Condividi

Il gatto vomita schiuma bianca: perché e cosa fare

Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. Aggiornato: 3 agosto 2018
Il gatto vomita schiuma bianca: perché e cosa fare

Vedi schede di Gatti

Anche se molte persone pensano che sia normale vedere il proprio gatto vomitare spesso, devi sapere che in realtà questi episodi in forma acuta o frequente non sono normali e richiedono una visita dal veterinario al più presto perché possono avere diverse cause di maggiore o minore entità. In questo articolo di AnimalPedia parleremo del caso in cui il gatto vomita schiuma bianca, perché e cosa fare in ciascuna situazione.

In particolar modo osserva se il vomito nel gatto si presenta in forma acuta (molti episodi in poco tempo) oppure cronica (1 o 2 episodi al giorno che però non si ripresentano). Se oltre a vomitare schiuma bianca il gatto ha altri sintomi, come per esempio diarrea o inappetenza, rivolgiti immediatamente al veterinario.

Potrebbe interessarti anche: Perché il cane vomita schiuma bianca?

Gatto vomita schiuma bianca: cause gastrointestinali

Il motivo più frequente per il quale nel vomito del gatto troviamo schiuma bianca (che in alcuni casi può essere semplicemente saliva) è un'irritazione dell'apparato digerente che può avere diverse cause. Per aiutare il veterinario a effettuare la diagnosi, dovrai spiegargli se il vomito è sporadico o cronico, se hai notato altri sintomi, e cosa c'era nel vomito (sangue, crocchette intere, saliva o schiuma bianca o addirittura parassiti). In questo articolo in particolare parleremo del caso della schiuma bianca nel vomito del gatto.

Le cause che hanno a che fare con problemi gastrointestinali sono le seguenti:

  • Gastrite: la gastrite nei gatti può presentarsi sia in forma acuta che cronica e, in entrambi i casi, richiede l'intervento del veterinario. Quando il gatto ha la gastrite, ha un'irritazione delle pareti dello stomaco, e può capitare quando ingerisce sostanze quali erba, alcuni alimenti, medicinali o sostanze tossiche (un'intossicazione è un'altra causa della gastrite. Se il problema è cronico, il gatto avrà il pelo spento e dall'aspetto non sano e inoltre perderà peso. Nei gatti giovani, anche un'allergia alimentare può causare gastrite. Sarà il veterinario a stabilire la causa esatta e ha prescrivere la terapia corrispondente.
  • Corpi esterni: nei gatti l'esempio tipico sono le palle di pelo, soprattutto nel periodo della muta. A volte, all'interno dell'apparato digerente, il pelo si accumula sotto forma di palline dure, conosciute come tricobezoari, e in alcuni casi possono essere talmente grandi tanto che il gatto non se ne riesce a liberare. La presenza di corpi esterni, quindi può causare irritazione dell'apparato digerente ma anche ostruzione e intussuscezione (una porzione dell'intestino rientra nell'intestino stesso), caso in cui è necessaria un'operazione chirurgica.
  • Malattia infiammatoria intestinale: è una delle cause più comuni del vomito nei gatti e la diagnosi spetta al veterinario. In questi casi il gatto vomita schiuma bianca e, inoltre, può avere la diarrea.

Infine è bene sottolineare che una delle malattie infettive più conosciute dell'apparato gastrointestinale, la panleucopenia felina, si manifesta con vomito e diarrea, in questo caso con sangue. Altri sintomi di questa malattia sono febbre, fiacca e inappetenza. È necessario andare subito dal veterinario.

Il gatto vomita schiuma bianca: perché e cosa fare - Gatto vomita schiuma bianca: cause gastrointestinali

Perché il gatto vomita saliva o schiuma bianca?

In altri casi, la risposta al perché il gatto vomita schiuma bianca non è da ricercare nello stomaco o nell'intestino ma in altre malattie che colpiscono organi come fegato, pancreas e reni. Alcune di queste malattie sono le seguenti:

  • Pancreatite: la pancreatite felina può avere diverse cause e tutte avranno bisogno di attenzione veterinaria. Può presentarsi in forma acuta o, più spesso, cronica, insieme ad altre malattie gastrointestinali, epatiche, diabete, ecc. Consiste nell'infiammazione o gonfiore del pancreas, organo incaricato della produzione di enzimi della digestione e insulina per metabolizzare lo zucchero. Tra i vari sintomi troviamo il vomito, ma anche diarrea, dimagrimento e pelo rovinato.
  • Insufficienza epatica: il fegato ha diverse funzioni molto importanti, come l'eliminazione di sostanze di scarto o regolare il metabolismo. Se non funziona correttamente, il micio inizierà a presentare diversi sintomi generici, come vomito, inappetenza o dimagrimento. In alcuni casi specifici comparirà l'ittero, ovvero la colorazione giallognola delle mucose. Sono diverse le malattie, tossine o tumori che possono colpire il fegato, per cui è molto importante rivolgersi al veterinario.
  • Diabete: il diabete nei gatti è una malattia comune negli animali di più di 6 anni ed è caratterizzata da un'inadeguata produzione di insulina, sostanza responsabile del far arrivare il glucosio alle cellule. Senza l'insulina, il glucosio si accumula nel sangue e iniziano a comparire alcuni sintomi, principalmente il gatto mangia beve e urina più del solito ma non ingrassa. Inoltre può avere vomito, pelo in brutte condizioni, alito cattivo, ecc. La cura deve essere stabilita dal veterinario.
  • Insufficienza renale: l'insufficienza renale nei gatti è un disturbo molto comune nei gatti anziani e può essere acuta o cronica. L'insufficienza renale cronica non si può curare, ma è possibile alleviare i sintomi della condizione in modo che il gatto viva bene nonostante la malattia. Per questo motivo è fondamentale andare dal veterinario se noti che il micio inizia a bere molto, urina più o meno del solito, è inappetente, disidratato, ha il pelo in cattivo stato, è spento, debole e fiacco, ha ferite in bocca, alito cattivo o vomita. Nel caso in cui si presentasse in forma acuta, dovrai portarlo subito dal veterinario.
  • Ipertiroidismo: la tiroide si trova nel collo ed è la ghiandola responsabile della produzione di tiroxina. Un eccesso di tale sostanza, soprattutto nei gatti anziani di più di 10 anni, causa dimagrimento, iperattività, aumento di ingestione di cibo e acqua, vomito, diarrea, urina abbondante, miagolii frequenti. Come sempre, sarà il veterinario a effettuare la diagnosi.
  • Parassiti: se il gatto vomita schiuma bianca e non è mai stato sverminato, può avere un'infestazione di parassiti intestinali. In questi casi potrai osservare il gatto che vomita schiuma bianca e non mangia oppure ha la diarrea, tutti problemi causati dalla presenza dei vermi. È una situazione più comune nei gatti giovani che in quelli adulti, perché questi ultimi sono più resistenti.

La maggior parte delle malattie elencate hanno sintomi simili, per cui è importante recarsi subito dal veterinario perché non è normale che un gatto vomiti spesso.

Gatto che vomita schiuma bianca: cosa fare?

Ora che abbiamo visto cosa vuol dire se un gatto vomita saliva in alcune occasioni, oppure schiuma bianca parlando più in generale, vediamo alcuni consigli per prevenire la situazione e come comportarci se si dovesse presentare.

  • Il vomito nel gatto non è una situazione da sottovalutare: portalo subito dal veterinario.
  • Scrivi i sintomi osservati per aiutare il veterinario a formulare la diagnosi: nel caso del vomito è importante ricordare consistenza e frequenza degli episodi.
  • Assicurati che il gatto segua un'alimentazione adeguata alle sue esigenze nutrizionali evitando assolutamente i cibi vietati ai gatti o ai quali potrebbe essere allergico.
  • Tienilo in un ambiente sicuro e tranquillo per evitare che ingerisca oggetti potenzialmente pericolosi.
  • Per quanto riguarda le palle di pelo, spazzola il gatto spesso, soprattutto nel periodo della muta in modo da eliminare tutto il pelo morto che deve perdere. Puoi anche ricorrere alla pasta al malto per gatti, sostanza apposita per favorire l'eliminazione del pelo.
  • Rispetta il calendario dei trattamenti antiparassitari interni ed esterni anche se il gatto non ha accesso all'esterno. Il veterinario ti darà indicazioni specifiche.
  • Se il gatto ha vomitato schiuma bianca (o vomito normale) una volta sola e poi tutto torna alla normalità, puoi aspettare prima di chiamare il veterinario. Se invece continua a vomitare e il gatto è fiacco, vai subito dal veterinario.
  • Infine, a partire da quando il gatto ha 6/7 anni, portalo almeno una volta dal veterinario per fargli fare una visita completa. In questo modo è possibile riconoscere le malattie elencate per tempo e iniziare a curarle prima che si manifestino con i sintomi descritti.
Il gatto vomita schiuma bianca: perché e cosa fare - Gatto che vomita schiuma bianca: cosa fare?

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Il gatto vomita schiuma bianca: perché e cosa fare, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Altri problemi di salute.

Scrivi un commento su Il gatto vomita schiuma bianca: perché e cosa fare

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
4 commenti
Sua valutazione:
guglielmo
la mia gatta ha 15 anni,gli do il mangiare 12+ageing.Vorrei sapere posso alternare i croccantini all'umido. Vomita raramente un po di schiuma bianca.Grazie
marco
Salve, ho 2 gatti un maschio e una femmina di 4 anni da circa 3 giorni non mangiano e non bevono entrambi anno vomitato schiuma bianca, il maschio anche un liquido giallo oltre a schiuma bianca. la femmina a anche l'occhio gonfio e rosso entrambi gli occhi continuano a lacrimare ed con meno densità anche il maschio a dei problemi di lacrimazione, son gatti che escono anche al aperto, qualcuno di voi a avuto gatti con sintomi simili? grazie
Cecilia Verza (Autore/autrice di AnimalPedia)
Salve, Marco:

Deve portare al più presto i gatti dal veterinario, perché se non mangiano e non bevono da più di tre giorni c'è pericolo di disidratazione.
Se i gatti escono, potrebbe esserci il pericolo che abbiano ingerito qualche sostanza tossica: https://www.animalpedia.it/gatto-avvelenato-sintomi-e-cosa-fare-41.html

Le consigliamo di andare dal veterinario al più presto perché li possa visitare e somministrare i trattamenti adeguati.

Un saluto da AnimalPedia
Giancarlo
Salve.Un gatto della mia colonia felina,di quasi 2 anni di eta',2 settimane fa,presentava difficolta' ad ingerire,naso e occhi otturati,gengive arrossate,non mangiava ma beveva soltanto.Portato dal veterinario,in 4 giorni somministrate in totale 2 flebo al glucosio,4 punture di antibiotico e antinfiammatorio.Tornato a casa,mi attenevo a dargli 5mg di antibiotico in pasta al giorno.Il gatto si era ripreso.Tre giorni fa,giocava con i suoi simili,nei campi.Tutto ok.Ma la sera,vomitava schiuma bianca,non mangia,miagola in modo penoso,e drammatico.Attualmente,dopo averlo riportato dal veterinario,sono due giorni che gli viene somministrata flebo+antibiotico.Fatta anche sverminazione.Adesso che sto scrivendo,ce l'ho sulla poltrona,con l'ago cannula nel braccino.Il mio stato d'animo -omissis-.Chiedo,cosi,in grandi linee,cosa devo aspettarmi.
Cecilia Verza (Autore/autrice di AnimalPedia)
Salve, Giancarlo,

Dipende dalla diagnosi che ha fatto il veterinario. Quali sono stati gli esiti delle visite? Ovviamente dipende dalla patologia di cui soffre, le aspettative saranno più o meno positive.

Un abbraccio da AnimalPedia
Giancarlo
Grazie.Ma il mio Giako,da oggi non c'e' piu'.Ammalato di malattia tipo aids felina,fatto tutto il possibile,e anche di piu',si e' dovuto optare per l'eutanasia.Vomitava liquame marrone,aveva spasmi,incosciente,e soffriva.E' sempre stato un gatto particolare,nella mia colonia felina.Ho esemplari ex-randagi che sono sanissimi.Lui purtroppo........Grazie a tutti.
Cecilia Verza (Autore/autrice di AnimalPedia)
Buongiorno Giancarlo,

Ci dispiace molto. È frequente nei gatti che vivono in strada soffrire di diverse patologie perché purtroppo non godono di tutti i confort che invece hanno i gatti che vivono in casa.
Grazie a persone come lei che si occupano di offrirgli ciò di cui hanno bisogno, molti gatti possono vivere degnamente e senza dover mettere in pericolo la loro vita per cercare il cibo.

Un saluto da AnimalPedia
Bruno
Il problema di qualche gatto è che NON è trattabile, non lo si può portare dal veterinario (non credo di esser l'unico ad avere un gatto del genere). -- Ho un gatto adulto e casalingo (non ha possibilità di andare in altri posti, quindi di ingerire qualcosa di strano) che ormai vomita da tre giorni, di continuo, pochi minuti dopo aver mangiato o bevuto. Da un giorno poi ha cominciato a produrre poca cacchina solo liquida e ora piena di sangue. Fin quando gli ho lasciato l'acqua ci ho messo dei fermenti lattici e gli ho messo a disposizione del malto, che però non ha voluto. -- sono alla ricerca di un qualsiasi aiuto che non sia il "portalo dal veterinario" (perché quello non è possbile (dovrei fargli troppo del male per costringerlo e anche dal veterinario poi sarebbe un continuo combattimento) anche solo per TENTARE qualcosa, perché di questo passo la vedo grigia ..
Lorena Bonioni (Autore/autrice di AnimalPedia)
Salve Bruno,
può provare almeno a parlare telefonicamente con il veterinario per capire che tipo di soluzione si può trovare?
bruno
fatto ? parlato prima col veterinario telefonicamente e poi, approfittando delldebolezza del gatto, gliel'ho portato, per sapere, dopo ecografia e varie analisi, che era semplicemente un problema di vecchiaia, con qualche organo vitale che stava semplicemente smettendo di funzionare; qualche lavaggio di lattato, qualche antibiotico e altro medicinale ma dopo qualche giorno ... --- Come dico e penso da sempre: l'importante è avergli fatto vivere una buona vita, poi c'è l'inevitabile.
Lorena Bonioni (Autore/autrice di AnimalPedia)
Ci spiace molto. Però siamo d'accordo con lei sul fatto che si è fatto il proprio dovere quando si è sicuri di avergli dato tutto quello di cui aveva bisogno.
Grazie per aver condiviso con noi la sua esperienza.
Un saluto da AnimalPedia.

Il gatto vomita schiuma bianca: perché e cosa fare
1 di 3
Il gatto vomita schiuma bianca: perché e cosa fare

Torna su