menu
Condividi

Ernia nel gatto: Sintomi e trattamento

 
Di Laura García Ortiz, Veterinaria in medicina felina. 10 agosto 2021
Ernia nel gatto: Sintomi e trattamento

Vedi schede di Gatti

Un'ernia è la fuoriuscita di una parte di un organo dalla struttura anatomica che dovrebbe contenerlo. Le ernie nei gatti possono avere luogo in diverse parti del corpo. Così possiamo trovarci di fronte a ernie ombelicali di cuccioli appena nati, oppure ernie discali o perineali, più caratteristiche dei gatti anziani, passando per le ernie diaframmatiche e inguinali.

Il trattamento dell'ernia è un intervento chirurgico, bisognerà infatti richiudere il buco che permette la fuoriuscita dell'organo in modo da ristabilire l'anatomia e la corretta funzionalità del corpo del gatto. I casi di ernia con strozzamento, dove il flusso sanguigno viene interrotto, necessitano di intervento immediato.

Continuate a leggere il nostro articolo di AnimalPedia sull'ernia nel gatto, con la descrizione dei vari tipi, i sintomi e il trattamento di ciascuna.

Cos'è un ernia

Un'ernia è la fuoriuscita parziale o totale di un tessuto o un organo dalla cavità che lo contiene, ed è un processo che può avvenire in diverse localizzazioni del corpo del gatto. Molte ernie sono inoffensive, ma possono causare parecchio disagio al gatto, in altri casi possono avere conseguenze gravi.

Le ernie si formano quando la struttura muscolare che supporta il tessuto è debole, fatto che permette lo spostamento e l'uscita dalla cavità che lo contiene. Le più frequenti sono le ernie che colpiscono la parete addominale e si producono a causa di uno strappo, una rottura o una debolezza del peritoneo, che è la membrana che permette agli organi contenuti nell'addome di rimanere nella loro posizione anatomica naturale.

In altri casi le ernie colpiscono la zona dorsale del gatto, nella zona dove comunicano la cavità toracica e l'addome, vicino alla colonna vertebrale o ai genitali. Inoltre possono essere congenite e presentarsi quindi dalla nascita oppure svilupparsi durante la vita del felino. In molti casi possono essere anche la conseguenza di un incidente o trauma subito.

Ernia nel gatto: Sintomi e trattamento - Cos'è un ernia

Tipi di ernia nel gatto

Come si è detto i gatti possono sviluppare un'ernia in varie parti del loro corpo, e quindo anche di diversa gravità e con sintomi clinici differenti.

Ernia diaframmatica

Come suggerisce il nome, questa ernia colpisce il diaframma, un muscolo che separa la cavità toracica dall'addome ed è fondamentale per la respirazione perché permette la contrazione e l'espansione della gabbia toracica. Quando vi è un'ernia nel diaframma, gli organi contenuti nell'addome possono scivolare nella cavità toracica, esercitando pressione sui polmoni e quindi rendendo difficile la respirazione.

Tra le cause di questo tipo di ernia, la principale sono i traumi, specialmente quando il cane viene investito, anche se si può anche presentarsi in maniera congenita. I sintomi principali sono la dispnea o la respirazione accelerata ed una postura ortopneica (cioè che facilita la respirazione), con estremità separate e la testa ed il collo estesi nello sforzo di respirare. Se la causa è stata un incidente stradale, si possono rompere anche le costole, che potrebbero perforare i polmoni o creare un ematoma.

Ernia inguinale

L'ernia inguinale si presenta in maniera ereditaria, quando gli anelli inguinali della cavità addominale non si sono chiusi totalmente. Tuttavia anche incidenti, obesità, la gestazione o alterazioni nutrizionali o metaboliche, possono sfociare in un'ernia inguinale.

Essa consiste nella fuoriuscita dell'intestino, di grasso o di altri tessuti da una apertura sulla cavità addominale a causa d un difetto degli anelli inguinali da cui passa il cordone spermatico o il legamento rotondo dell'utero. I sintomi possono produrre gonfiore, dolore o fastidi nella zona dell'inguine, mancanza di appetito, letargia, minzione frequente e vomito.

Ernia discale

L'ernia discale si sviluppa per un problema ai dischi della colonna vertebrale, che sono poi gli ammortizzatori cartilaginei che si localizzano tra le vertebre e che contengono un nucleo gelatinoso all'interno di un anello più duro. Quando si produce una rottura del disco, il nucleo può essere spinto verso l'esterno e comprimere i nervi vicini o il midollo spinale. Ciò causa molto dolore e sintomi neurologici come la paralisi del terzo posteriore, incontinenza urinaria, atassia e mollezza della coda. Generalmente queste ernie si formano nella zona lombo-sacrale nei gatti in età avanzata.

Ernia perineale

Si forma a causa di una rottura o di una debolezza della parete muscolare pelvica, e fa sì che gli organi della zona addominale, cioè intestino, la prostata, la vescica o il grasso addominale, si spostino nella regione perineale. Se qualcuno di questi organi vi rimane bloccato dentro, la circolazione sanguigna viene compromessa e possono avvenire complicazioni che mettono in pericolo di vita il gatto.

I sintomi associati a questa ernia sono il gonfiore della zona perineale, la sonnolenza, l'anoressia, l'incontinenza urinaria o la difficoltà di minzione o a defecare. Questo tipo di ernia colpisce con maggior frequenza i gatti non castrati o che sono in età avanzata. La sterilizzazione è una buona forma di prevenzione di quest'ernia.

Ernia ombelicale

Si tratta di un'ernia congenita che colpisce il cordone ombelicale. I cuccioli di gatto mostrano un rigonfiamento nella zona dell'ombelico. E' un'ernia caratterizzata dalla mancanza di cicatrizzazione adeguata del cordone, che lascia una apertura che comunica con la cavità addominale e permette il passaggio di grasso, anse intestinali e altre viscere che possono strozzarsi. Il caso più comune comunque è il passaggio di grasso. Non è sicuro se questa ernia può anche essere provocata dal taglio del cordone da parte della madre dopo il parto.

Ernia da postumi di sterilizzazione

Anche dopo la sterilizzazione del gatto si può produrre un'ernia. Si tratta dell'ernia ventrale che avviene nella zona di incisione della sterilizzazione delle femmine. A seconda della sua grandezza quest'ernia può permettere la fuoriuscita del contenuto della cavità addominale.

Si presenta nella prima settimana di vita dopo l'operazione in circa l'1% dei gatti sterilizzati. E' dovuta ad un errore tecnico, come una sutura di dimensioni inappropriate, troppo piccola o troppo separata oppure ad una mancanza della fascia del muscolo retto esterno dell'addome nel chiudersi.

Ernia nel gatto: Sintomi e trattamento - Tipi di ernia nel gatto

Come identificare un ernia nel gatto

Quasi tutte le ernie vengono diagnosticate semplicemente all'osservazione. In alcuni casi si ricorre alla palpazione. Se ciò non è possibile vengono usate tecniche complementari, come la diagnosi per immagine, specialmente grazie all'ecografia. Ad esempio, nelle ernie diaframmatiche, che non possono essere notate con la semplice osservazione, si fanno questi esami:

  • Radiografia toracica: non si vede la linea diaframmatica né la silhouette del cuore. Si separano gli spazi polmonari e si vedono gli organi intestinali del torace.
  • Radiografia di contrasto gastrointestinale: conferma il tragitto degli organi erniati.
  • Ecografia addominale e toracica: confermano quali sono gli organi erniati e la gravità della situazione.
  • Tomografia computerizzata: è una tecnica avanzata che permette di conoscere con maggior chiarezza quali sono gli organi erniati, il punto della rottura nel diaframma e la gravità del problema.
Ernia nel gatto: Sintomi e trattamento - Come identificare un ernia nel gatto

Trattamento dell'ernia nel gatto

Il trattamento dipenderà dall'ernia in questione, dalla gravità e dalla salute in generale del gatto. Alcune, le meno gravi, si possono trattare con farmaci, fisioterapia e riabilitazione, ma di solito è necessario, in quasi tutti i casi, un intervento chirurgico per ricollocare gli organi che erano fuori posto e fissarli in modo da ristabilire l'anatomia corretta dell'animale.

Mentre alcune ernie diaframmatiche non sono urgenti perché la prima cosa da fare è stabilizzare il gatto ferito, nei casi di ernie inguinali strangolate o altri tipi di ernie in cui vi sia occlusione si deve procedere a chiuderle urgentemente, in modo da evitare il blocco del flusso sanguigno in un organo o organi colpiti.

Ernia nel gatto: Sintomi e trattamento - Trattamento dell'ernia nel gatto

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Ernia nel gatto: Sintomi e trattamento, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Altri problemi di salute.

Bibliografia
  • Fidalgo, L. E. (2003). Patología Médica Veterinaria: Libro de Texto para la Docencia de la Asignatura. Imprenta Kadmos.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Ernia nel gatto: Sintomi e trattamento
1 di 5
Ernia nel gatto: Sintomi e trattamento

Torna su