menu
Condividi

Malattie dei cuscinetti del cane

 
Di Gerardo Manzione, Traduttore. 3 ottobre 2022
Malattie dei cuscinetti del cane

Vedi schede di Cani

I cuscinetti plantari sono strutture che, pur facendo parte della pelle, hanno caratteristiche particolari e differenzianti. Sono costituiti da un insieme di tessuto adiposo ricoperto da una spessa pelle e da un ampio strato di cheratina. Grazie alla loro struttura, i cuscinetti possono svolgere importanti funzioni, come l'isolamento termico e l'ammortizzazione dell'impatto delle estremità contro il suolo.

Come qualsiasi altra parte del corpo, i cuscinetti non sono esenti da patologie. Se pensi che il tuo cane abbia qualche alterazione nella zona plantare e ti stai chiedendo come sapere se il mio cane ha dei problemi, non esitare a unirti a noi nel seguente articolo di AnimalPedia in cui ti spiegheremo le 7 principali malattie dei cuscinetti plantari nei cani.

Potrebbe interessarti anche: Zampe rosse nel cane: Cause e rimedi

Lesione dovute a fattori esterni

I cuscinetti sono strutture abbastanza resistenti da sopportare continui sfregamenti contro il suolo. Tuttavia, di fronte ad alcuni agenti esterni dannosi, possono subire lesioni quali:

  • Ustioni: sia da agenti fisici (freddo o caldo) sia da agenti chimici. In estate la temperatura del suolo può diventare molto elevata (soprattutto su terreni scuri, come l'asfalto) e provocare ustioni ai cuscinetti delle zampe. Lo stesso può accadere per contatto con pavimenti molto freddi (con ghiaccio o neve), oppure per contatto con sostanze caustiche o corrosive.
  • Tagli e ferite: durante le passeggiate è relativamente comune trovare a terra oggetti acuminati o appuntiti (come vetri, fili, chiodi, ecc.) in grado di penetrare nei cuscinetti plantari e provocare tagli o ferite molto dolorose.
  • Erosioni e ulcere: camminare su pavimenti molto abrasivi, come asfalto, cemento o sabbia, può logorare o addirittura causare erosioni o ulcere ai cuscinetti delle zampe.

Ipercheratosi plantare

L'ipercheratosi plantare consiste in un aumento dello spessore del tessuto cheratinizzato dei cuscinetti plantari. L'eccesso di cheratina provoca ispessimento e indurimento della pelle, oltre a favorire la comparsa di secchezza e screpolature dei cuscinetti.

Nei cani, l'ipercheratosi plantare può manifestarsi per diversi motivi, i più frequente sono:

  • Malattie infettive/parassitarie: come la leishmaniosi o il cimurro canino.
  • Malattie ereditarie: come l'ipercheratosi familiare dei cuscinetti plantari.
  • Malattie autoimmuni: come il pemfigo foliaceo.
  • Diete carenti: a causa della carenza di zinco.
  • Sindrome epatocutanea.

In ognuno di questi casi, è comune che l'ipercheratosi appaia anche sul naso (narice). Potresti essere interessato a saperne di più sull'Ipercheratosi nei cani: cause e trattamento nel seguente articolo che ti consigliamo.

Malattie dei cuscinetti del cane - Ipercheratosi plantare

Dermatite da contatto

La dermatite da contatto è una reazione allergica che si manifesta quando la pelle, o in questo caso i cuscinetti, entrano in contatto con un prodotto che agisce da allergene. La reazione è solitamente innescata da:

  • Prodotti chimici: come prodotti per la pulizia, vernici, ecc.
  • Allergeni ambientali: come erba o tappeto erboso.

Dopo il contatto con il prodotto che innesca la reazione di ipersensibilità, si verifica un arrossamento dei cuscinetti e dell'area interdigitale, che può evolversi nella formazione di lesioni erosive ed emorragiche.

Potresti anche essere interessato a consultare di più sulla Dermatite nei cani: tipi, sintomi e trattamento, qui.

Malattie dei cuscinetti del cane - Dermatite da contatto

Vasculite cutanea

Il termine vasculite si riferisce a un processo infiammatorio a livello dei vasi sanguigni. Sebbene possa essere una patologia primaria, generalmente si verifica secondaria ad altri processi come:

  • Infezioni.
  • Neoplasie.
  • Reazioni avverse a farmaci o vaccini.

Le vasculiti cutanee (quelle che colpiscono la pelle) di solito colpiscono anche i cuscinetti plantari, causando ulcere su di essi. Infatti, la presenza di una lesione ulcerosa focale al centro del cuscinetto è altamente indicativa di vasculite.

Spighe

Con l'arrivo della primavera, le spighe diventano una delle principali protagoniste nelle consultazioni veterinarie. Questi baccelli a forma di freccia sono in grado di aggrapparsi al pelo, attaccarsi e penetrare quasi ovunque sul corpo dei cani. Una delle zone più colpite dalle spighe sono i cuscinetti.

Le spighe sono in grado di penetrare nei cuscinetti, provocando ulcere e infezioni che drenano all'esterno formando vie fistolose.

Vi diciamo di più su Spighe e cani: precauzioni e come rimuoverle nel prossimo post di AnimalPedia.

Malattie dei cuscinetti del cane - Spighe

Vitiligine plantare

La vitiligine è una malattia genetica in cui vi è un difetto nei melanociti o nella sintesi della melanina che si traduce in una mancanza di pigmentazione della pelle. La sua importanza è meramente estetica, poiché il suo aspetto non pregiudica il benessere o la qualità della vita dell'animale.

Vale la pena ricordare che la vitiligine è un disturbo che può colpire diverse parti del corpo. Nello specifico, quando colpisce i cuscinetti plantari, si parla di vitiligine plantare.

Sindrome uveodermatologica

La sindrome uveodermatologica è una malattia immuno-mediata che provoca alterazioni oftalmologiche e cutanee. Nello specifico, si tratta di una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario attacca i melanociti (cellule responsabili della sintesi della melanina) dell'organismo.

A livello dermatologico provoca depigmentazione ed erosione cutanea in diverse parti del corpo, compresi i cuscinetti plantari.

Come prevenire le ferite ai cuscinetti nei cani?

Nonostante i cuscinetti siano strutture molto resistenti, bisogna tener conto del fatto che sono soggetti a continue abrasioni dovute allo sfregamento contro il suolo. Pertanto, è importante prestare attenzione alle seguenti cure per mantenerli sempre sani e in perfette condizioni:

  • Evita i pavimenti molto caldi o molto freddi: come abbiamo visto, pavimenti eccessivamente caldi o freddi possono causare notevoli ustioni ai cuscinetti del cane. Per questo, in estate è consigliabile fare le passeggiate nei periodi di minor caldo e nelle zone ombrose. In inverno invece è preferibile cercare le zone soleggiate ed evitare quelle gelate o nevose. Nelle aree in cui il gelo o la nevicata sono comuni, i padroni spesso si chiedono cosa si possa mettere sui cuscinetti del cane per proteggerli dal freddo. Una buona alternativa è quella di mettere calze speciali per cani, che consentono di isolare i cuscinetti dal terreno ghiacciato. Scopri I momenti migliori per portare a spasso il tuo cane, qui.
  • Camminare in luoghi sicuri: durante le passeggiate è importante prestare attenzione all'eventuale presenza di elementi taglienti o appuntiti (come vetri, fili, chiodi, ecc.). Evita le aree in cui si trovano frequentemente questi tipi di oggetti e opta per aree di passaggio più sicure.
  • Evita i pavimenti molto abrasivi: per mantenere sani i cuscinetti del cane, le passeggiate dovrebbero essere effettuate preferibilmente su pavimenti morbidi, erba o prato. Per quanto possibile, dovrebbero essere evitati pavimenti abrasivi come asfalto o cemento.
  • Mantieni i cuscinetti asciutti: quando i cuscinetti vengono immersi nell'acqua troppo a lungo, diventano morbidi e possono essere soggetti a ferite più facilmente sfregando contro il suolo. Pertanto, è importante asciugare i cuscinetti dopo le uscite, soprattutto nei giorni di pioggia. Allo stesso modo, nei cani amanti dell'acqua, il tempo che trascorrono in bagno dovrebbe essere controllato (non più di 15-20 minuti) e assicurarsi che quando escono camminino su pavimenti morbidi.
  • Evitare le zone con spighe: con l'arrivo del bel tempo, si consiglia di evitare le zone con piantagioni di cereali per evitare problemi legati alle spighe.

Con queste accortezze, generalmente non sarà necessario applicare alcun prodotto sui cuscinetti del cane per mantenerlo sano. Tuttavia, se vedi che i cuscinetti sono particolarmente secchi o screpolati, puoi applicare unguenti con estratto di centella asiatica, aloe vera o vaselina, che aiutano a ripristinare il tessuto plantare e a fornirgli l'idratazione e l'elasticità di cui ha bisogno.

Inoltre, ogni volta che noti uno dei sintomi descritti in tutto l'articolo, non esitare ad andare alla tua clinica veterinaria il prima possibile per poterne scoprire la causa e porvi rimedio in anticipo.

Potrebbe interessarti anche il seguente articolo su Come curare le ferite sulle zampe dei cani? per maggiori informazioni sull'argomento.

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Malattie dei cuscinetti del cane, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Problemi della pelle.

Bibliografia
  • Asociación de Veterinarios Españoles Especialistas en Pequeños Animales. (2013). Problemas dermatológicos.
  • Lee, T., Ihrke, P., Walder, E., Affolter, V. (2008). Skin diseases of the dog and cat. Clinical and histopathologic diagnosis. Blackwell

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
Malattie dei cuscinetti del cane
1 di 4
Malattie dei cuscinetti del cane

Torna su