menu
Condividi

Come conquistare un gatto diffidente

 
Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. Aggiornato: 13 dicembre 2018
Come conquistare un gatto diffidente

Vedi schede di Gatti

Il tuo gatto è scontroso e non sai cosa fare? In questo articolo di AnimalPedia ti diciamo come comportarti per ammansire e addomesticare un gatto diffidente. I gatti, in generale, sono animali molto indipendenti e solitari, anche se il carattere cambia da felino a felino. Inoltre hanno la fama di essere imprevedibili e di reagire in maniera inaspettata.

Questo tipo di reazione è frequente nei gatti, ma più che essere inaspettate, molto spesso non vengono capite o sono interpretate male. Scopri ora come conquistare un gatto diffidente.

Potrebbe interessarti anche: Come sgridare il gatto

Com'è il carattere dei gatti?

Un gatto è un predatore solitario e territoriale. Il suo territorio è la casa o il luogo in cui vive e che condivide con eventuali altri animali e con gli esseri umani (non sempre, perché alcuni gatti preferiscono vivere in libertà e andare solo a mangiare in una casa). I felini tollerano abbastanza bene la presenza di loro simili, anche se devono stabilire sempre una gerarchia fra di loro, perché il rapporto non è fra eguali, ma c'è sempre un esemplare dominante.

Ciò significa che un animale può dominare per quanto riguarda il cibo e un altro per quanto riguarda il rapporto con il proprietario. Stabilire la gerarchia è un processo più o meno aggressivo, che può limitarsi a sguardi minacciosi o sfociare in aggressioni vere e proprie.

I gatti amano dormire e i momenti di gioco e attività sono molto brevi e man mano che diventano adulti, giocano sempre meno. Non sono come i cani che cercano in continuazione carezze e attenzioni degli umani, lo fanno solo in determinati momenti scelti da loro. È il gatto a scegliere il momento da condividere con il proprietario perché per carattere è molto solitario.

Secondo quanto stiamo descrivendo, tutti i gatti sembrano essere scontrosi e diffidenti, anche perché per istinto devono fare a gara per occupare il posto più alto della gerarchia e il processo avviene in modo tendenzialmente aggressivo. Tuttavia esistono anche dei gatti molto socievoli; la descrizione che stiamo facendo si riferisce al comportamento di un gatto in generale.

Come conquistare un gatto diffidente - Com'è il carattere dei gatti?

Cause delle reazioni improvvise nei gatti

Dopo una carezza, è frequente venire graffiati dal proprio gatto. Il proprietario arriva a casa, che secondo il gatto è il suo territorio e il gatto va verso di lui. È importante anche vedere come si avvicina il gatto studiandone il linguaggio del corpo, perché dalla posizione della coda, per esempio, si può capire cosa sta provando il gatto. Tuttavia, se il gatto si avvicina quando vede tornare il proprietario, viene naturale fargli una carezza e iniziare a coccolarlo. Ciò che il gatto fa in questi casi, invece, è marcare il territorio e non dimostrare affetto o contentezza.

Anche gli sguardi fissi spesso provocano questo tipo di reazione improvvisa nei gatti. Lo sguardo fisso fra due felini è simbolo di sfida e tensione che può finire con la fuga di uno dei due o con una lotta. Fai attenzione a fissare dritto negli occhi i tuo gatto, soprattutto se lo noti teso e irritato, perché potrebbe interpretarlo come un segno di sfida e di minaccia.

Le carezze sul dorso e sulla testa del gatto, da un'esperienza piacevole passano ad essere insopportabili in un batter d'occhio per un gatto. In queste zone, infatti, ci sono molte ghiandole che producono vari odori e dei recettori sensoriali nervosi sensibili al tatto e alla pressione. Il gatto se ne va quando le carezze iniziano a diventare fastidiose e, per non infastidirlo ulteriormente, dovrai lasciarlo andare.

Come conquistare un gatto diffidente - Cause delle reazioni improvvise nei gatti

Come fare in modo che un gatto non sia diffidente?

Innanzitutto è necessario conoscere il suo comportamento normale. Un gatto non è un cane, perciò non ci si può aspettare che si comporti come tale. Il gatto, inoltre, se la può cavare perfettamente da solo, senza dipendere dal proprietario e quindi mantiene il suo istinto da predatore, aggressivo per natura. Proprio per le sue caratteristiche da predatore ha affiancato spesso l'uomo, cacciando topi e proteggendo così case e raccolti. Fino a 70 anni fa esistevano davvero poche razze di gatti: la scelta di un felino in base a estetica e comportamento è relativamente recente.

In secondo luogo, tieni presente che è un animale che marca e difende il suo territorio. Se fa i bisogni fuori dalla lettiera, non è per darti fastidio, ma è il suo modo per delimitare il luogo in cui vive e dimostrare che è il suo. In certi casi può essere sintomo di stress, quindi fai attenzione se noti un cambiamento importante nel suo comportamento abituale.

Inoltre ti ricordiamo l'efficacia della tecnica del rinforzo positivo, che consiste nel dare una ricompensa al gatto quando ha fatto qualcosa di buono. Mai usare punizioni con i gatti, né con qualsiasi altro animale, dopo che hanno fatto qualcosa che non va.

Rispetta gli spazi del tuo gatto e lascialo molto libero di fare ciò che vuole quando vuole, senza che combini disastri o che creda di essere il padrone di casa. In questo modo riuscirai a conquistare un gatto diffidente.

Come conquistare un gatto diffidente - Come fare in modo che un gatto non sia diffidente?

Se desideri leggere altri articoli simili a Come conquistare un gatto diffidente, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Problemi comportamentali.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Come conquistare un gatto diffidente
1 di 4
Come conquistare un gatto diffidente

Torna su