Curiosità sul mondo animale

Quante zampe ha l'ape?

 
María Luz Thomann
Di María Luz Thomann, Biologa ed ornitologa. 23 febbraio 2024
Quante zampe ha l'ape?

Le api, appartenenti alla famiglia degli Apoidei, sono insetti sociali e altamente organizzati che si distinguono per il loro ruolo essenziale nell'impollinazione e nella struttura delle colonie. Sono note per volare sui fiori e per la produzione di miele, tuttavia, alla ricerca di una comprensione più completa di queste affascinanti creature, ci troviamo con una domanda fondamentale: quante zampe ha l'ape?

Le api condividono con gli altri insetti una struttura anatomica caratteristica: hanno tutte sei zampe. Sebbene questo numero possa sembrare uniforme e prevedibile, la particolare disposizione e gli adattamenti di queste zampe svolgono un ruolo fondamentale nel comportamento e nella sopravvivenza delle api. Se vuoi sapere di più su quante zampe hanno le api, non perderti questo articolo di AnimalPedia, dove ti diremo tutto sulle zampe di questi insetti.

Potrebbe interessarti anche: Quante zampe ha la formica?

Sommario

  1. Quante zampe ha l'ape?
  2. Come sono le zampe dell'ape?
  3. A cosa servono le zampe nell'ape?

Quante zampe ha l'ape?

Le api, appartenenti alla famiglia degli Apidae e facenti parte del vasto gruppo degli esapodi, hanno una caratteristica comune che ne definisce la struttura fisica: la presenza di sei zampe. Tuttavia, dietro questa apparente uniformità si nasconde un insieme di adattamenti e funzioni altamente specializzate che rendono queste zampe essenziali per la vita e l'attività quotidiana delle api.

Le sei zampe delle api, distribuite in tre paia, sono saldamente attaccate al torace e svolgono un ruolo essenziale nella loro capacità di interagire efficacemente con l'ambiente. Ogni zampa ha strutture sensoriali, caratteristiche che permettono di avere una maggiore presa e adattamenti specifici essenziali per la sopravvivenza.

Come sono le zampe dell'ape?

Le zampe delle api sono composte da segmenti, che contribuiscono alla flessibilità e alla funzione di queste strutture specializzate. Ognuna delle tre paia di zampe d'ape ha articolazioni specifiche che svolgono un ruolo importante in varie attività.

Ciascuna delle tre paia di zampe ha adattamenti specifici che consentono loro di svolgere i compiti essenziali della vita quotidiana. Di seguito menzioneremo i nomi delle tre paia di zampe, la loro posizione sul corpo dell'ape e le funzioni delle loro parti principali:

Zampe anteriori (protoraciche)

Le zampe anteriori sono il primo paio di zampe delle api e si trovano sul segmento del torace più vicino alla testa. Queste zampe svolgono funzioni cruciali legate all'alimentazione e all'esplorazione. Conosciamo le loro parti:

  • Coxa anteriore: la base della zampa che si attacca al torace e che consente di compiere una serie di movimenti.
  • Trocantere anteriore: articolazione che collega la coxa al femore, facilitandone la flessione.
  • Femore anteriore: struttura robusta che fornisce supporto e forza.
  • Tibia anteriore: segmento più sottile che presenta setole e spine utili per la manipolazione e la pulizia degli alimenti.
  • Tarso anteriore: parte distale della zampa con segmenti chiamati tarsomeri, che terminano con artigli affilati per raccogliere con precisione polline e nettare.

Zampe centrali (mesotoraciche)

Le zampe centrali sono il secondo paio di zampe e si trovano nel segmento medio del torace. Queste gambe hanno adattamenti specifici per la manipolazione e costruzione dell'alveare. Vediamo le loro parti:

  • Coxa media: base che collega la zampa al torace.
  • Trocantere medio: articolazione tra la coxa e il femore che consente movimenti specifici.
  • Femore medio: struttura specializzata per la manipolazione dei materiali da costruzione nell'alveare.
  • Tibia media: segmento con setole e spine per il trasporto e la manipolazione del materiale da costruzione e per la pulizia dell'alveare.
  • Tarso medio: parte distale con segmenti tarsomeri e artigli per afferrare e manipolare materiali.

Zampe posteriori (metatoraciche)

Le zampe posteriori sono il terzo paio di zampe e si trovano nell'ultimo segmento del torace. Queste zampe sono specializzate per la raccolta e il trasporto del polline. Le loro parti sono le seguenti:

  • Coxa posteriore: base che collega la zampa al torace e sostiene il carico del polline.
  • Trocantere posteriore: articolazione che consente movimenti specifici necessari alla raccolta del polline.
  • Femore posteriore: gioca un ruolo nella raccolta iniziale del polline. Le api utilizzano le setole e le strutture del femore per raschiare il polline dai fiori prima di trasferirlo nella corbicula o cestella del polline. Inoltre, il femore fornisce supporto strutturale e stabilità alla zampa nel suo complesso. Infine, insieme ad altre parti delle zampe, viene utilizzato per pulire il corpo dell'ape.
  • Tibia posteriore: presenta una struttura detta “cestello”, o anche corbicula, che permette alle api di raccogliere e trasportare il polline.
  • Tarso posteriore: come le altre zampe, il tarso posteriore è dotato di artigli per aggrapparsi alle superfici e mantenere il carico di polline.
Quante zampe ha l'ape? - Come sono le zampe dell'ape?

A cosa servono le zampe nell'ape?

Ora sappiamo quante zampe ha un'ape e ne conosciamo le funzioni specifiche. Le sei zampe dell'ape, strutture apparentemente semplici ma altamente specializzate, svolgono ruoli cruciali che vanno dalla raccolta del cibo alla costruzione dell'alveare. Ciascuna delle tre paia di zampe ha adattamenti unici che consentono a questi insetti di svolgere compiti fondamentali della loro vita quotidiana:

  • Le zampe anteriori (protoraciche) servono per raccogliere il cibo e impollinare, poiché sono adatte a raccogliere polline e nettare dai fiori. Le setole e le spine di queste zampe consentono alle api di raschiare e raccogliere il polline dalle parti maschili dei fiori, gli stami. Inoltre, il nettare si accumula nei tarsomeri distali di queste zampe. Quando esplorano un fiore, le api trasferiscono il polline dall'uno all'altro, svolgendo un ruolo cruciale nell'impollinazione e nella fecondazione delle piante. Ne parliamo in questo articolo: "Curiosità delle api".
  • Le zampe centrali (mesotoraciche) svolgono funzioni legate alla manipolazione e alla costruzione dell'alveare. Queste zampe sono dotate di spine e setole che consentono alle api di manipolare la cera e altri materiali da costruzione. Usando gli arti centrali, le api modellano e impastano la cera per creare le iconiche celle esagonali dell'alveare, che ospitano la covata e immagazzinano cibo come miele e polline. Potrebbe interessarti "Nido delle api - Nomi e caratteristiche".
  • Le zampe posteriori (metatoraciche) raccolgono e trasportano il polline. I femori posteriori presentano i cosiddetti “cestelli”, strutture concave circondate da setole in cui le api immagazzinano il polline raccolto durante la loro esplorazione dei fiori. Questi cestelli consentono loro di portare grandi quantità di polline all'alveare, dove è essenziale per nutrire la covata e le api adulte.

Alcune api, appartenenti generalmente alla sottofamiglia delle Apinae che comprende api mellifere e alcune api solitarie, possono anche raccogliere oli floreali. Queste specie particolari hanno sviluppato strutture specializzate sulle zampe posteriori per raccogliere e trasportare gli oli. Queste strutture possono variare, ma spesso si presentano come buchi o cavità nei segmenti delle zampe, dove gli insetti immagazzinano gli oli raccolti.

Nel loro insieme, le zampe delle api rappresentano uno straordinario adattamento ai loro ruoli specifici nell'alveare e nell'ambiente naturale. Dalla raccolta delle risorse alla costruzione e al mantenimento dell'alveare, sono essenziali per il compito delle api di animali impollinatori e membri attivi del loro ecosistema.

Ogni zampa è ricca di caratteristiche anatomiche specializzate che si sono evolute nel tempo per soddisfare le esigenze specifiche di questi insetti e il loro ruolo nell'alveare e nell'ecosistema circostante. Queste strutture non solo fungono da strumenti multifunzionali per la raccolta del cibo e la costruzione dell’alveare, ma svolgono anche un ruolo nella comunicazione attraverso vibrazioni e segnali chimici.

Quante zampe ha l'ape? - A cosa servono le zampe nell'ape?

Se desideri leggere altri articoli simili a Quante zampe ha l'ape?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Bibliografia
  • Martins, A. C., Melo, G. A., & Renner, S. S. (2015). Gain and loss of specialization in two oil-bee lineages, Centris and Epicharis (Apidae). Evolution, 69(7), 1835-1844.
  • Mitko, L., Weber, M. G., Ramirez, S. R., Hedenström, E., Wcislo, W. T., & Eltz, T. (2016). Olfactory specialization for perfume collection in male orchid bees. Journal of Experimental Biology, 219(10), 1467-1475.
  • Roberts, R. B., & Vallespir, S. R. (1978). Specialization of hairs bearing pollen and oil on the legs of bees (Apoidea: Hymenoptera). Annals of the Entomological Society of America, 71(4), 619-627.
  • Ruppert, E. E., Fox, R. S., & Barnes, R. D. (2005). Zoologia dos invertebrados: uma abordagem funcional-evolutiva. In Zoologia dos invertebrados: uma abordagem funcional-evolutiva (pp. 1045-1045).
  • Somos, Q., Mainero, J. S., de León, M. D., Delgado, J., Aquino, J. M., Díaz-Ruelas, A., ... & Rodríguez, G. Polen de abeja, jalea real y propóleo.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 di 3
Quante zampe ha l'ape?