menu
Condividi

Curiosità sugli squali

 
Di Giorgio Gattoni. 15 agosto 2021
Curiosità sugli squali

Vedi schede di Squali

Sapevate che gli squali sono animali che sono riusciti a sopravvivere ed a superare le cinque maggiori fasi di estinzione di esseri viventi che sono avvenute sul pianeta terra negli ultimi milioni di anni? Questi pesci maestosi e sorprendenti sono stati capaci di adattarsi all'ecosistema acquatico degli oceani dove vivono, evolvendosi e sviluppando numerose strategie di adattamento e sopravvivenza che li hanno resi degli animali molto particolari. Continuate a leggere il nostro articolo di AnimalPedia in cui parleremo delle peculiarità degli squali, per imparare quanto più possibile su questi veri giganti degli oceani.

Potrebbe interessarti anche: Gli squali sono ciechi?

Gli squali non possono smettere di nuotare

La curiosa caratteristica degli squali di rimanere sempre in movimento mentre dormono ha una spiegazione scientifica. La carenza di vescica natatoria in questi gruppo di animali implica che gli squali non possono restare immobili mentre riposano. Questo fatto è dovuto all'azione delle branchie del loro apparato respiratorio, incaricate di realizzare lo scambio gassoso nell'ambiente acquatico che gli squali necessitano per respirare e quindi sopravvivere. Quindi è a causa delle branchie che gli squali devono dormire in costante movimento. Senza dubbio si tratta di uno dei fenomeni più curiosi per garantire la sopravvivenza, infatti gli squali senza l'azione delle branchie ed il costante movimento, sprofonderebbero sul fondo marino. Se volete approfondire questo aspetto vi consigliamo il nostro articolo, 'come dormono gli squali'.

Il GPS degli squali è il campo magnetico della terra

Gli squali sono in grado di riconoscere il campo magnetico della Terra ed usarlo per ubicarsi come fosse una bussola. Questa sorprendente abilità che hanno acquisito durante la loro evoluzione permette loro di muoversi in lungo e in largo nei mari e negli oceani che sono il loro ecosistema, ed anche di intraprendere lunghe migrazioni che caratterizzano i loro cicli biologici. Questo curioso comportamento gli da modo di seguire le loro mappe mentali delle principali rotte che devono seguire durante la loro vita. Si tratta di una capacità veramente strabiliante che hanno acquisito come forma di adattamento e sopravvivenza sulla Terra.

Curiosità sugli squali - Il GPS degli squali è il campo magnetico della terra

Come gli squali riconoscono le loro prede

Oltre ad essere in grado di usare il campo magnetico terrestre per ubicarsi, gli squali hanno la curiosa capacità di captare le emissioni elettriche che producono le loro prede mentre sono in movimento, orientandosi così facilmente per poterle riconoscere, attaccare e divorare. Ma come riescono a percepire queste scariche elettriche? La risposta la troviamo nelle ampolle di Lorenzini, degli organi di senso di cui sono in possesso gli elasmobranchi. Esse sono una rete di elettro-sensori che sono ubicati sul muso e che agiscono come organi sensoriali capaci di riconoscere le scariche elettriche vicine all'animale.

Curiosità sugli squali - Come gli squali riconoscono le loro prede

La gigantesca e temibile mandibola degli squali

Gli squali sono famosi in tutto il mondo per la ferocia dei loro attacchi quando cercano cibo. Ma gli squali non sono tutti aggressivi. Infatti esso dipende dal tipo di dieta che seguono le varie specie in cui sono suddivisi. Ad esempio, lo squalo balena si ciba esclusivamente di fitoplancton, visto che non ha grandi mandibole ed è quindi inoffensivo per gli altri animali più piccoli. Tuttavia la maggior parte delle specie di squalo hanno una dieta carnivora e sono quindi muniti di potenti e forti muscoli mandibolari, come anche di varie file di denti affilati che permettono di uccidere e squartare le proprie prede in pochi secondi. In questo articolo vi spieghiamo tutto sulla dentatura degli squali.

Curiosità sugli squali - La gigantesca e temibile mandibola degli squali

Lo scheletro degli squali

L'ossatura degli squali li rende un gruppo di pesci differenziati dagli altri. Questa classe di pesci di cui fanno parte anche gli squali si chiama condritti. Essi hanno uno scheletro cartilagineo, diverso dal resto dei pesci che ne hanno uno osseo, e vengono chiamati osteitti. Questo scheletro cartilaginoso si caratterizza per la sua leggerezza e flessibilità, permettendo loro di muoversi in modo agile e rapido nel mezzo acquatico, e rendendoli così implacabili e veloci predatori.

Gli squali si mimetizzano

Nell'immensità delle profondità marine molti animali optano per la mimetizzazione come tecnica di sopravvivenza. La maggior parte di loro lo fa per rimanere nascosta dai predatori, confondendosi con l'ambiente circostante e garantendosi così la sopravvivenza. Nel caso degli squali potrebbe sembrare strana questa loro capacità, visto che non hanno la necessità di nascondersi da predatori più grandi. Tuttavia si mimetizzano in modo che le lor prede non li vedano in modo da poterle attaccare di sorpresa e con rapidità. Per questo motivo la schiena degli squali è di colore grigio mentre l'addome è bianco, caratteristica che ne facilita la mimetizzazione in acqua.

Curiosità sugli squali - Gli squali si mimetizzano

Se desideri leggere altri articoli simili a Curiosità sugli squali, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Bibliografia
  • Alcalde, S. (14/05/21). «Los tiburones usan el campo magnético terrestre para desplazarse». National Geographic España: Naturaleza. Recuperado de: https://www.nationalgeographic.com.es/ciencia/tiburones-usan-campo-magnetico-terrestre-para-desplazarse_16905
  • Equipo de Redacción. «¿Cuánto sabes sobre tiburones?» National Geographic España: Naturaleza. Recuperado de: https://www.nationalgeographic.com.es/naturaleza/cuanto-sabes-sobre-tiburones
  • Equipo de Redacción (14/09/2018). «Descubierto un tiburón omnívoro» National Geographic España: Biodiversidad. Recuperado de: https://www.nationalgeographic.com.es/naturaleza/actualidad/tiburon-omnivoro_13160
  • Equipo de redacción (16/08/2013). «Anatomía en los tiburones». National Geographic España: Animales. Recuperado de: https://www.nationalgeographic.es/animales/anatomia-en-los-tiburones
  • Guerrero, T. (16/04/2014). «La evolución de la temida mandíbula de los tiburones». Periódico El Mundo: «Ciencia, Paleontología». Recuperado de: https://www.elmundo.es/ciencia/2014/04/16/534ead15e2704ec13f8b457f.html

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Curiosità sugli squali
1 di 5
Curiosità sugli squali

Torna su