Condividi

La tartaruga è maschio o femmina?

La tartaruga è maschio o femmina?

Le tartarughe o cheloni sono rettili dell'ordine Testudines Linnaeus. Questi animali sono caratterizzati dal fatto di avere il corpo avvolto da un guscio, dal quale spuntano zampe, coda e testa. Come per molti altri rettili, gli organi genitali delle tartarughe non sono visibili a occhio nudo, quindi è difficile sapere se una tartaruga è maschio o femmina.

Molte persone hanno delle tartarughe a casa, ma va chiarito che non si tratta di un animale domestico e che possono avere alcuni bisogni che non possiamo soddisfare quando vivono con noi, oltre a problemi di salute derivanti da nostre cure sbagliate.

È legale avere alcune specie di tartaruga come animale domestico, ma molte di loro sono considerate specie aliene (specie vivente che, a causa dell'uomo si trovano ad abitare un territorio diverso da quello proprio di origine), per i danni che provocano negli ecosistemi autoctoni. Ciò si deve al possesso irresponsabile e il successivo abbandono da parte dell'uomo, nella maggior parte dei casi per le dimensioni che raggiungono questi animali, non prevedibili quando prese con una lunghezza di solo 5 cm.

In questo articolo di AnimalPedia spiegheremo come capire se la tartaruga è maschio o femmina.

Potrebbe interessarti anche: Prendere un cane maschio o femmina?

Come riconoscere una tartaruga maschio da una femmina

Determinare il sesso di una tartaruga è un compito delicato poiché i suoi organi sessuali non sono visibili. Nel caso della tartaruga essere maschio o femmina viene determinato geneticamente però, a seconda della temperatura in cui si sviluppano gli embrioni, ci sarà abbondanza di maschi o di femmine.

Per sapere cosa dobbiamo tenere conto quando cerchiamo di stabilire il sesso di una tartaruga dobbiamo sapere di più sulla specie cui appartiene. Ogni specie di tartaruga ha caratteristiche diverse per quel che riguarda il sesso. Per cui, prima di tutto, dobbiamo essere certi a che specie appartiene la tartaruga che stiamo osservando. Per riconoscere le varie specie di tartaruga dovremo basarci sul guscio, la coda, l'incavo dell'ano o il piastrone (la parte ventrale del guscio).

Dimensioni del corpo

Così come altri gruppi di rettili, come le lucertole e i serpenti, anche le tartarughe mostrano un ampio dismorfismo sessuale (differenza di aspetto tra i due sessi). Nella maggior parte dei casi le femmine hanno dimensioni maggiori, come ad esempio nella famiglia delle Emydidae, la tartaruga dalle orecchie gialle (Trachemys scripta scripta), come nella famiglia delle Geoemydidae la tartaruga palustre iberica (Mauremys leprosa) o infine tra le Trionychidae la tartaruga guscio molle cinese.

I maschi invece superano le dimensioni delle femmine in altre famiglie, come quelle appartenenti alle Testudinidae come la tartaruga mediterranea (Testudo hermanni) o alla famiglia delle Kinosternidae come Sternotherus carinatus, una tartaruga molto diffusa negli Stati Uniti, dove è popolare come animale da compagnia ancora più della tartaruga palustre americana (Trachemys scripta elegans).

Quando sono le femmine ad essere più grandi dei maschi, la differenza è di circa il 50-60%. Mentre le specie in cui sono i maschi ad avere maggiori dimensioni, queste si assestano in un massimo di 20-30% in più.

Concavità del piastrone

In alcune specie come la tartaruga della Florida (Gopherus polyphemus) e alle specie della famiglia delle testuggini, come la tartaruga moresca, detta anche testuggine greca (Testudo graeca), il grado di concavità del piastrone è una caratteristica importante per poter determinare il sesso. Il piastrone è la parte inferiore del guscio, nella zona ventrale, e la concavità che lo caratterizza si trova nella parte posteriore, più o meno tra le due zampe di dietro.

Nei maschi questa rientranza è più pronunciata che nelle femmine, ma la differenza non è superiore ad un millimetro in molti casi, per cui solo un osservatore esperto può cogliere la differenza.

La tartaruga è maschio o femmina? - Concavità del piastrone

Dimensioni e forma del guscio

Molte tartarughe europee si differenziano tra maschio e femmina per le caratteristiche del guscio o corazza. Infatti la corazza dei maschi è di solito più largo e ha una forma triangolare, che gli permette più equilibrio e stabilità nel momento di copulare. Inoltre il piastrone ha delle protuberanze che sono più evidenti nei maschi rispetto alle femmine, dando così maggior movimento alla coda.

Se volete sapere di più invece sulle tartarughe d'acqua dolce non perdetevi il nostro articolo di AnimalPedia.

Dimensioni della coda

Nella maggior parte delle specie di tartaruga, la coda è più lunga nei maschi che nelle femmine, ed è anche più larga alla base, visto che all'interno contiene il pene. D'altro canto, la cloaca ( l'apertura che serve ad espellere sia urina che feci) è più vicina alla punta della coda nei maschi e più verso la base nelle femmine.

Incavo dell'ano

L'incavo dell'ano è la distanza che c'è, guardando il piastrone, quindi la pancia, tra la fine di questo e la terminazione della corazza. Nei maschi questa rientranza è più pronunciata che nelle femmine in molte specie di tartarughe terrestri, visto che devono avere maggior libertà di movimento affinché la coda, e quindi, il pene, possano raggiungere l'organo sessuale femminile.

Forse volete sapere di più sulle varie specie esistenti di tartarughe di terra.

Analisi PCR

La maniera più efficace per determinare il sesso di una tartaruga è attraverso l'analisi del DNA. Un veterinario prenderà un campione di sangue dell'animale, lo esaminerà in laboratorio ed in pochi giorni potrà avere dei dati conclusivi e sicuri circa il sesso della tartaruga.

La tartaruga è maschio o femmina? - Analisi PCR

Se desideri leggere altri articoli simili a La tartaruga è maschio o femmina?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Bibliografia
  • Berry, J. F., & Shine, R. (1980). Sexual size dimorphism and sexual selection in turtles (Order Testudines). Oecologia, 44(2), 185-191.
  • Bonnet, X., Lagarde, F., Henen, B. T., Corbin, J., Nagy, K. A., Naulleau, G., & Cambag, R. (2001). Sexual dimorphism in steppe tortoises (Testudo horsfieldii): influence of the environment and sexual selection on body shape and mobility. Biological Journal of the Linnean Society, 72(3), 357-372.
  • Cox, R. M., Butler, M. A., & John-Alder, H. B. (2007). The evolution of sexual size dimorphism in reptiles. Sex, size and gender roles: evolutionary studies of sexual size dimorphism, 38-49.
  • Lawson, D. P. (2001). Morphometrics and sexual dimorphism of the hinge‐back tortoises Kinixys erosa and Kinixys homeana (Reptilia: Testudinidae) in southwestern Cameroon. African Journal of Herpetology, 50(1), 1-7.
  • McRae, W. A., Landers, J. L., & Cleveland, G. D. (1981). Sexual dimorphism in the gopher tortoise (Gopherus polyphemus). Herpetologica, 46-52.
  • Willemsen, R. E., & Hailey, A. (2003). Sexual dimorphism of body size and shell shape in European tortoises. Journal of Zoology, 260(4), 353-365.

Scrivi un commento su La tartaruga è maschio o femmina?

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
Sua valutazione:
Letizia
Allora la mia è una femmina.. grazie!

La tartaruga è maschio o femmina?
1 di 3
La tartaruga è maschio o femmina?

Torna su