Condividi

Pemfigo nel cane: Cause, sintomi e trattamento

 
Di Manuel F. Faneite P, Veterinario. 5 novembre 2020
Pemfigo nel cane: Cause, sintomi e trattamento

Vedi schede di Cani

Le malattie della pelle sono tra le patologie più temute da chi ha un cane. Non solo deteriorano l'aspetto fisico dell'animale, ma possono anche diminuire significativamente la sua qualità di vita, compromettendone la salute in modo pericoloso. È noto che la gestione generale delle patologie cutanee è piuttosto complicata, ciò si deve al fatto che molte lesioni cutanee si assomigliano e questo tende a confondere le persone. In molti casi, lo sviluppo della malattia rende difficile la sua identificazione precoce il che rende più difficile per il veterinario effettuare una risoluzione rapida ed efficace.

In questo articolo di AnimalPedia parleremo di una patologia della pelle molto popolare in medicina veterinaria: il pemfigo. Scopri tutto ciò che c'è da sapere sul pemfigo nel cane, i suoi sintomi e il trattamento.

Potrebbe interessarti anche: Ascesso nel cane: cause e trattamento

Cos'è il pemfigo nel cane?

Il complesso pemfigo è una condizione tegumentaria autoimmune (ipersensibilità di tipo II), caratterizzata dalla comparsa di alcune lesioni che tendono ad essere molto varie. Le lesioni possono variare da malattie vescicolobollose (vescicole e pustole) a erosive/ulcerose (ulcere).

Si tratta di una malattia rara, ma è stata ben studiata per la sua patogenesi. Trattandosi di una malattia autoimmune, gli esami dei tessuti eseguiti per confermare la patologia mostreranno la presenza di anticorpi, che in questo caso perdono la loro funzione e attaccano le cellule e i tessuti sani del corpo. Pertanto, se gli anticorpi colpiti si trovano in strati più profondi della pelle, la malattia si manifesterà in una forma più grave. Va notato che anche il tessuto gengivale può essere interessato in alcuni casi.

Il segno più associato al pemfigo è l'acantolisi, che consiste nella distruzione dei ponti intercellulari che collegano le cellule dello strato dell'epidermide.

Pemfigo nel cane: Cause, sintomi e trattamento - Cos'è il pemfigo nel cane?

Tipo di pemfigo nel cane

A seconda delle lesioni che produce il pemfigo nei cani si può classificare nella seguente maniera:

  • Pemfigo foliaceo: questo tipo di pemfigo si va depositando sugli strati esteriori della pelle, per cui provocherà lesioni superficiali soprattutto. E' il tipo di pemfigo più frequente nei cani.
  • Pemfigo eritematoso: in questo caso le lesioni sono combinate. Si notano ulcere superficiali come nel pemfigo foliaceo, ma in altre parti le piaghe sono più profonde.
  • Pemfigo volgare: questo tipo di pemfigo porta a lesioni più profonde e molto più gravi. E' anche più doloroso.
  • Pemfigo vegetante: si tratta della forma più rara di pemfigo e colpisce solamente i cani. E' simile al pemfigo volgare ma le lesioni sono meno gravi.

Sintomi dei pemfigo nel cane

I sintomi che possiamo osservare a livello cutaneo possono anche essere differenziati secondo altri fattori. Ovviamente influisce che tipo di pemfigo è presente ma gioca un ruolo importante anche lo stato del sistema immunitario dell'animale nel deterioramento della sua pelle. L'età, la razza, lo stato nutrizionale del cane sono fattori molto importanti quando si tratta di affrontare lo sviluppo di una malattia. I sintomi di pemfigo nei cani, suddivisi secondo i vari tipi, sono i seguenti:

Sintomi del pemfigo foliaceo nei cani

Di solito questo tipo di pemfigo colpisce le orecchie, i cuscinetti e la testa, anche se le lesioni possono espandersi in altre parti. I sintomi sono:

  • Pelle squamata, ulcere superficiali, pustole, pelle infiammata.
  • Crescita anormale dei cuscinetti plantari.
  • Vesciche o cisti con liquido all'interno.
  • Dolori, febbre, malessere generale, zoppicamento dovuto al dolore ai cuscinetti.

Nell'immagine si osserva un pemfigo foliaceo.

Sintomi del pemfigo eritematoso nei cani

Oltre alle normali lesioni del pemfigo foliaceo, nel caso di quello eritematoso si può vedere una differenza nella perdita di colore delle mucose e delle labbra. Inoltre un decadimento generalizzato non si verifica in questo tipo di pemfigo, che colpisce soprattutto la testa e le orecchie.

Sintomi del pemfigo volgare nei cani

Come anticipato, questo tipo di pemfigo è il più grave di tutti. Le ulcere si vanno estendendo per tutta la pelle del cane e si fanno sempre più profonde, questi sintomi sono accompagnati anche da depressione nell'animale. Altri sintomi sono i seguenti:

  • Febbre
  • Depressione
  • Anoressia
  • Inappetenza (soprattutto quando l'animale ha lesioni nella bocca).
  • Infezioni batteriche secondarie
  • Prurito eccessivo

Sintomi del pemfigo vegetante nei cani

Si tratta di un tipo di pemfigo che attacca specificamente i cani, e non ha particolari effetti secondari o sintomi. Le ulcere di solito non colpiscono la bocca.

Pemfigo nel cane: Cause, sintomi e trattamento - Sintomi dei pemfigo nel cane

È contagioso il pemfigo nel cane?

Essendo una malattia autoimmune (cioè una malattia dove è il sistema immunitario che attacca alcune parti del corpo) non è contagiosa. A questo proposito va ricordato che si tratta di una patologia cutanea dovuta al fatto che alcuni anticorpi smettono di svolgere la loro funzione per attaccare cellule e tessuti sani. Per questa ragione non esiste possibilità di contagio.

Diagnosi di pemfigo nel cane

La diagnosi di questa insidiosa malattia cutanea si basa sulla corretta anamnesi e da esami di laboratorio, poiché le lesioni della pelle possono avere molteplici cause. L'ubicazione delle lesioni può orientare il veterinario nella maniera corretta ma la decisione finale viene presa in base al risultato delle analisi fatte. In questo caso è utile la biopsia e l'uso di lampade Wood, grazie alle quali si possono scartare problemi associati ai funghi nei cani.

Anche se i problemi si registrano solamente a livello cutaneo un esame del sangue può fornire al veterinario una situazione più dettagliata dello stato dell'animale e del progresso della malattia.

Esistono due esami molto importanti per diagnosticare le malattie di origine autoimmune e che vengono utilizzati quando il pemfigo entra nelle possibilità di diagnosi. Questi esame sono la immunoistochimica o la immunofluorescenza diretta, che permettono di sapere con certezza se vi sono depositi di immunoglobulina che colpiscono il tessuto. Riuscire ad avere questi riscontri aiuta il veterinario ad emettere una diagnosi definitiva.

Trattamento del pemfigo nel cane

Ancora oggi vi sono molte controversie su quale sia la migliore cura per il pemfigo, tuttavia non vi è dubbio che le terapia immunosoppressore è la via più sicura ed utilizzata dai veterinari. Esistono altre strategie farmacologiche per combattere le malattie autoimmuni come ad esempio l'uso di glucocorticoidi che hanno guadagnato una certa fama nel settore. I farmaci per il pemfigo sono grosso modo questi.

Oltre ad intraprendere una terapia immunosoppressore, si deve tenere conto che le lesioni secondarie dovranno invece essere trattate con antibiotico in alcuni casi. In certe situazioni il trattamento contro il pemfigo dovrà essere seguito per tutta la vita del cane. Infine sarà uno specialista a determinare in che modo curare le ferite prodotte sulla pelle dalla malattia.

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Pemfigo nel cane: Cause, sintomi e trattamento, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Problemi della pelle.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Pemfigo nel cane: Cause, sintomi e trattamento
1 di 3
Pemfigo nel cane: Cause, sintomi e trattamento

Torna su