menu
Condividi

Differenze tra rettili e anfibi

 
Di Nick A. Romero H., Biologo ed educatore ambientale. 4 novembre 2021
Differenze tra rettili e anfibi

Gli anfibi e i rettili potrebbero sembrare simili, strusciano per terra o saltano, sono spesso amanti dell'acqua, e non caldi o pelosi, ma questi due gruppi distinti mostrano differenze sorprendenti, nell'aspetto, nella riproduzione e nel comportamento.

Anfibi e rettili sono vertebrati, animali con la spina dorsale. La maggior parte delle specie ha quattro zampe, ma ci sono molte eccezioni in entrambi i gruppi. Ricavano il loro calore corporeo dall'ambiente circostante piuttosto che dal loro metabolismo. Anfibi e rettili sono presenti in tutti i continenti tranne l'Antartide, ma solo i rettili vantano di specie marine. Volete saperne di più? Non perdetevi il nostro articolo di AnimalPedia in cui vi presentiamo le differenze tra rettili e anfibi.

Potrebbe interessarti anche: Rettili: caratteristiche e curiosità

Classificazione di rettili ed anfibi

Il nome scientifico Reptilia proviene dal latino "repere" e significa "strisciare".

Rettili

  • Superphylum: Deuterostomia
  • Phylum: Chordata
  • Subphylum: Vertebrata
  • Superclasse: Tetrapoda
  • Classe: Reptilia

I rettili sono divisi in quattro Ordini:

  • Cheloni o testudinati, ovvero tartarughe e testuggini.
  • Loricati, comprendenti coccodrilli, alligatori, caimani e gaviali.
  • Rincocefali, rappresentati da una sola specie: i tuatara.
  • Squamati, comprendenti i sauri (lucertole, varani, gechi, camaleonti, iguane ecc.) e gli ofidi (i serpenti).

Anfibi

  • Superphylum: Deuterostoma
  • Phylum: Chordata
  • Subphylum: Vertebrata
  • Superclasse: Tetrapoda
  • Classe: Amphibia

Gli Anfibi sono divisi in tre Ordini:

  • Ordine Anura (rane e rospi): 48 famiglie comprendenti circa 5.600 specie
  • Ordine Caudata o Urodela (salamandre e tritoni): 9 famiglie comprendenti 571 specie
  • Ordine Gymnophiona o Apoda (cecilie): 3 famiglie comprendenti 174 specie.
Differenze tra rettili e anfibi - Classificazione di rettili ed anfibi

Caratteristiche fisiche di rettili ed anfibi

Ecco le caratteristiche principali di entrambi i gruppi.

Caratteristiche fisiche dei rettili

Queste sono i tratti più caratteristici di questo gruppo di animali:

  • Il corpo può essere di forma compatta e in altri di forma allungata.
  • Sono ricoperti di squame cornee, alcuni gruppi di creste epidermiche ossee e pochissime ghiandole.
  • Gli arti generalmente hanno cinque dita e sono adattati per correre, arrampicarsi o nuotare. Ma alcuni ne sono privi.
  • Formazione ossea ben definita e sviluppata. Sterno e gabbia toracica.
  • Hanno cromatofori che permettono loro di ostentare una gran varietà di colori.
  • La mascella è ben sviluppata e hanno denti capaci di esercitare una forte pressione.

Caratteristiche fisiche degli anfibi

Queste sono fondamentalmente le caratteristiche fisiche degli anfibi:

  • Scheletro principalmente osseo, numero di vertebre variabile e solo alcuni hanno le costole.
  • La forma del corpo è variabile. Alcuni hanno testa, collo, tronco e arti ben differenziati. Altri sono piuttosto compatti, con una testa e un tronco fusi e senza un collo definito.
  • Alcuni sono privi di arti, sono apodi. Altri hanno quattro arti distinti, anche se in alcuni casi gli arti anteriori sono più piccoli di quelli posteriori.
  • I piedi sono di solito palmati e senza unghie vere e proprie. A seconda del gruppo, possono avere cinque, quattro o meno dita.
  • Hanno cromatofori che danno loro una varietà di colori, oltre a vari tipi di ghiandole che in alcuni casi sono velenose.
  • La pelle è liscia, umida e praticamente priva di squame, tranne in alcuni casi.
  • Hanno denti su entrambe le mascelle o a volte solo sulla mascella superiore.
Differenze tra rettili e anfibi - Caratteristiche fisiche di rettili ed anfibi

Come si riproducono rettili e anfibi

Tra le differenze tra anfibi e rettili ci sono quelle relative al processo riproduttivo:

Riproduzione dei rettili

I rettili si riproducono con la fecondazione interna (il maschio inserisce il suo organo genitale in quello femminile) e la maggior parte sono ovipari, ossia con la deposizione di uova già fecondate, protette da un guscio e con sostanze nutritive e acqua che servono per lo sviluppo dell’embrione.

I piccoli nascono con polmoni e non come larve che hanno bisogno di un ambiente acquatico.

Riproduzione degli anfibi

La riproduzione degli anfibi è sessuata e la fecondazione può essere esterna o interna. Nel gruppo delle salamandre e dei cecilidi, la fecondazione è generalmente interna, mentre nei rospi e nelle rane è generalmente esterna. In questi animali predomina la forma di riproduzione ovipara, tuttavia, ci sono casi di ovoviviparità e viviparità.

Inoltre, una caratteristica abbastanza generalizzata in quasi tutti i gruppi è la metamorfosi, ovvero una trasformazione ben marcata tra la forma larvale e adulta. Anche se ci sono alcune eccezioni, come nel caso di alcune specie di salamandre che mantengono le caratteristiche larvali anche nella forma adulta, nota come neotenia. Anche in certe specie terrestri di salamandre c'è uno sviluppo diretto, cioè alla nascita sono molto simili a un adulto.

La maggior parte degli anfibi, se non necessita di un corpo d'acqua per deporre le uova, ha bisogno di luoghi umidi per deporle, quindi usa foglie con umidità accumulata, scava nel terreno dove si mantengono temperature e umidità adeguate, e alcune rane depongono addirittura le uova sulla terra e portano loro acqua per mantenerle idratate.

Differenze tra rettili e anfibi - Come si riproducono rettili e anfibi

Alimentazione di rettili e anfibi

I rettili hanno sviluppato un morso molto più forte degli anfibi ed hanno denti più forti. D'altra parte, anche se con alcune differenze, ci sono specie di entrambi i gruppi che hanno lingue carnose ed estensibili che permettono loro di catturare le loro prede.

In termini di alimentazione, esistono specie di rettili sia erbivori che carnivori. Le iguane appartengono al primo gruppo, mentre i coccodrilli sono carnivori. Gli anfibi, invece, sono per lo più carnivori, anche se le larve generalmente consumano materia vegetale.

Differenze tra rettili e anfibi - Alimentazione di rettili e anfibi

Habitat di rettili e anfibi

I rettili sono animali diffusi globalmente. Molti prosperano in habitat terrestri, ma ci sono alcune specie con abitudini arboricole e persino alcune che, sebbene respirino in superficie, rimangono spesso in acqua.

Anche gli anfibi sono un gruppo molto diffuso sul pianeta e, in termini di habitat, va notato che, essendo un gruppo intermedio tra pesci e rettili, richiedono, nella maggior parte dei casi, habitat acquatici o, almeno, molto umidi. Alcuni anfibi passano tutta la loro vita in acqua, mentre altri alternano l'ambiente terrestre e quello acquatico.

Differenza tra rettili e anfibi

Le principali differenze tra anfibi e rettili sono:

  • La loro pelle. Gli anfibi non hanno squame e la pelle è liscia e umida. I rettili hanno squame visibili ovvero un rivestimento della pelle più duro e spesso.
  • Uova. Gli anfibi le depongono masse gelatinose prive di guscio. I rettili, quando sono ovipari, depongono uova con guscio.
  • Metamorfosi. Per la maggior parte degli anfibi avviene la metamorfosi, mentre per i rettili no.

Esempi di rettili e anfibi

Tanto los reptiles como los anfibios son dos grupos muy diversos que, entre ambos, suman miles de especies. A continuación presentamos algunos ejemplos de reptiles y de anfibios.

Reptiles

Destacamos las siguientes especies:

  • Tortuga verde (Chelonia mydas)
  • Tortuga mediterránea (Testudo hermanni)
  • Cobra india (Naja naja)
  • Anaconda común (Eunectes murinus)
  • Tuátara (Sphenodon punctatus)
  • Iguana verde (Iguana iguana)
  • Lagartija ciega mexicana (Anelytropsis papillosus)
  • Dragón volador (Draco spilonotus)
  • Dragón de Komodo (Varanus komodoensis)
  • Caimán del Orinoco (Crocodylus intermedius)

Anfibios

Estas son algunas de las especies más conocidas de anfibios:

  • Salamandra común (Salamandra salamandra)
  • Tritón alpino (Ichthyosaura alpestris)
  • Ajolote mexicano (Ambystoma mexicanum)
  • Sirena mayor (Siren lacertina)
  • Cecilia o culebrita tapiera (Siphonops annulatus)
  • Sapo común (Bufo bufo)
  • Rana dorada (Phyllobates terribilis)
  • Rana tomate (Dyscophus antongilii)
Differenze tra rettili e anfibi - Esempi di rettili e anfibi

Se desideri leggere altri articoli simili a Differenze tra rettili e anfibi, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Bibliografia
  • Hickman, C., Roberts, L. y Parson, A. (2000). Principios integrales de zoología. McGraw Hill Interamericana.
  • Secretaría de Fauna Europea. Fauna Europaea. Disponible en: https://fauna-eu.org/cdm_dataportal/taxon/a8e97b2e-2734-49da-bebc-1fc0481b557c.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Differenze tra rettili e anfibi
1 di 6
Differenze tra rettili e anfibi

Torna su