Condividi

Pipette per gatti: Dosi ed effetti collaterali

 
Di Giorgio Gattoni. 6 ottobre 2020
Pipette per gatti: Dosi ed effetti collaterali

Vedi schede di Gatti

Oggigiorno le pipette per gatti sono un prodotto molto utilizzato tra i tutori di animali e di solito sono parte del protocollo di sverminazione di routine. Il loro comodo metodo di impiego, la loro efficacia e l'ampio spettro di utilizzo ne fanno un prodotto sicuro e affidabile.

Come funzionano le pipette per gatti? i questo articolo di AnimalPedia vi spiegheremo quali sono le caratteristiche delle pipette, come si applicano ed elencheremo le più sicure e conosciute.

Potrebbe interessarti anche: Milbemax gatti: effetti collaterali e dosi

Come funzionano le pipette per gatti

Le pipette sono delle confezioni di plastica che contengono al loro interno un liquido che può agire efficacemente contro i parassiti. Sono monodose e presentano un applicatore allungato che si rompe per versare il prodotto sulla pelle dell'animale.

Dal punto di vista dell'applicazione si distribuisce al resto dell'organismo in maniera istantanea, creando una barriera di protezione contro alcuni parassiti esterni ed eliminando quelli che si trovano sopra l'animale. Altre pipette agiscono contro i parassiti interni. In questi caso non hanno un effetto preventivo.

Il prodotto arriva al sangue ed ai tessuti, dove entra in contatto con i parassiti e uccide quelli che stanno infettando il gatto. Alcune marche commercializzano diverse pipette a seconda del peso dell'animale.

Ogni quanto applicare la pipetta al gatto

Per fare in modo che le pipette per gatti siano efficaci è importante che seguiamo le indicazioni scritte sul foglio illustrativo. Queste pipette offrono una protezione temporanea dai parassiti che varia a seconda della marca che si utilizza. In funzione di questo sapremo ogni quanto dobbiamo fare la pipetta al nostro gatto.

Esistono pipette che coprono l'animale per un mese mentre altre sono efficaci anche fino a 12 settimane. IL veterinario vi consiglierà le più adatte a seconda del tempo di durata. Queste indicazioni sono orientative, bisogna infatti tenere anche conto della quantità di parassiti che bisogna eliminare. In alcuni casi è necessario ripetere l'operazione con maggiore frequenza.

Pipette per gatti: Dosi ed effetti collaterali - Ogni quanto applicare la pipetta al gatto

Come applicare una pipetta al gatto

Le pipette per gatti si applicano in maniera semplice. Possiamo approfittare di un momento in cui il gatto riposa oppure se il gatto è particolarmente irrequieto, chiedere aiuto a qualcuno perché lo tenga fermo. Un metodo efficace è avvolgere il gatto in un telo o in una coperta, lasciando scoperta solo la testa dell'animale. In alcuni casi il gatto può essere infastidito, e quindi scuote la testa o sbava.

Prima di afferrare il gatto dovrete avere già la pipetta pronta, tolta dalla confezione e rotta la zona di applicazione. Dovremo sempre applicare la pipetta dove il gatto non arriva a leccarsi. Infatti è normale che cerchi di levarsela e se viene a contatto col prodotto potrebbe andare in iper-salivazione. Per cui uno dei punti migliori dove metterla è sulla parte posteriore del collo, dietro le orecchie o sul dorso.

È importante scostare bene il pelo e applicare il prodotto direttamente a contatto con la pelle. Finchè non si assorbe dovremo evitare di carezzare il gatto in questo punto. Dopo che il liquido si è assorbito sulla zona, nei peli si può osservare una specie di polvere biancastra, che peró scompare dopo poco tempo. Si sconsiglia di bagnare il gatto nei successivi due giorni.

Effetti collaterali delle pipette per gatti

Di solito le pipette sono molto sicure e non provocano altri effetti secondari se non quello di una iper-salivazione transitoria in alcuni esemplari o una piccola perdita di pelo nella zona dove è stata applicata la pipetta. Il problema sussiste quando il gatto ingerisce una grossa quantità, cioè quando gli date un sovra-dosaggio o utilizzate una pipetta adatta a gatti di taglia maggiore o non apposita per gatti.

Per evitare spaventi è importante che utilizziamo le pipette che ci consiglia il veterinario e nella dose adeguata. Dovrete essere specialmente prudenti con le pipette per cani perché contengono principi attivi che sono tossici per i gatti. Può causare danni all'animale sia che la si applichi sulla sua pelle sia che venga in contatto con un cane a cui la si è appena messa.

I segni di intossicazione da antipulci più abituali sono quelli che colpiscono il sistema nervoso. IL gatto presenterà movimenti scoordinati, iper-salivazione, dilatazione delle pupille, e potrebbe anche vomitare. I questi casi bisogna cercare di togliere il liquido dal pelo e rivolgersi immediatamente ad un veterinario.

Inoltre bisogna fare attenzione con le pipette per gatti appena nati, non bisogna utilizzarle in esemplari che non abbiano ancora 6-8 settimane o che pesino meno di 2 kg. Per sverminare questi piccolini esistono prodotti sicuri come lo spray o gli sciroppi per parassiti esterni ed interni, rispettivamente.

Pipette per gatti: Dosi ed effetti collaterali - Effetti collaterali delle pipette per gatti

Pipette per gatti per sverminare esternamente ed internamente

Esistono prodotti per sverminare i gatti che si possono trovare in qualsiasi clinica veterinaria. Di seguito menzioneremo alcune delle pipette più comuni ed utilizzate:

  • Frontline - Queste pipette agiscono sulle pulci, zecche e pidocchi e mantengono il loro effetto per circa 4 setimane. Esiste una versione del prodotto che oltre a questo impedisce anche lo sviluppo delle uova e delle larve delle pulci, in modo da tenere sotto controllo la possibilità di infestazioni. La maggioranza delle pulci infatti si trovano nell'ambiente.
  • Broadline - Questa pipetta combatte i cestodi, i nematodi ed i parassiti esterni, si consiglia la sua applicazione quando il gatto soffre di una infestazione da parassiti interni ed esterni. Si applica una volta al mese.
  • Stronghold - Combatte le pulci, la filaria, la rogna sarcoptica, gli acari delle orecchie ed i vermi rotondi intestinali. Si consiglia la somministrazione mensile.

Queste sono alcune delle pipette per gatti. IL veterinario vi aiuterà a scegliere il prodotto più adatto per le caratteristiche ed il problema che ha il vostro gatto. Alcune persone si prodigano creando pipette per gatti preparate in casa. Esse di solito hanno solo un'azione preventiva e non possono sostituire i prodotti veterinari specifici.

Prezzo delle pipette per gatti

Le pipette si commercializzano i confezioni monouso oppure da 3, da 4 o da 6 unità. Il prezzo della confezione, a seconda della quantità di pipette, oscilla tra i 13 ed i 40 euro. Le pipette monouso si trovano invece tra i 3 ed i 10 euro.

Pipette per gatti: Dosi ed effetti collaterali - Prezzo delle pipette per gatti

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Pipette per gatti: Dosi ed effetti collaterali, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Antiparassitari.

Scrivi un commento su Pipette per gatti: Dosi ed effetti collaterali

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Pipette per gatti: Dosi ed effetti collaterali
1 di 4
Pipette per gatti: Dosi ed effetti collaterali

Torna su