Condividi

Encefalite nel cane: sintomi e cure

 
Di María Besteiros. 3 giugno 2019
Encefalite nel cane: sintomi e cure

Vedi schede di Cani

In questo articolo di AnimalPedia ci occuperemo di una patologia che fortunatamente non è molto comune nei cani. Si tratta dell'encefalite, che è un'infiammazione o infezione del cervello che, anche se il cane si salva, può lasciare strascichi. Vedremo come esistono diversi tipi di encefaliti a seconda della causa che l'ha originata. Ci occuperemo anche dei sintomi che caratterizzano l'encefalite nei cani, e del trattamento che dovrà essere prescritto dal veterinario.

Potrebbe interessarti anche: Cane barcolla e cade: cause e diagnosi

Encefalite nel cane: cause e sintomi

L'encefalite canina non è altro che un'infiammazione o un'infezione del cervello o encefalo. I segnali clinici tipici dell'encefalite includono:

  • febbre
  • apatia
  • cambi nel comportamento o nella personalità
  • mancanza di coordinazione nei movimenti
  • convulsioni
  • svenimento e coma

Ovviamente se osserviamo uno qualsiasi di questi sintomi nel nostro cane dovremo immediatamente rivolgerci al veterinario.

La causa più comune dell'encefalite è il cimurro canino, una malattia virale potenzialmente mortale che, fortunatamente, sta diminuendo la sua incidenza grazie alle vaccinazioni. La rabbia, ormai debellata in molti paesi grazie ai vaccini, è un'altra causa dell'encefalite, così come l'Herpes Virus, capace di provocare l'encefalite in cani appena nati, con meno di due settimane di vita.

Un'altra causa, ancora meno frequente dell'encefalite sono le infezioni micotiche, cioè provocate dai funghi come le ehrlichiosi, la protozoaria o la rickettsia. Queste infezioni oltre al cervello possono attaccare il midollo spinale. Esiste anche un'encefalite indotta dall'ingestione di piombo, contenuto in materiali come la tintura o il gesso. L'ingestione di questi materiale è più frequente nei cuccioli. In questi casi si osservano anche sintomi come vomito diarrea e stitichezza.

Encefalite nel cane: sintomi e cure - Encefalite nel cane: cause e sintomi

Encefalite batterica nei cani

Questo tipo di encefalite nei cani si scatena a causa di batteri che arrivano sino al cervello attraverso il sistema circolatorio, anche se è possibile che si propaghino direttamente attraverso il condotto nasale o tramite qualche ascesso infetto nella zona del collo o della testa.

Encefalite post-vaccino nei cani

Questo tipo di encefalite nei cani si produce dopo l'uso di vaccini modificati o virus modificati. È più probabile che si scateni quando vengono somministrate allo stesso tempo la vaccinazione per il cimurro e quella contro il Parvovirus in cuccioli con meno di 6-8 settimane.

Meningite ed encefalite nei cani

Si intende per meningite l'infiammazione delle membrane che ricoprono il cervello ed il midollo spinale. La sua origine è di solito un morso infetto localizzato nella zona del collo o della testa. Anche infezioni batteriche provenienti dal naso o dalle orecchie possono evolversi in meningite. C'è un tipo di meningite, detta asettica o virale, che ha origine sconosciuta e che colpisce cuccioli minori di due anni di razze di grossa taglia.

Encefalite necrotizzante nei cani

Questo tipo di encefalite è tipica di cani di piccola taglia come il Pug o lo Yorkshire. È ereditaria e colpisce esemplari giovani, con meno di quattro anni. Può attaccare tutto il cervello o solo alcune zone precise. Ne esiste una variante, rara, che è circoscritta ai nervi ottici e che causa cecità improvvisa. Purtroppo questa patologia è degenerativa e non ha un trattamento, si possono solo prescrivere farmaci che ne rallentino l'evoluzione.

Encefalite nei cani: cure

Alla diagnosi di encefalite o meningite nei cani si arriva dopo prendere le analisi di un campione di liquido cefalorachidiano (o cefalo-spinale). Inoltre il veterinario dovrà fare delle analisi per scoprire la causa scatenante. In base ai risultati deciderà il trattamento, che sarà orientato ad eliminare il problema che ha provocato l'encefalite.

Per questo verranno usati farmaci corticosteroidi al fine di ridurre l'infiammazione cerebrale. Se il cane ha le convulsioni sarà necessario anche dargli un anticonvulsivo. Si possono anche utilizzare antibiotici nell'encefalite batterica.

Strascichi e conseguenza dell'encefalite nei cani

Il problema ulteriore dell'encefalite nei cani è che, anche se si riesce a salvarli e farli guarire, rimarranno comunque sintomi neurologici come ad esempio le convulsioni. Tali strascichi sono molto variabili e dipendono da quale è stata la zona colpita. Si possono osservare ad esempio zoppie, tic o un incedere scoordinato.

Encefalite nel cane: sintomi e cure - Encefalite nei cani: cure

Encefalite nei cani: è contagiosa?

L'encefalite, essendo un'infiammazione del cervello, non è contagiosa, però, se viene trasmessa come sintomo di un'altra malattia, come nel caso del cimurro, allora si che può essere trasmessa. A seconda della patologia scatenante dovremo prendere le misure adeguate. La cosa migliore è recarsi immediatamente dal veterinario per una diagnosi accurata.

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Encefalite nel cane: sintomi e cure, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie dell'apparato riproduttore.

Scrivi un commento su Encefalite nel cane: sintomi e cure

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Encefalite nel cane: sintomi e cure
1 di 3
Encefalite nel cane: sintomi e cure

Torna su