Condividi

Come tosare un gatto: guida passo per passo

 
Di Giovanni Rizzo. 3 gennaio 2018
Come tosare un gatto: guida passo per passo

Vedi schede di Gatti

Se fa molto caldo, il gatto ha il pelo lungo o con dei nodi, potrebbe essere necessario accorciarlo. Tosare un gatto può aiutarti a farlo rilassare oppure essere un vero e proprio dramma. Un gatto con il pelo curato è un gatto sano e felice.

Quando il gatto si lascia tosare, ripone tutta la su fiducia in te e il vostro legame si rafforza. In questo articolo di AnimalPedia ti spiegheremo come tosare un gatto, una guida passo per passo con la quale ti spiegheremo come rendere l'esperienza positiva per te e per il tuo micio.

Passi da seguire:
1

Se il tuo gatto è ancora cucciolo, hai un'occasione d'oro: abituarlo sin da cucciolo a lasciarsi toccare e tosare è fondamentale per far sì che non faccia storie una volta adulto. Il momento migliore per tosare un gatto è prima dell'inizio dell'estate perché in questo modo lo aiuterai a non soffrire troppo il caldo. Inoltre ricorda di spazzolarlo per rimuovere il pelo morto in eccesso che rischia di far formare palle di pelo che possono avere gravi conseguenze. per saperne di più, ti consigliamo di consultare il nostro articolo sulle palle di pelo nel gatto.

Se il tuo gatto è già adulto e non hai mai tosato un gatto prima d'ora, dovrai avere molta pazienza, delicatezza e attenzione. Ricorda che in mano hai un oggetto che può fargli del male se dovesse provare a scappare o agitarsi.

2

Innanzitutto dovrai preparare tutto quanto nella stanza in cui laverai e toserai il gatto. È importante che ci sia abbastanza spazio in modo da avere tutto a portata di mano e muoverti liberamente. Prenditi tempo e non avere fretta. Ti consigliamo di scegliere la cucina perché di solito c'è più spazio, mentre un bagno può essere piccolo. Procurati forbici di diverse dimensioni, strofinacci, spazzole, rasoio apposito, pettini e qualsiasi altra cosa pensi ti possa servire.

Prima di iniziare a tosare un gatto, fargli un bagno rilassante (ammesso che se lo lasci fare e non sia un'impresa lavarlo) per prepararlo a questo momento che può essere stressante. È un momento perfetto anche per tagliargli le unghie in modo che non ti faccia troppo male se ti dovesse graffiare. In questo articolo ti spieghiamo come tagliare le unghie al gatto con alcuni trucchi e consigli. Se il gatto tende a innervosirsi o a essere aggressivo in momenti del genere, consulta il veterinario per sapere come procedere. Metti il gatto su un asciugamano in modo che sia più facile pulire e rimuovere i peli una volta terminato.

Come tosare un gatto: guida passo per passo - Passo 2
3

Inizia a pettinarlo usando il pettine che usi di solito per districare i nodi senza usare le forbici. in questo modo, tosare il gatto sarà più facile e il risultato sarà migliore, per cui non trascurarlo!

Una volta finito di spazzolare il gatto, accorcia le zone in cui il pelo è più lungo, taglia i nodi in superficie e presta attenzione alle zone in cui il rasoio non arriva o dove è più pericoloso accorciare il pelo con questo strumento.

Usa forbici di dimensioni diverse in base alla zona in cui stai tagliando il pelo al micio, facendo attenzione a delle zone complicate e delicate come orecchie, genitali e mammelle se si tratta di una femmina. Per quanto riguarda i nodi, cerca di districarli, ma se non è possibile tagliali con le forbici ed evita il rasoio.

4

Per continuare a tosare un gatto, il prossimo passo è prendere la tosatrice, strumento da usare se il taglio sarà radicale. È importante sottolineare il fatto che il pelo del gatto non deve essere troppo lungo, altrimenti usare un rasoio può diventare molto pericoloso. Per questo motivo, se il tuo micio ha il pelo molto lungo, il passaggio con le forbici è di fondamentale importanza.

Il rasoio o tosatrice va usato sul corpo del gatto, dal collo alla coda, con movimenti dritti e lineari e non nelle zone sensibili. Non premere troppo contro la pelle del felino perché potrebbe essere pericoloso e dargli fastidio. Fallo con calma, il gatto può spaventarsi facilmente a causa di diversi stimoli, come per esempio il rumore del rasoio.

Cerca di seguire un criterio ordinato nelle zone in cui passi il rasoio e procedi piano piano. Fai prima delle passate leggere, per poi insistere in determinate zone, come per esempio la coda.

Cerca di mantenere la stessa lunghezza su tutto il corpo, eccetto sulla testa, parte delicatissima del corpo del micio dove non dovrai usare il rasoio. Per questa zona dovrai usare le stesse forbici usate per le parti delicate, e c'è da dire che anche alla toelettatura non si insiste sul pelo di questa parte del corpo, ma viene lasciato più lungo.

Come tosare un gatto: guida passo per passo - Passo 4
5

Man mano che procedi con la tosatura del gatto, controlla il risultato in modo da non esagerare e non fare errori, per esempio tagliando troppo da una parte e meno dall'altra.

Controlla e ripassa le zone che non sono riuscite bene ed elimina il resto dei peli tagliati rimasti attaccati al corpo in modo che quando il micio ricomincerà a leccarsi e pulirsi non abbia problemi derivanti dal pelo in eccesso non attaccato al corpo.

Come tosare un gatto: guida passo per passo - Passo 5

Se desideri leggere altri articoli simili a Come tosare un gatto: guida passo per passo, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Consigli di bellezza.

Scrivi un commento su Come tosare un gatto: guida passo per passo

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Come tosare un gatto: guida passo per passo
1 di 4
Come tosare un gatto: guida passo per passo

Torna su