Autore/autrice di AnimalPedia)
Salve Marta,

poi facci sapere come va.

Un saluto.

Addestrare il cane con il metodo Do as I do
1 di 3
Addestrare il cane con il metodo Do as I do

Torna su