menu
Condividi

I draghi esistono?

 
Di Nick A. Romero H., Biologo ed educatore ambientale. 7 maggio 2021
I draghi esistono?

Molte culture includono nella propria mitologia l'esistenza di animali fantastici che, in alcuni casi, rappresentano speranza e bellezza, mentre in altri provocano rispetto e paura a causa delle caratteristiche che possiedono. Un esempio legato a quest'ultimo aspetto è il drago, parola che deriva dal latino draco, -ōnis, ed a sua volta dal greco δράκων (drákōn), che significa "serpente".

I draghi sono da sempre rappresentati come animali di grandi dimensioni con corpi simili a rettili, con artigli enormi e ali e l'incredibile ed inquietante capacità di di sputare fuoco dalla bocca. In alcune culture il drago è un simbolo associato al rispetto e alla benevolenza, mentre in altre è legato alla morte e alla distruzione. Ma ogni storia, per quanto fantastica possa sembrare, può avere un'origine legata all'esistenza di una creatura simile che ha dato il via alle diverse leggende in circolazione. Se volete sapere se i draghi sono esistiti davvero non perdetevi questo nuovo articolo di AnimalPedia.

Potrebbe interessarti anche: Esistono gli unicorni?

I draghi esistono o sono esistiti?

Questi animali non esistono realmente e non sono esistiti nella vita reale, o almeno non con le caratteristiche che abbiamo menzionato poc'anzi. Sono il prodotto di racconti mitologici che fanno parte di tradizioni millenarie in diverse culture, perché i draghi non sono esistiti? In linea di principio, potremmo dire che se un animale con queste caratteristiche fosse realmente esistito in concomitanza con la nostra specie, avrebbe reso il nostro sviluppo sulla terra molto difficile, se non impossibile. Inoltre, mentre alcuni processi fisici, come la corrente elettrica e la luminescenza, sono caratteristici in alcuni animali, la produzione del fuoco non rientra in queste capacità.

I draghi esistono da migliaia di anni, ma come parte di tradizioni culturali, come quelle europee e orientali. Nel primo caso, vengono generalmente associati ad allegorie di combattimenti, infatti, in molte leggende europee i draghi erano divoratori di divinità. D'altra parte, per la cultura orientale, come quella cinese, si tratta di esseri saggi e rispettosi. Possiamo, dunque, affermare che al di là dell'immaginario culturale di alcune regioni, i draghi non esistono e non sono mai esistiti.

I draghi esistono? - I draghi esistono o sono esistiti?

Origini del mito

La vera storia dell'origine del mito dei draghi è sicuramente associata, da un lato, alla scoperta di alcuni fossili di animali estinti che possedevano caratteristiche particolari, soprattutto in termini di dimensioni; e, dall'altro, alla reale somiglianza con alcuni rettili del passato. Vediamo ora nel dettaglio le due teorie.

Fossili di dinosauri volanti

Una delle più grandi scoperte nella storia della paleontologia è quella dei fossili di dinosauro. Molto probabilmente al principio, a causa della mancanza di tecnologie adatte e della disinformazione, quando si trovarono resti di ossa di dinosauro non era irragionevole pensare che potessero appartenere ad un animale che coincidesse con la descrizione di un drago. Ricordiamo che questi venivano rappresentati principalmente come grandi rettili. Si adattano particolarmente bene alla descrizione dei draghi gli Pterosauri, che furono i primi vertebrati a conquistare il cielo e di cui furono trovati i primi fossili verso la fine del 1800.

Scopri i tipi di dinosauri volanti realmente esistiti in quest'altro articolo.

Scoperta di nuove specie di rettili

D'altra parte, ricordiamo che, quando iniziarono le prime esplorazioni in zone sconosciute, in ognuna di queste aree si trovò una diversità di specie mai viste prima, come nel caso di alcuni paesi come India, Sri Lanka, Cina, Malesia, Australia ecc. In quest'ultima, per esempio, furono trovati resti di coccodrilli preistorici di dimensioni eccezionali, che pesavano fino a 1500 chili e raggiungevano lunghezze superiori ai 7 metri. Queste scoperte, fatte in un'epoca di incipiente sviluppo scientifico, potrebbero aver dato origine a miti o consolidato quelli esistenti.

Oltre a quanto già detto, è importante sottolineare il ruolo che ha giocato la cultura cristiana, ad esempio, nella storia dei draghi. In particolare vengono menzionati nella Bibbia in alcuni passaggi, il che senza dubbio ha contribuito a promuovere la credenza della loro esistenza.

Scopri tutti i tipi di coccodrilli in quest'altro articolo di AnimalPedia.

Tipi di draghi

Come abbiamo detto non esistono draghi come quelli descritti da miti e leggende, ma è anche vero che ci sono animali reali conosciuti come "draghi", ma con un aspetto totalmente diverso. Vediamo quali sono:

  • Drago di Komodo. Il drago di Komodo appartiene alla famiglia dei Varanidi ed è considerata la specie di lucertola più grande della Terra, dato che può raggiungere i 3 metri di lunghezza e fino a 90 chili di peso. Le sue dimensioni eccezionali e la sua "aggressività", oltre al suo morso molto doloroso, gli diedero probabilmente lo stesso nome della creatura volante che sputava fuoco.
  • Drago volante. Il Draco volans, appartenente all'ordine degli Squamata è un piccolo animale, dotato di petagi che possono estendersi come se fossero ali, permettendogli di planare da un albero all'altro.
  • Dragone foglia. Il nome del Phycodurus eques è motivato dal loro aspetto, con lunghe protrusioni a forma di foglia che escono da tutto il corpo. Si tratta di un pesce imparentato con i cavallucci marini, che quando si muove nell'acqua, ricorda la creatura mitologica.
  • Drago blu. Il Glaucus atlanticus è un gasteropode dalle sembianze di un piccolo drago. Il corpo è di colorazione blu e bianco nella zona ventrale, rivolta alla superficie, e argentata sul dorso, rivolto verso il fondale, come camuffamento dai possibili predatori inoltre è immune al veleno di altri animali marini ed è capace di divorare altre specie anche più grandi di lui.

Dicci, conoscevi i tipi di draghi reali di cui abbiamo parlato?

Se desideri leggere altri articoli simili a I draghi esistono?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Bibliografia
  • González, F. (2012). Los dragones sí existen. ABC Science. Disponible en: https://www.abc.es/ciencia/abci-dragones-existen-201202200000_noticia.html
  • Kruszelnicki, K. (2021). Dinosaurios y gente de las cavernas. ABC Science. Disponible en: https://www.abc.net.au/science/articles/2005/04/14/1334145.htm
  • La Santa Biblia (2007). Versión Reina Valera. Colombia: Grupo Nelson.
  • Leal, C. (2014). ¿Existieron alguna vez los dragones? Biobio Chile. Disponible en: https://www.biobiochile.cl/noticias/2014/10/05/existieron-alguna-vez-los-dragones.shtml
  • Real Academia Española. (2014). Diccionario de la lengua Española. 23 a edición. Disponible: https://dle.rae.es/drag%C3%B3n

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

I draghi esistono?
1 di 2
I draghi esistono?

Torna su