menu
Condividi

In viaggio verso il Kenya

In viaggio verso il Kenya

Nell'immaginario collettivo di noi “occidentali” il Kenya rappresenta la porta d’ingresso principale per l’Africa, il biglietto da visita di questo continente grazie soprattutto alle ricchezze naturali che può vantare. In questo articolo di AnimalPedia proveremo a darti qualche dritta circa i luoghi da visitare assolutamente, senza dimenticare l’importanza di richiedere per tempo il visto Kenya.

Potrebbe interessarti anche: Il verso della tartaruga: come comunica?

Cosa vedere in Kenya?

Semmai fossimo costretti a stilare una classifica delle più importanti attrazioni turistiche del Kenya, la palma d’oro spetterebbe sicuramente al Masai Mara. Situato nel Kenya sudoccidentale, il Masai Mara è una delle più importanti riserve faunistiche di tutta l’Africa, e ti consigliamo di visitarlo nei mesi di aprile o maggio, quando avviene il fantastico fenomeno della migrazione degli gnu. L’animale simbolo del Masai Mara è però il leone, che qui vive in branchi.

Il Kenya non è però solo natura selvaggia, ma offre anche attrazioni ben più moderne. La capitale Nairobi, ad esempio, è una vera metropoli, ed è fra le 10 città più popolate di tutta l’Africa. A Nairobi la modernità è rappresentata dal Central Business District, quartiere dove sono collocate tutte le attività amministrative del paese, oltre che dalle zone dell’Upper Hill e del Westlands, famose per i grattacieli che vi sorgono.

Il Kenya attrae qualsiasi tipo di turismo, perfino quello balneare. Diani Beach, nella contea di Kwale (circa 25 km da Mombasa) è indubbiamente il centro balneare più importante del paese, perché può vantare acque cristalline, spiagge paradisiache e una grande quantità di attività commerciali, fra cui ristorantini e alberghi di lusso. A Diani Beach puoi provare l’ebrezza di tuffarti in pieno Oceano Indiano, al di sotto del quale, per gli amanti dello snorkeling, si può ammirare una bellissima barriera corallina.

Altra attrazione da non perdere assolutamente è il Giraffe Centre, appena 5 km fuori dal centro di Nairobi dove, come suggerisce il nome, si possono ammirare da vicino le giraffe. Questo centro nasce proprio con l’intento di salvaguardare la specie, e può essere visitato pagando un biglietto d’ingresso di pochi euro. Il bello del Giraffe Centre è che, non avendo la fama del Masai Mara, non è affollato da orde di turisti e si può visitare in tutta tranquillità.

In viaggio verso il Kenya - Cosa vedere in Kenya?

Cos'è il visto per il Kenya?

Il governo del Kenya ha stabilito, da diversi anni a questa parte, che chiunque desideri visitare il paese necessita di uno specifico visto turistico. Si tratta di un’autorizzazione di viaggio obbligatoria, senza la quale non è permesso accedere nel paese. Il visto turistico dura massimo 90 giorni, e deve ovviamente essere autorizzato dallo stesso governo keniota. Il visto deve essere richiesto da ogni singolo viaggiatore che si reca in Kenya, a eccezione dei minori di 15 anni che ne possono essere sprovvisti, a patto ovviamente di essere accompagnati dai genitori o da chi ne fa le veci.

In viaggio verso il Kenya - Cos'è il visto per il Kenya?

Come richiedere il visto per il Kenya?

Per richiedere il visto occorre rispettare una serie di requisiti molto rigidi, in assenza dei quali ogni domanda viene rigettata. Tutti i viaggiatori che richiedono il visto per il Kenya, ad esempio, devono essere muniti di passaporto la cui validità residua deve essere di almeno 6 mesi. Tutti i movimenti del viaggiatore devono essere noti: nella documentazione da allegare, infatti, bisogna includere copia del biglietto di ritorno dal Kenya (con data ben visibile) e ricevuta dell’albergo o del resort in cui si soggiorna. Una volta arrivati nel paese, bisogna ovviamente avere il passaporto e il visto sempre con sé, e dar conto di ogni spostamento. Tutte le altri motivazioni di soggiorno in Kenya, come quelle legate al business o a contratti di lavoro, devono avere ulteriori documenti.

Il visto per il Kenya viene rilasciato dall’ambasciata italiana a Nairobi, e di questi tempi ottenerlo con la procedura tradizionale è tutt’altro che semplice. Fortunatamente, è disponibile una procedura online che snellisce tantissimo i tempi e le pratiche: collegandoti a questo link ti sarà sufficiente compilare il modulo online, allegare la documentazione richiesta, pagare il costo del servizio (la tariffa non differisce molto da quella richiesta con la procedura dell’Ambasciata) e il gioco è fatto. Una volta completata la procedura, il visto sarà inviato via mail nel giro di una decina di giorni, ma in caso di urgenza i tempi possono essere ridotti fino a 4 o 5 giorni feriali.

Grazie alla richiesta del visto online, potrai lasciar perdere tutte le beghe burocratiche e goderti i tuoi giorni di viaggio in Kenya.

Se desideri leggere altri articoli simili a In viaggio verso il Kenya, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
Sua valutazione:
Silvia Lenzi
IL Kenya è un paese davvero affascinante.

In viaggio verso il Kenya
1 di 3
In viaggio verso il Kenya

Torna su