Condividi

Animali erbivori: esempi e curiosità

Di Piergiorgio Zotti, Copywriter per AnimalPedia. Aggiornato: 4 dicembre 2018
Animali erbivori: esempi e curiosità

Stai cercando alcuni esempi di animali erbivori? Vuoi conoscere la loro classificazione? In questo articolo di AnimalPedia ti dettaglieremo quali sono gli animali erbivori proponendoti degli esempi e raccontandoti curiosità sulle loro caratteristiche e alcuni dettagli sul loro comportamento.

Ricorda che gli animali erbivori, chiamati anche fitofagi, sono quelle creature che si alimentano principalmente di piante, non solamente erba, e vengono definiti "consumatori primari". Non abbandonare lo schermo e scopri tutto quello che c'è da sapere su di questi animali.

Potrebbe interessarti anche: Animali onnivori: esempi e curiosità

Definizione di animale erbivoro

Un animale è erbivoro se la sua dieta è esclusivamente vegetale, essendo le piante e l'erba i principali ingredienti della stessa. Il componente fondamentale dei vegetali è la cellulosa, un idrato di carbonio molto complesso. Questa sostanza è molto difficile da digerire, ad ogni modo, la natura durante milioni di anni d'evoluzione ha sviluppato differenti strategie per il suo utilizzo e sfruttamento.

Animali erbivori: esempi e curiosità - Definizione di animale erbivoro

Digestione della cellulosa negli erbivori

Gli animali erbivori possono sfruttare la cellulosa grazie a due tipi di digestione, due processi:

  1. La digestione meccanica che viene facilitata dalla dentatura speciale di questi animali, che avendo forma piatta permette di frantumare le foglie.
  2. L'azione dei microorganismi che gli animali erbivori possiedono nel loro apparato digerente. Questi microorganismi, attraverso della fermentazione, sono capaci di trasformare la cellulosa in sostanze più semplici, tra le quali la principale è il glucosio.

Tipi di animali erbivori

Per quanto riguarda la loro classificazione, esistono due grandi gruppi: i poligastrici e i monogastrici. Come indica il loro nome, i primi sono quelli che hanno più stomaci (in realtà ne hanno solo uno, ma con vari compartimenti comunicanti tra loro). In alcuni scomparti si trova un'alta concentrazione di microorganismi capaci di far fermentare la cellulosa. I denti di questi erbivori sono abbastanza speciali: hanno una forma piatta e nella mandibola superiore non sono presenti incisivi. Un esempio di queste creature sono gli animali con gli zoccoli, conosciuti anche come ruminanti. Questi, inoltre, hanno la peculiarità di poter rigurgitare una parte del contenuto gastrico per tornare a masticarlo in seguito. Tra questi erbivori troviamo i bovini, i caprini e gli ovini.

I monogastrici sono quelli che hanno un solo stomaco, pertanto, la fermentazione si sviluppa in un luogo differente dall'apparato digerente. Esempi di queste creature sono i cavalli e i conigli. Gli animali erbivori monogastrici non hanno possibilità di ruminazione e, nel caso degli equini, sono presenti degli incisivi nella mandibola superiore.

Nel caso dei conigli (lagomorfi), i prodotti della fermentazione vengono espulsi attraverso le feci. Questi escrementi "speciali" sono conosciute come ciecotrofi e, una volta espulsi, vengono ingeriti nuovamente dagli stessi conigli in maniera da sfruttare al cento per cento tutti i nutrienti che contengono. Questi animali, inoltre, hanno uno sviluppo dentale molto speciale, alcuni denti crescono continuamente (gli incisivi inferiori e superiori). Se possiedi un simpatico batuffolo di pelo dalle orecchie lunghe, ti consigliamo di informarti su qual è la migliore alimentazione del coniglio.

Animali erbivori: esempi e curiosità - Tipi di animali erbivori

Classificazione degli animali erbivori

Insomma, volendo riepilogare quali sono le classi di animali erbivori, tra le più importanti dobbiamo menzionare:

  • i bovini, a cui appartengono le mucche;
  • gli ovini, di cui fanno parte le pecore;
  • i caprini, a cui appartengono le capre.

Per quanto riguarda i monogastrici, ci sono gli equini, i roditori e i lagomorfi (conigli). Alla maggior parte degli animali erbivori piace vivere in mandria (sono gregari) e nella catena alimentare sono considerati delle prede. Non è un caso che la posizione dei loro occhi, a differenza di quella degli animali carnivori, sia molto laterale (cosa che gli permette di vedere chi li sta seguendo senza girare la testa), inoltre, sono creature che si spaventano facilmente e con una grande tendenza alla fuga.

Animali erbivori: esempi e curiosità - Classificazione degli animali erbivori

Elenco degli animali erbivori: monogastrici

Equini

  • Cavalli
  • Asini
  • Zebre

Roditori

  • Criceti
  • Porcellini d'India
  • Cincillà
  • Capibara
  • Castori
  • Marmotte
  • Porcospini
  • Scoiattoli

Altri animali erbivori

  • Rinoceronti
  • Elefanti
  • Tapiri
  • Conigli
Animali erbivori: esempi e curiosità - Elenco degli animali erbivori: monogastrici

Elenco degli animali erbivori: poligastrici

Bovini

  • Mucche
  • Yak
  • Bufali
  • Gnu
  • Bufali indiani o bufali d'acqua
  • Gazzelle
  • Bisonti

Ovini

  • Mufloni europei
  • Pecore

Caprini

  • Capre domestiche
  • Altre razze di capre

Cervidi

  • Cervi reali
  • Alci
  • Renne
  • Caribù

Altri animali erbivori

  • Camelli
  • Dromedari
  • Lama
  • Alpaca
  • Vigogne
Animali erbivori: esempi e curiosità - Elenco degli animali erbivori: poligastrici

Se desideri leggere altri articoli simili a Animali erbivori: esempi e curiosità, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Scrivi un commento su Animali erbivori: esempi e curiosità

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
Sua valutazione:
Serena
Contenuti molto interessati! Adoro Animalpedia, grazie!!!!!
Piergiorgio Zotti (Autore/autrice di AnimalPedia)
Salve Serena,

grazie di cuore, continueremo così, cercando di mantenere alta la qualità dei nostri articoli.

Un saluto.

Animali erbivori: esempi e curiosità
1 di 6
Animali erbivori: esempi e curiosità

Torna su