Problemi comportamentali

Come calmare un cane agitato

 
Eduarda Piamore
Di Eduarda Piamore, Specializzata in psicologia, educazione e addestramento canino e felino. 25 luglio 2022
Come calmare un cane agitato
Cani

Vedi schede di Cani

Ogni giorno siamo abituati a vedere i nostri compagni pelosi pieni di energia per giocare, passeggiare e fare altre attività, ma anche a godere dei loro momenti di riposo e relax. Tuttavia, possiamo preoccuparci se riconosciamo segni di ansia o iperattività nei nostri compagni. In questo contesto, sorgono domande comuni come: "Perché il mio cane è agitato" o "Cosa posso tranquillizzare il mio cane?

Se vi trovate in una situazione simile, vi invitiamo a continuare a leggere questo articolo di AnimalPedia, perché qui vi spiegheremo le cause principali di questi problemi e vi daremo alcuni consigli su come calmare un cane agitato. Continuare a leggere!

Potrebbe interessarti anche: Come calmare un gatto aggressivo

Sommario

  1. Cane agitato: cause
  2. Come calmare un cane agitato - 5 metodi
  3. Cane agitato di notte: cause e cosa fare

Cane agitato: cause

Perché il cane si agita all'improvviso? Purtroppo non possiamo dare una risposta specifica a questa domanda, poiché il comportamento di un cane può essere influenzato da una serie di fattori ambientali e da fattori intrinseci all'organismo del cane stesso. Se il vostro cane è agitato e irrequieto, dovrete prestare attenzione al suo comportamento, al suo stile di vita e all'ambiente circostante per cercare di identificare la causa di questo problema.

Per aiutarvi in questo processo, ecco un riepilogo delle cause più comuni per cui un cane è agitato di notte, di giorno o all'improvviso. Inoltre, ricordate che rivolgersi a un veterinario è sempre la soluzione migliore quando il vostro migliore amico mostra sintomi di dolore o malattia.

Dolore

Il dolore può indurre i cani a mettere in atto una serie di comportamenti insoliti o addirittura a modificare in modo significativo il loro carattere. Alcuni dei sintomi più evidenti del dolore nei cani sono la riduzione dell'energia e dell'interesse per le attività quotidiane (gioco, passeggiate, ecc.) e la tendenza a nascondersi o ad allontanarsi per evitare di essere toccati, in quanto ciò aumenta il loro disagio. Se notate che il vostro cane manifesta questi comportamenti, non esitate a portarlo immediatamente dal veterinario per prestargli le cure necessarie.

Il dolore nei cani può verificarsi in seguito a un trauma (una caduta, un colpo o un incidente), ma è anche un sintomo comune di malattie croniche o degenerative, come la displasia dell'anca e del gomito. Inoltre, l'invecchiamento rende i nostri migliori amici più vulnerabili al dolore, spesso associato a patologie comuni nei cani anziani, come l'osteoartrite e l'artrosi.

Nell'ultima fase della loro vita, i nostri amici a quattro zampe perdono anche le loro capacità sensoriali e diventano più suscettibili a condizioni neurodegenerative, come la sindrome da disfunzione cognitiva, meglio nota come Alzheimer o demenza senile nel cane, i cui sintomi principali si manifestano attraverso cambiamenti nel comportamento abituale del cane. In questi casi, i cani possono comportarsi in modo strano, diventare più irrequieti o nervosi, o addirittura reagire in modo esagerato o negativo agli stimoli del loro ambiente.

Se vivete con un cane anziano, vi consigliamo di dare un'occhiata al nostro articolo su come prendersi cura di un cane anziano, dove troverete i migliori consigli per alleviare il dolore, rafforzare il sistema immunitario e prevenire i problemi comportamentali. Per tutti questi motivi, il dolore è spesso la causa più comune per cui un cane si agita all'improvviso e piange, sia che si tratti di un cane adulto che di un cane anziano.

Disturbi neurologici

Oltre alle malattie che causano dolore, esistono alcuni disturbi neurologici che possono provocare cambiamenti comportamentali nel vostro cane. Ad esempio, la sindrome vestibolare nel cane ha un impatto diretto sull'orientamento spaziale e sull'equilibrio del cane, facendolo apparire disorientato, con vertigini e comportamenti insoliti come girare in tondo o camminare con la testa inclinata da un lato.

Esistono anche alcuni problemi congeniti, come le malformazioni e l'idrocefalo nei cani, che possono rendere il cane irrequieto e agitato in casa. Anche in questi casi, la cosa migliore da fare è rivolgersi al più presto a un veterinario per valutare eventuali disturbi neurologici e mettere in atto il miglio trattamento in base alle esigenze del cane.

Parassiti

Se notate che il vostro cane è agitato, irrequieto, si gratta molto o piange, dovreste anche considerare la possibilità di parassiti interni o esterni (pulci, zecche o acari). Questi ultimi sono di solito più facili da identificare, poiché i loro morsi spesso lasciano tracce sulla pelle del cane o causano arrossamenti e altri segni di infiammazione cutanea. Proprio questi morsi spesso causano prurito o fastidio nel cane, facendolo grattare continuamente e agitare più del solito. Per confermare o escludere la presenza di parassiti esterni nel vostro cane, vi consigliamo di controllare tutto il corpo, senza dimenticare le zone più "nascoste", come l'interno delle orecchie, la parte inferiore delle zampe e la zona tra le dita.

D'altra parte, i parassiti intestinali possono avanzare silenziosamente nel corpo del cane e causare sintomi evidenti solo negli stadi più avanzati. In questo caso, è necessario prestare attenzione ai seguenti sintomi:

  • Alterazioni delle feci, come diarrea, cambiamenti di colore o presenza di corpi estranei, sangue o macchie bianche nelle feci.
  • Vomito.
  • Perdita di appetito.
  • Perdita di peso (può verificarsi anche quando il cane mangia una buona quantità di cibo)
  • Gonfiore addominale, che può essere accompagnato da dolore (il cane avrà la pancia gonfia e potrebbe mostrare segni di dolore quando toccate la sua regione addominale).
  • Pallore delle mucose associato ad anemia (spesso si verifica nelle infestazioni più avanzate).

Soprattutto i cuccioli non ancora sverminati soffrono spesso di infestazioni di parassiti intestinali. Oltre al gonfiore addominale, è abbastanza comune osservare che il cucciolo è molto irrequieto a causa del disagio. Una visita dal veterinario è quindi essenziale.

Che si tratti di parassiti interni o esterni, la strategia migliore è sempre la prevenzione. Per evitare che la salute e il benessere del cucciolo siano compromessi, sverminatelo con i prodotti più adatti alla sua età e alle sue caratteristiche e con la giusta frequenza.

Stress e/o ansia

Se il cane è agitato o ansima molto e si è esclusa la possibilità di una patologia, di un disturbo neurologico o di un'infestazione da parassiti, è necessario analizzare la sua routine e il suo stile di vita. Non è un caso che questi comportamenti iperattivi o nervosi si manifestino più spesso nei cani sedentari o che vivono in piccoli appartamenti senza un ambiente arricchito.

Uno stile di vita sedentario e la mancanza di stimoli fisici e mentali sono alcune delle cause più comuni di stress e ansia nei cani. Un cane stressato o ansioso tenderà a mettere in atto una serie di comportamenti indesiderati o pericolosi per scaricare la tensione che si accumula nel suo corpo a causa della mancanza di una corretta routine di esercizio, gioco e attività che gli permettano di spendere la sua energia e di esprimersi in modo positivo. In questa situazione, chi si prende cura del cane si preoccupa quando vede che il proprio animale si comporta in modo alterato e può diventare molto nervoso, correre in cerchio per la casa o addirittura assumere comportamenti distruttivi, rompendo mobili e altri oggetti domestici. Se notate che il vostro cane è irrequieto, ansima molto o si lecca, è molto probabile che sia stressato per uno dei motivi di cui sopra, a patto che, insistiamo, siano stati esclusi eventuali problemi di salute.

Ma gli effetti negativi dello stress nei cani possono essere ancora più gravi, soprattutto quando l'esposizione ai fattori di stress diventa continua o permanente. Si tratta di un caso di stress cronico che spesso compromette seriamente la salute fisica e mentale del cane e può portare a problemi comportamentali molto complessi, come l'aggressività o addirittura lo sviluppo di stereotipie. Queste consistono in movimenti o azioni eseguiti ripetutamente senza uno scopo specifico, come muoversi in cerchio (sul proprio asse), mordersi la coda, abbaiare incessantemente o leccarsi eccessivamente.

Come calmare un cane agitato - 5 metodi

La prima cosa da fare se si nota che il cane è agitato e non smette di muoversi è identificare la causa. Se questo comportamento è dovuto a un problema di salute o a parassiti, è necessario seguire le istruzioni del veterinario. Tuttavia, se si tratta di stress o ansia, sia che si tratti di un cucciolo, di un cane adulto o di un cane anziano, prestate attenzione ai seguenti fattori e ai nostri consigli.

  • Socializzazione: è un processo essenziale nell'educazione di tutti i cani, che consente loro di imparare a convivere positivamente con gli altri individui e con gli stimoli del loro ambiente. Se volete avere un migliore amico obbediente, calmo e sicuro di sé, dovete iniziare a farlo socializzare quando è ancora un cucciolo. Allo stesso modo, se non avete avuto questa opportunità e/o avete adottato un cane adulto, in quest'articolo di AnimalPedia troverete alcuni consigli su come socializzare un cane adulto.
  • Attività fisica quotidiana: in generale, si raccomanda che un cane faccia almeno 2 o 3 passeggiate da 20 a 40 minuti al giorno. Tuttavia, alcuni cani sono più energici e possono aver bisogno di un livello di attività fisica più elevato. In questo caso, una buona idea è rendere in considerazione di fargli praticare qualche sport per cani, come l'agility.
  • Arricchimento ambientale: anche se il cane fa passeggiate quotidiane, è importante che possa intrattenersi ed esercitare il suo corpo e la sua intelligenza in casa, soprattutto quando è solo. Se il vostro cane vive in un ambiente arricchito da giochi, giocattoli e altri stimoli sensoriali, è probabile che il suo comportamento sia più stabile e molto meno soggetto a stress e altri problemi comportamentali - date un'occhiata ai nostri consigli sull'arricchimento ambientale per cani!
  • Allenamento: è l'esercizio più completo che si possa presentare al proprio migliore amico! Quando addestrate il vostro cane, gli permettete di consumare energia e di lavorare sulla sua intelligenza, oltre a incoraggiare un comportamento equilibrato e sicuro per il cane stesso e per gli altri individui con cui vive, in modo permanente o occasionale. Qui, su AnimalPedia, vi raccontiamo tutto quello che c'è da sapere per addestrare correttamente un cane.
  • Cercare un aiuto professionale: se avete messo in pratica queste linee guida fondamentali e il vostro cane è ancora agitato, non esitate a chiedere l'aiuto di un educatore cinofilo. D'altra parte, se si notano segni di aggressività o stereotipie nel vostro migliore amico, è meglio consultare un veterinario esperto in etologia canina.

Cane agitato di notte: cause e cosa fare

Cosa fare invece se il cane è agitato di notte? Come noi, anche i cani possono soffrire di insonnia e disturbi del sonno. In tutte le specie, il sonno svolge funzioni vitali, consentendo all'intero organismo, compreso il cervello, di riprendersi dall'usura e dallo stress della vita quotidiana. Ma non si tratta solo di dormire un certo numero di ore, ma anche di dormire bene, cioè la qualità del sonno è importante quanto il numero di ore dormite.

Pertanto, una delle ragioni per cui il cane è agitato di sera, oltre a quelle già citate nelle sezioni precedenti, è la mancanza di riposo. Allo stesso modo, se un cane appena adottato è irrequieto e non dorme, è del tutto normale a causa del cambiamento. Questo può accadere anche dopo un trasloco.

Mancanza di riposo

La scarsa qualità del sonno ha un impatto significativo sulla salute fisica e mentale e può portare a sbalzi d'umore, stanchezza, debolezza e nervosismo o irritabilità, oltre a indebolire il sistema immunitario, aumentando il rischio di sviluppare numerosi problemi di salute come diabete, infezioni, malattie cardiovascolari, depressione e ansia. Anche in questo caso, ciò vale sia per noi umani che per i nostri cani e gli altri animali.

Se il vostro cane non dorme bene di notte, noterete subito le ripercussioni sul suo comportamento e sul suo stato di salute. In questo contesto, possono comparire o intensificarsi sintomi di stress, ansia e problemi comportamentali, come la distruttività o addirittura l'aggressività. Ora, la domanda chiave è: "Cosa fare per aiutare il cane a dormire meglio?".

Per cominciare, è importante prestare attenzione all'ambiente in cui vive: il cane vive in un ambiente che favorisca un buon riposo e un sonno ristoratore? A questo proposito, è necessario valutare i fattori interni ed esterni alla casa per capire perché il cane è agitato di notte, come ad esempio:

  • Il cane dispone di una sistemazione comoda per dormire? Un letto, un cuscino, una coperta che possano garantire il comfort necessario?
  • La sua zona notte è ben igienizzata con i prodotti giusti? Ricordate che i prodotti irritanti o con odori molto forti possono danneggiare le mucose del cane e causare allergie, dermatiti e altre patologie.
  • La zona notte del cane è troppo calda o troppo fredda? Non lasciate che il cane dorma all'aperto ed evitate di esporre la sua area di riposo alla luce diretta del sole, al vento, alla neve e ad altre condizioni atmosferiche avverse.
  • Ci sono troppi stimoli nell'ambiente in cui il cane dorme? Rumori e odori forti, così come un'eccessiva luminosità, compromettono la qualità del sonno del cane.

Trasloco

D'altra parte, se vi siete trasferiti da poco, può essere che il vostro cane debba ancora abituarsi alla sua nuova casa e al suo spazio di riposo, motivo per cui si agita di notte. Ricordate che l'adattamento è un processo e ogni cane impiega il proprio tempo per giungere al termine di tale processo con successo. Per aiutarvi, abbiamo selezionato alcuni consigli per aiutare un cane ad ambientarsi in una nuova casa. Allo stesso modo, un cane appena adottato dovrà confrontarsi con numerosi cambiamenti in un tempo molto breve, indipendentemente dal fatto che sia un cucciolo o un adulto, quindi se è agitato di notte può essere dovuto a questo.

Infine, sottolineiamo ancora una volta l'importanza di verificare che il cane sia in buona salute, privo di dolori, parassiti e qualsiasi altra malattia che possa influenzare la sua salute, il suo comportamento e la qualità del sonno. L'ideale è fare almeno una visita preventiva dal veterinario ogni anno ed effettuare gli esami necessari per controllare lo stato di salute del cane, oltre a tenere sempre aggiornato il programma di vaccinazione e sverminazione.

Infine, vi invitiamo a scoprire 3 tecniche di rilassamento per calmare il vostro cane e, se volete aiutarlo ad addormentarsi facilmente, date un'occhiata al seguente articolo: "Come far dormire un cane".

Se desideri leggere altri articoli simili a Come calmare un cane agitato, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Problemi comportamentali.

Bibliografia
  • Beerda, B., Schilder, M. B., van Hooff, J. A., & de Vries, H. W. (1997). Manifestations of chronic and acute stress in dogs. Applied Animal Behaviour Science, 52(3-4), 307-319.
  • Centers for Disease Control and Prevention (Pagina web): Sleep and sleep disorders. Disponibile: https://www.cdc.gov/sleep/index.html
  • Kis, A., Szakadát, S., Gácsi, M., Kovács, E., Simor, P., Török, C., ... & Topál, J. (2017). The interrelated effect of sleep and learning in dogs (Canis familiaris); an EEG and behavioural study. Scientific reports, 7(1), 1-6.
  • Mason, G. J. (1991). Informe crítico sobre las estereotipias. Animal Behaviour, 41, 1057-1037.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
Come calmare un cane agitato