Condividi

Come tranquillizzare un gatto spaventato o traumatizzato

 
Di Eduarda Piamore. 11 luglio 2019
Come tranquillizzare un gatto spaventato o traumatizzato

Vedi schede di Gatti

Come le persone, anche i gatti possono mostrare paura per vari motivi. Questa emozione è un grande alleato per poter sopravvivere, visto che permette loro di rimanere all'erta e di scappare da possibili predatori o altre minacce. È normale che il gatto abbia degli scatti o abbia paura quando sente rumori forti o stimoli sconosciuti nel suo ambiente, perché i suoi sensi sono molto acuti. Tuttavia la paura può apparire come un sintomo negativo del suo stato di salute fisica o mentale.

In questo articolo di AnimalPedia, facciamo un riassunto delle principali paure che soffre un felino. Inoltre vi daremo consigli utili per sapere come avvicinarvi ad un gatto che sente paura, in modo da aiutarlo. Vi spiegheremo anche come avvicinarvi ad un gatto timido senza provocargli sentimenti negativi.

Potrebbe interessarti anche: Cane traumatizzato: cosa fare?

Perché il gatto è spaventato?

Come abbiamo già detto, un gatto può provare sentimenti di paura quando viene sorpreso da qualche stimolo sconosciuto o aggressivo. Fa parte del suo meccanismo di sopravvivenza. Se il vostro gatto ad esempio sente un rumore molto forte è probabile che corra a nascondersi in un posto buio e di difficile accesso, dove trova rifugio per sentirsi sicuro. Se il vostro gatto però si spaventa con molta facilità è il caso di portarlo ad una clinica veterinaria per una visita specializzata, in modo da poter scartare problemi di salute.

I gatti che hanno un passato di abusi fisici o emotivi, che sono stati abbandonati o che sono nati per strada, sono specialmente vulnerabili ai disturbi psichici. Se avete adottato da poco un gatto cucciolo o adulto, dovrete stare molto attenti al suo comportamento per rendervi conto se mostra sintomi di paura, insicurezza o aggressività volta all'autodifesa. È importante anche rispettare il periodo di adattamento che il gatto necessita quando arriva in un ambiente nuovo con stimoli sconosciuti. Sarà importante avvalersi dei consigli di un esperto in etologia o comportamento animale per stabilire comportamenti specifici che aiutino il felino a ritrovare la fiducia e a esprimersi con sicurezza.

Se il vostro gatto si mostra molto pauroso o timido, può anche essere il sintomo di una cattiva socializzazione o di qualche trauma dovuto ad esperienze negative pregresse. Inoltre è importante poter escludere patologie che alterino la sua capacità sensoriale o che provocano dolore intenso nel gatto.

In tutti i casi descritti è indispensabile consultare il vostro veterinario per capire quale sia la causa di queste paure. Nella clinica il veterinario potrà fare una diagnosi e suggerire i possibili trattamenti.

Come tranquillizzare un gatto spaventato o traumatizzato - Perché il gatto è spaventato?

Tranquillizzare e avvicinarsi a un gatto spaventato

Esistono diverse cause che possono spaventare un felino. Un gatto può avere paura in una casa nuova, tanto che sembra aver timore di tutto, oppure che si nasconda e non voglia uscire. Se è il vostro caso, se notate che il gatto ha paura di voi o di altri stimoli della casa, seguite questi consigli:

  1. Mantenete la calma e comportatevi normalmente. Può sembrare un consiglio banale, ma è uno degli aspetti fondamentali per potervi avvicinare con facilità ad un gatto spaventato. Gli animali sono molto sensibili e percepiscono subito i nostri cambi di umore. Se vi avvicinate ad un gatto spaventato con un umore alterato (che sia paura o ansia), peggiorerà in lui lo stato di stress, ed è probabile che il gatto tenti di scappare o di difendersi. Cercate di mantenere un linguaggio del corpo rilassato, non fissarlo e non compiere movimenti bruschi. Potete avvicinarvi da una posizione laterale.
  2. Parlare in piano ed in maniera rilassata. Come detto, i gatti hanno un udito molto spiccato. Se vi avvicinate ad un gatto spaventato o timido, parlando forte o urlando, questo stimolo verrà percepito dal gatto come aggressivo e disturberà la tranquillità dell'animale. L'ideale è parlare dolcemente, in toni acuti e trasmettendogli fiducia.
  3. Camminate e muovetevi lentamente. Per avvicinarvi al gatto dovrete camminare lentamente e con un incidere calmo. Va però rispettata una distanza prudenziale, soprattutto se si tratta di un gatto sconosciuto. Se vi muovete rapidamente o correte per raggiungerlo, il gatto lo prenderà come una minaccia o una persecuzione. Fate caso sempre al suo linguaggio del corpo e se vedete che tende a scappare, mantenete una certa distanza.
  4. Incoraggiatelo ad avvicinarsi. L'ideale sarebbe che sia il gatto ad avanzare verso di voi. Saltare addosso ad un gatto spaventato o cercare di prenderlo con la forza non sono comportamenti consigliabili, visto che contribuiscono a creare spavento e favoriscono i comportamenti di autodifesa. Inoltre è probabile che comunque il gatto riesca a scapparvi, vista la sua grande agilità. Stimolatelo ad uscire dal suo nascondiglio offrendogli il suo cibo preferito o giochi.

Consigli per attirare un gatto spaventato

La maniera per attirare qualsiasi felino è stimolare la loro curiosità in un ambiente che non abbia stimoli per lui negativi o aggressivi, come i rumori forti ad esempio. Dovrete quindi incentivarlo a scoprire forme e oggetti sconosciuti in un ambiente tranquillo e accogliente. I gatti amano essere stimolati mentalmente, visto che sono animali molto intelligenti. La sua intelligenza sarà la nostra migliore alleata per poter dare fiducia ad un gatto spaventato.

Se avete appena adottato un gatto dovete tenere conto che avrà bisogno di un certo tempo per potersi adattare al nuovo ambiente. È probabile che passi molto tempo nascosto o che si mostri timido e spaventato per qualche settimana, cosa che può essere un po' preoccupante. Se pensate a qualche tecnica per poterlo stanare dal suo nascondiglio, è meglio che lasciate perdere. Non dovete mai cercare di prendere il gatto con la forza, perché aumenta i suoi livelli di stress. L'ideale è attrarlo a voi con un oggetto che risvegli la sua curiosità, come un gioco, un premio in cibo, o un semplice sacchetto di carta.

Una buona idea è quella di regalargli o costruire una bacchetta con piume colorate alla sua estremità, che è uno dei giochi che più piacciono ai gatti. Per attirare il gatto dovrete agitare la vostra bacchettina per simulare il volo di un uccello, mantenendola ad una distanza di sicurezza in modo che si avvicini sicuro. Incominciate ad agitare la bacchetta piano piano per non spaventare il gatto, per poi progressivamente aumentare il ritmo del gioco, così come la complessità degli stimoli mentali che gli offrite.

Ad ogni dimostrazione di fiducia e coraggio del gatto premiatelo con un rinforzo positivo, per stimolare il suo apprendimento e conquistare il suo affetto. Non dovete per forza offrire del cibo, potete utilizzare la voce, le carezze ed un atteggiamento positivo nei suoi confronti.

Non è per niente facile avvicinarsi ad un gatto in stato di stress o spaventato, come nel caso di un soccorso. È chiaro che per strada è molto difficile poter isolare gli stimoli negativi o i rumori forti. In questi casi è più efficace cercare di catturare l'attenzione del gatto offrendogli cibo piuttosto che cercando di farlo giocare. Come anche le persone, i gatti possono essere dei golosoni e faticano a resistere alla tentazione del cibo. Considerate che il gatto può avere sofferto delle violenze, quindi è normale che eviti di giocare o abbia paura degli esseri umani.

Va sottolineato che con la giusta socializzazione e l'affetto del suo tutor un gatto adottato con traumi, può adattarsi al suo nuovo ambiente e avere una vita felice.

Come tranquillizzare un gatto spaventato o traumatizzato - Consigli per attirare un gatto spaventato

Se desideri leggere altri articoli simili a Come tranquillizzare un gatto spaventato o traumatizzato, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Problemi comportamentali.

Scrivi un commento su Come tranquillizzare un gatto spaventato o traumatizzato

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Come tranquillizzare un gatto spaventato o traumatizzato
1 di 3
Come tranquillizzare un gatto spaventato o traumatizzato

Torna su