Condividi

Perché il mio cane non si fa accarezzare?

 
Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. Aggiornato: 14 marzo 2017
Perché il mio cane non si fa accarezzare?

Vedi schede di Cani

La manipolazione del cane è un aspetto sul quale bisogna lavorare sin da quando è cucciolo, altrimenti potrebbero sorgere dei problemi comportamentali quando si prova ad accarezzarlo, quando si avvicinano degli sconosciuti, il veterinario o persino alcuni membri della famiglia che lo ha accolto. Tuttavia è importante differenziare bene i casi in cui un cane non si è mai lasciato toccare e quelli in cui è stato riscontrato un cambiamento nel modo di comportarsi.

In questo articolo di AnimalPedia risponderemo alla seguente domanda: perché il mio cane non si fa accarezzare? Inoltre, ti spiegheremo come comportarti in questa situazione dandoti alcuni consigli; non dimenticare che se il problema è grave, per risolverlo sarà opportuno portare il cane da un etologo o un educatore cinofilo.

Potrebbe interessarti anche: Perché il mio gatto non si fa accarezzare?

Perché un cane non si fa accarezzare?

Come abbiamo spiegato nell'introduzione, la manipolazione del cane deve iniziare quando il cane è ancora cucciolo, nella fase della socializzazione, affinché si abitui al contatto con le persone e a ricevere carezze da varie persone. Se ciò non avviene, da adulto il cane potrebbe interpretare la manipolazione come un'invasione dello spazio personale e reagire in due modi: con la fuga o l'aggressione.

Altri fattori che possono provocare questa situazione sono lo svezzamento prematuro del cucciolo, una malattia dolorosa (dalla quale può essere guarito o meno) o persino l'apprendimento. Se non si è interagito correttamente con un cane, facendogli del male ad esempio, oppure trattandolo in un modo non piacevole per lui, potrebbe iniziare a rifiutare il contatto sociale, comportamento che si rafforza fuggendo dalla situazione o aggredendo ciò o chi vede come un pericolo.

La causa più comune di questo problema è aver vissuto un'esperienza traumatica con il veterinario, dei bambini o persino con i membri stessi della famiglia che si sono comportati in maniera scorretta senza rendersene conto.

Il cane non si lascia toccare parti del corpo

Può succedere anche che un cane cerchi di evitare che gli vengano toccate determinate parti del corpo come zampe, testa, orecchie o coda. In questi casi bisogna accertarsi che la causa del rifiuto non sia un problema di salute.

Prima di iniziare un qualsiasi trattamento o cura fai da te, vai sempre dal veterinario per escludere eventuali malattie. La displasia dell'anca, gli acari nelle orecchie o l'amputazione della coda sono le cause più comuni che possono provocare dolore nel cane.

Ricordiamo anche che le malattie sono delle esperienze traumatiche per i cani, che può continuare ad avere reazioni negative anche una volta guarito solo a causa del cattivo ricordo. Soprattutto se ha reazioni aggressive, ti consigliamo di abituare il cane alla museruola per portarlo dal veterinario. Farlo abituare è molto importante per far sì che non veda la museruola come un oggetto negativo.

Perché il mio cane non si fa accarezzare? - Perché un cane non si fa accarezzare?

Cosa fare quando un cane non si lascia accarezzare?

Bisogna iniziare con l'identificazione dei segnali di calma del cane, ovvero interpretando il linguaggio del corpo del tuo amico a quattro zampe. In generale, bisogna evitare il contatto quando gira la testa, ti dà le spalle o si lecca nervosamente. Non deve essere toccato anche quando è immobile, quando è in posizioni che indicano paura (orecchie all'indietro, coda fra le gambe e quando sta sulla difensiva). Bisogna capire che il cane comunica in continuazione con il padrone, per cui bisogna imparare a interpretare e a rispettare i segnali che manda. Dovrai evitare anche di precipitarti sul cane o inclinarti su di lui, farlo sentire in trappola o fissarlo con uno sguardo di sfida.

Per far avvicinare il cane e stabilire un contatto, dovrai farlo avvicinare a te senza obbligarlo con premi, giochi e una voce acuta e dolce. Se si avvicina, premierai il comportamento con crocchette o qualcosa di saporito (come pezzetti di wurstel senza sale) o che sai che gradisce particolarmente. L'idea è quella di far sì che, piano piano, si apra e sia lui a cercare il contatto fisico in maniera spontanea.

È un processo che può occupare varie settimane, anche mesi o, in alcuni casi, anche più tempo. Dovrai avere pazienza e continuare a rafforzare positivamente i passi che il cane fa verso di te. Non dimenticare che se punisci il cane per qualche motivo, in maniera sbagliata e se il cane è vicino a te, può tornare ad aver paura e tutti gli sforzi saranno stati vani. Devi cercare di creare un forte vincolo con il cane e far sì che non si rompa.

Quando il cane inizia ad avvicinarsi o a lasciarsi toccare alcune parti del corpo, non essere invadente e cerca di accarezzarlo progressivamente, iniziando a toccargli le guance o il corpo e proseguendo piano piano verso la fine del corpo.

In questa fase assicurati sempre che l'esperienza sia positiva: evita, per esempio, bambini che gli girino intorno e gli tocchino la coda o sconosciuti che si avvicinano per toccarlo dove il cane non vuole essere toccato. Per evitare situazioni del genere, ti consigliamo di avvisare chi tenta di avvicinarsi e, se necessario, dire che morde per tenere lontane le persone.

Perché il mio cane non si fa accarezzare? - Cosa fare quando un cane non si lascia accarezzare?

Consigli per rendere l'esperienza positiva

Quando si potenziano l'avvicinamento e la manipolazione del cane, bisognerà dare al cane delle attenzioni extra per aiutarlo ad avanzare nel processo. Sono dei consigli di base che spesso possono essere trascurati proprio per la semplicità:

  • Stabilisci e rispetta una routine completa di passeggiate e pasti, sempre alla stessa ora che aiuterà il cane a sapere con precisione com'è organizzata la giornata, portandolo a fidarsi di te.
  • Rispetta le sue esigenze quando lo porti a spasso, lasciandogli odorare ciò che vuole, come piante o pipì (non devi preoccuparti, se il calendario delle vaccinazioni è stato rispettato non corre rischi di contrarre malattie), e lascia che interagisca con altri cani.
  • Fai esercizio con il cane, per esempio facendogli praticare l'agility al parco o in spiaggia per farlo sfogare.
  • Crea una zona sicura per il cane, un nido nel quale possa rifugiarsi quando lo desidera. deve essere un luogo tranquillo e può essere un semplice scatolone. Qui il cane non deve mai essere disturbato.
  • Insegna degli esercizi al cane, anche se di ubbidienza di base. Insegnargli dei comandi con il rinforzo positivo sarà utile per migliorare il vostro legame.
  • Stimolalo mentalmente con giochi come il kong o altri tipi di giochi di attivazione mentale che lo spingano ad esplorare.
  • Dagli tanto affetto e prenditi cura di lui anche se non si lascia toccare: lui lo sentirà.
Perché il mio cane non si fa accarezzare? - Consigli per rendere l'esperienza positiva

Il cane continua a non voler essere toccato

Se hai messo in pratica i consigli che ti abbiamo dato e hai seguito i passi descritti nell'articolo ma il cane continua a non lasciarsi toccare, è il momento di andare da uno specialista come un etologo, un educatore cinofilo o un addestratore.

Lo specialista ti aiuterà con delle sessioni di modifica del comportamento affinché il cane impari ad associare positivamente le persone e il contatto fisico.

Perché il mio cane non si fa accarezzare? - Il cane continua a non voler essere toccato

Se desideri leggere altri articoli simili a Perché il mio cane non si fa accarezzare?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Problemi comportamentali.

Scrivi un commento su Perché il mio cane non si fa accarezzare?

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Perché il mio cane non si fa accarezzare?
1 di 5
Perché il mio cane non si fa accarezzare?

Torna su