menu
Condividi

Come abituare il cane a stare da solo

Di Karoline Schneider, Addestratrice cinofila e parrucchiera per cani. Aggiornato: 29 marzo 2021
Come abituare il cane a stare da solo

Vedi schede di Cani

Quando viene il momento di lasciare il vostro cucciolo in casa, vi chiederete quanto tempo può rimanere solo, e in che momento si può insegnargli a farlo. Ovviamente il cucciolo di cane vorrebbe che stessimo sempre insieme a lui, ma ovviamente la routine quotidiana fa sì che debba imparare a stare solo. Quindi è fondamentale riuscire a far sì che accetti di star solo rimanendo calmo, in modo che non soffre troppo la separazione.

In questo articolo di AnimalPedia quindi ci concentreremo sulle tecniche per abituare il cane a rimanere solo in casa, senza che si agiti o soffre di ansia da separazione.

Potrebbe interessarti anche: Come abituare il cane alla museruola

Quanto tempo può stare un cucciolo da solo in casa?

I cani sono animali gregari,ciò significa che stanno sempre con la loro famiglia, cosa che li fa sentire sicuri e felici. Tuttavia a volte è logico che si debba lasciare il vostro amico in casa, che sia per motivi di lavoro o di altro genere. Il tempo in cui possiamo lasciare un cane solo a casa dipende dalla sua età e dall'educazione. I cani giovani, quando hanno 5 mesi, possono essere educati a passare del tempo da soli.

Allo stesso modo, anche i cani adulti, non devono stare soli per più di 4 ore. Oltre questo tempo limite i cani soffrono e si sentono abbandonati. I cuccioli, a loro volta, hanno bisogno di molta attenzione e cure e ancora non si possono lasciare soli per molto tempo, per cui è consigliabile che qualcuno vi possa dare il cambio se prevedete di stare fuori casa molte ore. Un cucciolo fino a 4 mesi non dovrebbe rimanere solo a casa per più di due ore in totale.

Come lasciare un cane da solo senza che pianga

L'età del cucciolo si considera particolarmente importante perché il comportamento successivo del cane, dipende in larga misura da ciò che ha imparato o sperimentato durante questa fase della vita. I cani si considerano cuccioli fino ai 9-12 mesi, all'incirca. Forse vi può interessare il nostro articolo di AnimalPedia, 'quando il cane smette di essere cucciolo.

Quando il cucciolo viene a vivere con la sua famiglia umana, non è mai stato da solo di solito, perché per tutte le settimane successive alla nascita è stato insieme alla mamma e ai fratellini. Per questa ragione è comprensibile che non voglia stare solo all'inizio. Per farlo abituare a stare solo in casa ci vuole pazienza ed agire per gradi.

Una volta arrivato nella sua nuova casa il cucciolo avrà bisogno di tempo per abituarsi allo spazio circostante, alle persone, alle nuove abitudini e in alcuni casi anche ad altri animali più grandi. Se lo lasciamo solo senz'altro si sentirà smarrito e potrebbe entrare in panico. Innanzitutto dovrete prendere confidenza l'uno nell'altro e creare un rapporto di fiducia. Questo è un requisito previo indispensabile per far sì che il cane sia rilassato e possa rimanere solo. Quando il cane si è abituato alla routine, dopo qualche giorno, si può iniziare a fare esercizi corti durante la giornata.

Come lasciare solo un cucciolo nei primi 2 mesi in casa

Durante i primi mesi, non bisogna lasciare solo un cucciolino. La cosa migliore è che un membro della famiglia rimanga sempre con il piccolo durante le prime 6-8 settimane dal loro arrivo nella nuova casa. Fino ad allora il cucciolo si sente incerto ed insicuro ed ha bisogno di sostegno per abituarsi alla sua nuova famiglia.

Per abituare il piccolo ad essere più indipendente, iniziate con esercizi rilassati e semplici. Quando ad esempio il cane è alle prese con un gioco, uscite dalla stanza per qualche minuto, ma non di più, in modo che non abbia il tempo di sentire la vostra mancanza. In questo modo capirà che tornate sempre quando andate via, e che è normale stare da solo per qualche minuto.

Come lasciare da solo un cucciolo nei primi 3 mesi in casa

Con il tempo e dopo aver abituato il cucciolo a stare solo per brevi lassi di tempo, si può aumentare leggermente il livello di difficoltà. Ora uscite dalla stanza anche se il cane non è distratto. Rimanete fuori solo per un paio di minuti e tornate nella stanza. La cosa importante è seguire questa routine in maniera tranquilla e ripetendo l'azione varie volte al giorno. Se il cane piagnucola quando ve ne andate, ignoratelo e la volta successiva riducete un po' il tempo della vostra assenza. Se invece il piccolo si è comportato bene, fateglielo capire, premiatelo. Infatti il rinforzo positivo funziona molto bene per educare i cani.

Se il cucciolo riesce a stare solo per vari minuti nella sua stanza, potete cominciare ad uscire dalla casa per un breve lasso di tempo. Non lasciate solo il cane mentre dorme, potrebbe spaventarsi al risveglio. Inoltre non salutatelo, in modo che capisca che è una cosa normale e frequente. Uscite per poco tempo le prime volte. Se il cane vi vede calmi e sicuri, nemmeno lui diventerà nervoso.

Quando il cucciolo è ormai abituato alle vostre frequenti ma brevi assenze, potete aumentarne la durata. Cercate in oltre, in queste fasi iniziali, di assentarvi per tempi variabili: 5 minuti una volta, mezzora la successiva, 15 minuti un'altra. In questo modo l'animale si abituerà ad orari flessibili, e che il vostro ritorno non è prevedibile ma è sicuro.

Come abituare il cane a stare da solo - Come lasciare un cane da solo senza che pianga

Consigli per lasciare un cucciolo da solo a casa

Alcuni cucciolo hanno paura dell'abbandono, per cui dovete riuscire a conquistare la fiducia del vostro cane, in modo che si senta felice ed equilibrato. Eccovi una lista di accorgimenti e tecniche per facilitare questa fase del suo sviluppo:

  • Seguire una routine: portate fuori il cane tutti i giorni alla stessa ora prima di svolgere i vostri impegni quotidiani. Fategli fare esercizio, sia fisico che mentale, in modo da stancarlo. Un cucciolo ha bisogno di una passeggiata di almeno mezzora. In questo modo si sfogherà e potrà riposarsi e rilassarsi una volta a casa, nel tempo in cui voi siete fuori.
  • Orario dei pasti: considerate che il cucciolo deve mangiare prima che voi ve ne andiate, ma spesso vomitano il cibo per lo stress di rimanere soli. Per cui, pianificate i vostri orari in maniera tale che il cane abbia il tempo sufficiente per mangiare e rilassarsi prima che ve ne andiate.
  • Preparate un luogo tranquillo per lui: lasciategli a disposizione dei giochi, la sua cuccia, il cibo e l'acqua fresca. Deve essere un luogo o una stanza tranquilla e sicura, in cui non ci siano oggetti che possa rompere o danneggiare (cuscini, mobili...). Tuttavia evitate di chiuderlo in una stanza piccola, né vi venga in mente di legarlo, potrebbe relazionare la sensazione di costrizione con il fatto di essere solo, sviluppando dei problemi.
  • Fate attenzione al soffocamento: non lasciate premi o giochi con cui si potrebbe strozzare. Dovete sempre essere presenti quando il cane mangia premi, dolci o ossa. Spesso infatti i cani distruggono i giochi e ne mangiano i pezzi.
  • Rumore di sottofondo: alcuni cani reagiscono bene alla musica rilassante di un piano, oppure al vociare della radio o della TV. Provate a renderlo più calmo lasciando accesa la tv a volume basso in modo che si senta in compagnia.
  • Organizzatevi e chiedete aiuto: se dovete assentarvi e lasciare il cucciolo per più di due ore, chiedete ad un famigliare o ad un vicino di passare a salutarlo a casa o di portarlo a fare una passeggiata. Tenete conto che i cuccioli non resistono molto senza fare i bisogni.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come abituare il cane a stare da solo, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Educazione di base.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
Sua valutazione:
Arianna
Questo articolo è molto bello mi ha anche detto qualcosa in più grazie mille per più informazioni possibili ❤️

Come abituare il cane a stare da solo
1 di 2
Come abituare il cane a stare da solo

Torna su