Condividi

Cosa mangiano i granchi?

 
Di Tamara Rigotti, Editrice di AnimalPedia. 21 marzo 2020
Cosa mangiano i granchi?

I granchi sono un gruppo di crostacei appartenenti all'ordine Decapoda. Si tratta di un ordine di crostacei della classe Malacostraca, caratterizzati dalla presenza di 10 zampe e comprende circa 15 000 specie, tra cui gamberi e paguri.

I granchi sono una parte fondamentale dei loro ecosistemi, sia per essere cacciatori sia per essere le prede preferite di molti carnivori acquatici. Inoltre, come vedremo, alcuni sono fondamentali per il riciclaggio della materia organica. Ma esattamente cosa mangiano i granchi? Ve lo spieghiamo in questo articolo di AnimalPedia. Da non perdere!

Potrebbe interessarti anche: Cosa mangiano i pipistrelli?

Caratteristiche dei granchi

Di seguito elenchiamo le principali caratteristiche dei granchi:

  • Tagma (cefalotorace): il loro corpo è diviso in cefalotorace, che comprende la testa e parte del torace, e il pleon, più comunemente nota come "coda".
  • Esoscheletro: contiene componenti rigidi e resistenti che soddisfano una serie di ruoli funzionali, tra cui la protezione, l'escrezione, il supporto ed agiscono come una barriera contro l'essiccazione. Gli esoscheletri hanno un ruolo anche nella difesa da parassiti o predatori, nel sostegno e nel fornire un quadro d'attacco per la muscolatura. Gli esoscheletri contengono chitina e l'aggiunta di carbonato di calcio li rende ulteriormente forti e duri.
  • Muta: con la crescita, l'esoscheletro "diventa piccolo". Pertanto, come il resto degli artropodi, si staccano da esso per formarne uno nuovo.
  • Appendici ambulacrali (funzione di zampe): come tutti i Decapodi, i granchi hanno 10 paia di zampe. Nel cefalotorace hanno 5 coppie. Le prime vengono utilizzate per l'alimentazione e le altre le usano per camminare. Nel pleon hanno altre 5 paia di zampe che utilizzano per nuotare.
  • Chele: hanno una funzione difensiva e per l'alimentazione. Normalmente sono più piccole nelle femmine.
  • Apparato tegumentario: L'apparato tegumentario svolge le funzioni di rivestimento, secrezione, termoregolazione, attività sensoriale e protezione dell'organismo.
  • Proventricolo (mulino gastrico): porzione anteriore dell’intestino, dilatata e sacciforme, le cui pareti portano creste chitinose contrapposte o dentelli calcarei, con funzione trituratrice.
  • Capo (o cephalon) sono presenti: una coppia di antennule, una coppia di antenne, due coppie di mascelle, una coppia di mandibole.
  • Sensi: i granchi hanno occhi composti sessili (organo che s’inserisce direttamente su un altro, senza essere sorretto da una parte) o su un peduncolo in movimento. Con le antenne percepiscono l'ambiente circostante.
  • Riproduzione ovipara: questi animali si riproducono deponendo le uova. La femmina le porta in grembo e le incuba fino alla schiusa.
  • Sviluppo indiretto: dall'uovo deriva il primo stadio larvale dei crostacei detto "nauplius". Questa larva subisce un processo di metamorfosi fino a diventare l'adulto che tutti conosciamo.
  • Zona bentica: con poche eccezioni, i granchi vivono nei letti dei fiumi o sul fondo del mare. Questa caratteristica può darci un indizio su cosa mangiano i granchi.
Cosa mangiano i granchi? - Caratteristiche dei granchi

Cosa mangiano i granchi di fiume?

Chiamiamo "granchi di fiume" le famiglie appartenenti agli ordini Astacidae, Parastacidae e Cambaridae. Questi crostacei vivono sul letto dei fiumi e di altri specchi d'acqua dolce, dove si nascondono dai predatori come i mustelidi.

La dieta dei gamberi di fiume comprende tutti i tipi di materia organica presente nel letto. Sono animali onnivori e possono mangiare alghe, piccoli invertebrati, pesci e persino carogne. Pertanto, sono molto importanti nel riciclaggio delle carcasse che finiscono nel letto del fiume, impedendone l'accumulo.

Esempi di granchi di fiume

Questi sono alcuni esempi di gamberi di fiume:

  • Gambero di fiume (Austropotamobius pallipes)
  • Gambero della Louisiana (Procambarus clarkii)

Cosa mangiano i granchi di mare?

I granchi sono un gruppo di crostacei molto diversificato. In essa possiamo trovare molti tipi di granchi, come i Paguroidea, i Palinuridae e la maggior parte dei Brachyura.

Rispondere a ciò che mangiano i granchi non è facile, poiché la dieta di questi animali dipende dalla specie, dal loro habitat e dal loro stile di vita. Pertanto, divideremo i granchi in diversi tipi a seconda della loro dieta:

  • Granchi carnivori
  • Granchi erbivori
  • Granchi onnivori

Granchi carnivori

I granchi carnivori sono solitamente bentonici. Pertanto, si nutrono di animali che vivono sul fondo del mare, come piccoli crostacei e molluschi. Tuttavia, è vero che alcuni possono occasionalmente mangiare alghe.

Questi sono alcuni esempi di granchi carnivori:

  • Granciporro atlantico (Cancer pagurus)
  • Granchio delle nevi blu (Chionoecetes opilio)

Granchi erbivori

Questi animali marini si nutrono principalmente di foglie e germogli di piante, sia marine che costiere. Queste includono alghe, piante marine e mangrovie. Tuttavia, per integrare la loro dieta possono mangiare piccoli invertebrati in piccolissime quantità.

Un esempio di granchio erbivoro è il granchio delle mangrovie (Aratus pisonii).

Granchi onnivori

I granchi onnivori hanno una dieta molto varia, che permette loro di adattarsi bene ai diversi ecosistemi. Tra la dieta dei granchi appartenenti a questo gruppo possiamo trovare piccoli invertebrati, alghe e persino carogne.

Alcuni esempi di granchi onnivori sono:

  • Granchio reale o granchio blu (Callinectes sapidus)
  • Granchio del cocco o granchio latro (Birgus latro)

Cosa mangiano i granchi di terra?

I granchi di terra sono quelli che passano gran parte del loro ciclo vitale fuori dall'acqua. Tuttavia, le loro larve sono acquatiche e le femmine tornano al mare per deporre le uova. Inoltre, hanno bisogno di vivere in zone umide per mantenere le branchie idratate.

I granchi di terra sono di solito animali erbivori. La loro dieta ai basa su frutta e foglie. Tuttavia, spesso si nutrono anche di carogne e piccoli invertebrati.

Granchi di terra

  • Granchio di terra rosso (Gecarcinus lateralis)
  • Granchio di terra blu (Cardisoma guanhumi)

Cosa mangiano i granchi d'acquario?

I granchi sono animali che dovrebbero vivere in libertà e all'interno del loro ecosistema, non in un acquario. Tuttavia, per vari motivi, a volte ci troviamo a doverci occupare di un granchio che non possiamo restituire al suo habitat naturale. Se questo è il vostro caso e vi state chiedendo cosa mangiano i granchi d'acquario, lasciate che vi diamo qualche indizio.

L'alimentazione dei granchi d'acquario dipende dal loro habitat, dal loro stile di vita e dalla loro specie. È meglio conoscere la loro dieta nell'habitat naturale e cercare di imitarla. Questo è l'unico modo per garantire che siano adeguatamente nutriti. Se dovessimo avere ancora dubbi, sarà molto importante rivolgersi a un professionista che ci possa consigliare.

Esempi di granchi d'acquario

  • Granchio violinista (Uca tangeri): è un crostaceo semi-territoriale. È onnivoro e si nutre principalmente di sedimenti ricchi di sostanze nutritive come le microalghe. Nella sua dieta si possono trovare anche piante palustri, foglie e carogne.
  • Granchio di terra rosso (Neosarmatium meinerti): è un granchio d'acqua salata, arboricolo nella sua età adulta, ed è anche onnivoro, anche se si nutre principalmente di foglie e germogli di mangrovia. Può nutrirsi anche di alghe e piccoli invertebrati.
  • Granchio Arcobaleno (Cardisoma armatum): è un granchio di terra che si nutre principalmente di foglie, frutti, fiori, scarafaggi e altri insetti.
  • Granchio pantera (Parathelphusa pantherina): è un crostaceo d'acqua dolce e quindi un onnivoro generalista.
Cosa mangiano i granchi? - Cosa mangiano i granchi d'acquario?

Se desideri leggere altri articoli simili a Cosa mangiano i granchi?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Diete equilibrate.

Bibliografia
  • Hickman, C. P. et al (2009). Principios integrales de Zoología. McGraw-Hill, Madrid.
  • Falciai, L. & Minervini, R. (1995): Guía de los crustáceos decápodos de Europa. Omega.
  • Martin, J. W. & Davis, G. E. (2001): Un updated classification of the recent Crustacea. Natural History Museum of Los Angeles County. Science series 39.
  • Moreno-Casasola P. (Ed.) 2006. Entornos veracruzanos: la costa de La Mancha. Instituto de Ecología, A.C., Xalapa, Ver. México, 576 pp. Capistrán, A., Utrera, M. E.
  • Wolfrath, B. (1992). Field experiments on feeding of European fiddler crab Uca tangeri. Marine Ecology Progress Series 90: 39-43.
  • Dahdouh-Guebas, F. et al. (1997). Food preferences of Neosarmatium meinerti de Man (Decapoda: Sesarminae) and its possible effect on the regeneration of mangroves. Hydrobiologia 347, 83–89.
  • Etchian, O. A. et al (2016). Some ecological aspects of the gecarcinid land crab, Cardisoma armatum Herklots, 1851 (Crustacea, Brachyura, Gecarcinidae) from the estuarine region of the Comoe River, Côte d’Ivoire. Int. J. Biol. Chem. Sci. 10(2): 457-474.
  • Chia, O. K. S. & Ng, P. K. L. (2006) The freshwater crabs of Sulawesi, with descriptions of two genera and four new species (Crustacea: Decapoda: Brachyura: Parathelphusidae). The Raffles Bulletin of Zoology 54 (2): 381-428.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Cosa mangiano i granchi?
1 di 3
Cosa mangiano i granchi?

Torna su