Condividi

Come educare un cane: 15 errori da non commettere

 
Di Giovanni Rizzo. 7 marzo 2019
Come educare un cane: 15 errori da non commettere

Vedi schede di Cani

Educare un cane sembra facile quando vediamo un educatore con esperienza, però non tutti hanno le stesse capacità e nemmeno la stessa esperienza. È frequente, quindi, educare il cane in modo sbagliato. Se hai intenzione di diventare un educatore cinofilo o se vuoi educare il tuo cane tu stesso, puoi iniziare conoscendo gli errori più frequenti che si commettono quando si addestra il cane.

In questo articolo di AnimalPedia mostreremo i 15 errori più frequenti quando si educa un cane.

1. Usare i metodi tradizionali

I metodi tradizionali di addestramento sono molto usati e sono il primo dei 15 errori comuni quando si educa un cane. Questa tecnica utilizza il rinforzo negativo e il castigo, con l'intenzione di eliminare il comportamento sbagliato nel cane.

Tuttavia, può originare delle risposte inattese da parte del cane, soprattutto nei casi in cui i problemi di comportamento sono gravi. In più, questo metodo non elimina la condotta che si voleva modificare. L'addestramento canino tradizionale è sempre citato nei manuali di educazione e addestramento canino. AnimalPedia si posiziona verso un metodo in cui si sfrutta il rinforzo positivo, per questo tutti i nostri articoli lo consigliano.

Come educare un cane: 15 errori da non commettere - 1. Usare i metodi tradizionali

2. Il rinforzo positivo

Il rinforzo positivo si basa sul premio quando vogliamo fare capire al cane che ci è piaciuto il suo comportamento. I premi del rinforzo positivo possono essere cibo, carezze o parole gentili che saranno più facili da ricordare per l'animale, oltre a migliorare il legame con noi.

Il rinforzo deve essere maggiore quando il cane sta imparando o lo stiamo educando: ciò garantisce la motivazione del nostro amico a quattro zampe e permette ripetere gli esercizi in poco tempo. La maggior parte delle persone che educano un cane non gli dà sufficienti premi oppure non gioca abbastanza. In alcuni casi i cani si sentono frustrati e sviluppano condotte ossessive verso il cibo o i giochi.

Come educare un cane: 15 errori da non commettere - 2. Il rinforzo positivo

3. Il timing

Il timing è la sincronia tra il comportamento e il rinforzo (cibo, giochi, ecc.). Un mal timing significa dare il premio prima o dopo il comportamento desiderato, per cui il cane non associa la condotta alla ricompensa. Quando iniziamo a educare il cane, il timing sarà sbagliato all'inizio, ma con la pratica e l'esercizio migliorerà. Se l'educazione del cane non fa progressi, valuta il timing e assicurati di farlo correttamente.
Chiedi a un amico di osservarti e che valuti la tua organizzazione del tempo.

Come educare un cane: 15 errori da non commettere - 3. Il timing

4. Le punizioni

Nonostante esistano metodi basati sul rinforzo negativo e sulle punizioni, in generale l'unica cosa che si ottiene è l'inibizione del cane. Infatti, risponderà solo perché mosso dalla paura. Questo tipo di educazione del cane può portare a problemi legati all'aggressività, o all'inibizione del cane. Non punire il tuo migliore amico!

Come educare un cane: 15 errori da non commettere - 4. Le punizioni

5. Comportamento antinaturale

Durante l'educazione del cane devi ricordarti che ognuno ha un comportamento proprio della specie, ma non tutti i cani hanno lo stesso comportamento istintivo e non tutti hanno la stessa capacità verso i diversi esercizi e comandi che gli offriamo. Ad esempio, è quasi impossibile insegnare a un Beagle a non seguire le tracce attraverso il suo olfatto.

Un cane che non si sente motivato con il cibo, dovrà essere stimolato con dei giochi o altri elementi per rinforzare il suo comportamento; invece, con un cane timido sarà necessario avere più pazienza che con un cane estroverso. Questo comportamento non sempre è legato alla razza, ma è anche determinato dalla personalità e intelligenza propria dell'animale.

Come educare un cane: 15 errori da non commettere - 5. Comportamento antinaturale

6. Coerenza

Per educare un cane devi essere coerente. Se gli proibisci dormire sul letto un giorno e il giorno dopo lo lasci fare solo per farlo smettere di piagnucolare, lo starai solo confondendo.

Non essere coerente con l'educazione del cane lo porterà a sviluppare comportamenti inappropriati o ad avere un ruolo in casa che non gli è proprio. Dobbiamo stabilire delle norme fisse tra i diversi membri della casa e tutti le dobbiamo rispettare e seguire.

Come educare un cane: 15 errori da non commettere - 6. Coerenza

7. Sessioni di addestramento troppo lunghe o troppo corte

È facile entusiasmarsi con l'addestramento del cane e fare delle sessioni troppo lunghe: queste possono stancare o annoiare il cane, impedendogli di imparare come dovrebbe, oltre a demotivarlo. Però, è anche facile commettere l'errore di realizzare sessioni troppo corte e pensare che poche ripetizioni bastano. Entrambi i modi sono sbagliati e sono controproducenti per una corretta educazione del cane.

Ricorda che le sessioni di addestramento canino devono essere non troppo corte, oltre a permettere diverse ripetizioni. È meglio ripetere 3 sessioni di 5 minuti durante tutta la giornata che farne una sola di 15 minuti, ad esempio. Ti presentiamo 5 trucchi per l'addestramento del cane.

Come educare un cane: 15 errori da non commettere - 7. Sessioni di addestramento troppo lunghe o troppo corte

8. Scegliere le condizioni adeguate

Chi inizia a educare un cane, non è capace di notare le distrazioni circostanti che esistono durante l'addestramento del cane e non capiscono perché il cane perda la concentrazione facilmente. Scegli il luogo adeguato per l'addestramento del cane in modo da non avere troppe distrazioni per il tuo migliore amico.

Ciò significa che non deve esistere nessun fattore che possa distrarre il cane. Anche le persone che ti parlano possono essere una distrazione per lui. Man mano avanza l'educazione del cane, potrai includere elementi di distrazione, ma sempre scegliendo le condizioni adatte per ogni sessione.

Come educare un cane: 15 errori da non commettere - 8. Scegliere le condizioni adeguate

9. Esercitare in diversi luoghi e situazioni

Perché il cane possa rispondere a diverse circostanze, dovrai fare esercizio in luoghi e situazioni diverse. Dovrai farlo però in modo graduale, ma se non lo fai, il cane ti risponderà solo in determinate circostanze e luoghi. La ripetizione della condotta è fondamentale perché il cane la assimili e la realizzi correttamente.

Come educare un cane: 15 errori da non commettere - 9. Esercitare in diversi luoghi e situazioni

10. Non eliminare le carezze

Man mano che il cane impara e migliora il suo comportamento, dovrai eliminare l'uso del cibo come premio per il rinforzo positivo e sostituirlo con altri elementi che rinforzano la sua condotta di uso quotidiano. Se non lo fai, il cane si aspetterà sempre dei premi sotto forma di snack o cibo appetitoso per rispondere ai tuoi comandi. La stessa cosa avviene con i giochi.

Ovviamente, durante le sessioni di mantenimento potrai usare di nuovo il cibo per migliorare qualche comportamento, anche se questo non deve essere l'unica condizione perché il cane ti risponda. Puoi usare delle parole chiave come "Bravo!" o delle carezze e in altri casi nessun rinforzo. Ricorda che lo potrai fare solo quando il cane avrà assimilato correttamente i comandi.

Come educare un cane: 15 errori da non commettere - 10. Non eliminare le carezze

11. Ripetere gli ordini

Tutti gli educatori con poca esperienza ripetono gli ordini in modo eccessivo all'inizio. È normale ma dovrai cercare di farlo con meno frequenza perché sennò l'ordine potrebbe diventare inefficace per il cane.

12. Non esercitare abbastanza

Questo è un errore comune a tutti quelli che vogliono educare il cane da soli. Iniziano bene ma poco a poco abbandonano l'addestramento fino a esercitare solo raramente. Così come tu non puoi imparare a suonare il piano esercitando una volta al mese, anche il cane non potrà essere educato correttamente se lo addestri poche volte alla settimana o al mese.

Come educare un cane: 15 errori da non commettere - 12. Non esercitare abbastanza

13. Usare metodi diversi

È frequente usare metodi di diverse scuole e stili: anziché aiutare il cane, può essere controproducente poiché confonde il cane oltre a confondere te stesso. Usa un solo metodo e seguilo: se opti per un manuale di addestramento, continua con le tecniche che ti insegna; se invece decidi di fare lezione con un educatore professionale, non cambiarlo per una tecnica diversa.

Come educare un cane: 15 errori da non commettere - 13. Usare metodi diversi

14. Smettere di esercitare

Dopo aver terminato un corso di addestramento, il cane si comporterà bene in determinate circostanze, ma se non continui a esercitare con lui, dimenticherà le buone abitudini e le sostituirà per altre che sono sbagliate. L'educazione del cane non termina dopo qualche mese, ma bisogna continuare sempre.

Come educare un cane: 15 errori da non commettere - 14. Smettere di esercitare

15. Organizza le sessioni di educazione

Non iniziare una sessione di addestramento senza averla programmata. Non aspettare che il cane tiri il guinzaglio per modificare questo comportamento. Cerca di prevedere ciò che potrebbe succedere e organizza le sessioni con il cane. Informati previamente sulle diverse fasi della vita del cane per ottenere i migliori risultati.

Come educare un cane: 15 errori da non commettere - 15. Organizza le sessioni di educazione

Se desideri leggere altri articoli simili a Come educare un cane: 15 errori da non commettere, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Educazione di base.

Scrivi un commento su Come educare un cane: 15 errori da non commettere

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Come educare un cane: 15 errori da non commettere
1 di 15
Come educare un cane: 15 errori da non commettere

Torna su