Condividi

Antiparassitari per cani: ogni quanto si applicano?

Di Lorena Bonioni, Traduttrice e copywriter junior di AnimalPedia. Aggiornato: 6 agosto 2018
Antiparassitari per cani: ogni quanto si applicano?

Vedi schede di Cani

I parassiti più comuni nei cani sono le pulci, le zecche e i vermi intestinali, che possono attaccare differenti parti del corpo dell'animale. Tutti però producono nel cane una serie di sintomi molto fastidiosi e arrivare a sviluppare problemi quali malattie, riduzione dell'efficienza degli organi infetti e, nei casi peggiori, la morte.

Molti dei parassiti che attaccano il nostro amico a quattro zampe potrebbero essere trasmessi all'uomo o ad altri animali, perciò prendersi cura del cane equivale a prendersi cura di noi stessi e di tutti gli abitanti della casa. Per evitare che tutto ciò avvenga, è importante sverminare il cane con frequenza. Ma ogni quanto farlo? E quando farlo per la prima volta nei cuccioli di cane? Risponderemo a queste e ad altre domande nell'articolo di AnimalPedia sugli antiparassitari per cani: ogni quanto si applicano? Continua la lettura e lasciaci un commento se hai avuto esperienze interessanti da raccontare.

Potrebbe interessarti anche: Nomi di pappagalli famosi

Antiparassitario per cuccioli: ogni quanto si applica?

Rispondiamo subito a una delle domande più comuni: quando applicare per la prima volta l'antiparassitario ai cuccioli cane? È importante sverminare i cuccioli prima del loro primo vaccino, ovvero tra il 21º e il 30º giorno di vita. Il veterinario è la persona che meglio può consigliarti su come fare un'antiparassitaria. Poiché il cucciolo viene ancora allattato dalla madre, ti consiglierà quasi sicuramente uno sciroppo o delle gocce specifiche per cuccioli di cane da applicare ogni mese fino al raggiungimento dei sei mesi d'età. Oppure, a seconda dei casi, potrebbe indicarti di dargli le gocce ogni 15 giorni i primissimi mesi e dopo solo una volta al mese.

Ma perché bisogna sverminare il cucciolo prima di vaccinarlo? È importante che il cucciolo sia libero dai parassiti prima di ogni vaccino perché è molto più facile che sia attaccato da questi che contragga malattie. Questo perché attraverso il latte materno assume dalla mamma gli anticorpi necessari a prevenire le malattie ma non a combattere i parassiti interni o esterni. Anzi, se la mamma è infetta da parassiti intestinali, ad esempio, sarà lei stessa attraverso l'allattamento a trasmettere l'infezione anche al piccolo. Quindi è raccomandabile prima sverminare e poi iniziare il calendario delle vaccinazioni.

E dopo quanto tempo fa effetto l'antiparassitario? A questa domanda non possiamo rispondere in modo preciso perché dipende dal prodotto utilizzato e sarà quindi il veterinario a indicarci le tempistiche corrette. Una volta che il cucciolo ha compiuto i sei mesi, sarà molto importante stabilire un calendario delle sverminazioni a seconda dello stile di vita del cane e del luogo in cui vive (cambia moltissimo infatti se vive in campagna o in città, se ci sono cani randagi nelle vicinanze, se esce spesso di casa, se la casa ha un giardino, ecc.)

Antiparassitari per cani: ogni quanto si applicano? -  Antiparassitario per cuccioli: ogni quanto si applica?

Ogni quanto sverminare un cane adulto

Se il tuo cane ha più di un anno di età, si può ritenere già un adulto. Proprio come i cuccioli, però, per sapere ogni quanto sverminare un cane adulto, bisogna considerare il suo stile di vita e il luogo in cui vive. Tanto i cani che vivono in montagna o in campagna quanto quelli che vivono in città o in zone urbane hanno bisogno di essere sverminati ogni mese. Se nel secondo caso la tempistica è meno rigida, quando si porta a passeggio il cane in zone boschive o in campi, oppure quando si hanno comunità di cani randagi con cui entra in contatto, o ancora se si hanno bambini piccoli in casa, è proprio necessario applicare gli antiparassitari esterni ed interni ogni mese.

Ma come sverminare il cane adulto? È poi è necessario somministrare antiparassitari differenti per i parassiti interni ed esterni? Di seguito parleremo anche dei prodotti più comuni del mercato.

Antiparassitari interni ed esterni per cani

Come abbiano detto in precedenza, i cani non solo possono avere parassiti esterni come pulci o zecche, ma anche interni. Una volta appurato che il cane adulto va sverminato ogni mese, quali tipi di antiparassitari usare a seconda dei casi? Bisogna applicare due prodotti o ne basta uno per tutti? E dopo quanto fa effetto l'antipulci?

Il contagio da parassiti interni come i vermi intestinali, del cuore o dei polmoni, è dovuto a molti fattori diversi: annusare per terra, leccare la cacca di un animale infetto, mangiare qualcosa di contaminato, bevendo il latte materno di una mamma affetta dal morbo, ecc. Anche se tutti i tipi di vermi sono comuni, quelli più diffusi sono gli intestinali che possono attaccare fino a un 12% dei cani domestici adulti e un 30% dei cuccioli. Per i randagi o i cani che vengono dai canili i numeri sono ancora più alti. I parassiti più frequenti sono i Toxocara canis e i Toxascaris leonina, larve di ascaridi che si trasmettono attraverso le uova espulse nelle feci di un animale infetto, cane, gatto o roditore di turno. Le uova di questi organismi possono vivere anche 5 anni senza schiudersi e possono entrare nel nuovo essere vivente anche solo attraverso il naso.

Per combattere i parassiti interni esistono compresse, gocce e sciroppi specifici, ognuno con una durata diversa a seconda del prodotto e della marca scelta. Anche gli effetti non sono immediati e dipendono spesso dal peso, dall’età e dallo stato di salute del cane. Leggi bene il foglio illustrativo e consulta il veterinario di fiducia.

Tutti sanno che è abbastanza facile che i cani contraggano parassiti esterni come pulci o zecche quando giocano in un parco o stanno a contatto con altri animali. Per evitare questi fastidiosi parassiti esistono vari metodi:

  • Pipette: si tratta di un liquido che si applica sulla parte anteriore del collo del cane. Hanno una durata media di un mese, dipendendo dalla marca, e può essere applicata ogni volta che si esaurisce l'effetto della precedente. Esistono anche pipette speciali per cuccioli a partire dai due mesi d'età.
  • Collari: sono provvisti di principi attivi utili a eliminare le pulci e le zecche. Si distinguono per praticità e lunga durata, infatti in base al modello possono durare tra due e otto mesi. Come per le pipette, finito l'effetto si possono riutilizzare.
  • Compresse: sono pastiglie che una volta sciolte nel sangue uccidono pulci e zecche, ma solo dopo che queste hanno punto il cane per succhiarne il sangue.
  • Shampoo: con uno shampoo antipulci si può lavare e al tempo stesso proteggere il cane, anche se l'effetto protettivo è abbastanza momentaneo. Uccide le pulci e le zecche che il cane ha contratto ma non lo protegge da nuovi possibili parassiti, pertanto è un rimedio complementare.
  • Spray: elimina le pulci e le zecche al momento e lo protegge per alcuni giorni. L'effetto e la frequenza di applicazione dipenderanno dal tipo e dalla qualità della marca.

Se preferisci evitare di dare al tuo cane due prodotti differenti per la sverminazione interna ed esterna, devi sapere che esiste in commercio anche la doppia protezione mensile: si tratta di una compressa antiparassitaria masticabile che protegge il tuo amico a quattro zampe sia dai parassiti interni che da quelli esterni. Per somministrarli bisogna spesso chiedere la ricetta al veterinario.

Antiparassitari per cani: ogni quanto si applicano? - Antiparassitari interni ed esterni per cani

Effetto repellente degli antiparassitari per cani

La prevenzione è il modo migliore per proteggere il cane dai parassiti e dalle loro punture. Non tutti gli antiparassitari però sono uguali: alcuni hanno esclusivamente la capacità di uccidere i parassiti esterni nel momento in cui il cane viene infestato, altri antiparassitari sono anche repellenti, cioè evitano la puntura. Questo aspetto è particolarmente importante se pensiamo che alcune malattie possono essere trasmesse anche con un solo morso come nel caso dell’Ehrlichiosi canina o della Leishmaniosi.

I principi attivi delle pipette applicate tra scapola e schiena del cane non entrano nel sangue ma rimangono nello stato grasso della pelle e del pelo. Sono poi eliminati piano piano dall'animale attraverso il ricambio cellulare. Nei collari antipulci i parassiti vengono eliminati dopo essere venuti a contatto con la pelle dell’animale. Qualche collare ha anche azione repellente e protegge dalle punture. I principi attivi delle compresse invece vengono assorbiti nel sangue e si distribuiscono in tutti gli organi. Uccidono pulci e zecche solo dopo che queste hanno punto il cane per succhiarne il sangue e quindi non sono repellenti. Le compresse attive contro i parassiti esterni o esterni/interni richiedono la prescrizione del veterinario. Gli spray si spruzzano su pelle e pelo e agiscono immediatamente sui parassiti del cane per contatto diretto; non tutti per`hanno effetto repellente.

Advantix Vs. Frontline Combo

Questi sono le due marche di prodotti antiparassitari più conosciute sul mercato, mettiamole a confronto:

Advantix: Questo antiparassitario è esclusivo per i cani, non deve quindi essere applicato sui gatti né sui cuccioli di età inferiore alle 7 settimane o di peso inferiore al chilo e mezzo. È una fiala dotata di due principi attivi che servono a trattare pulci, larve di pulci e zecche, ma anche mosche e flebotomi, responsabili della Leishmaniosi, e pidocchi. La dose varia a seconda del peso e l'effetto dura circa 4 settimane contro pulci, zecche e mosche, e dalle 2 alle 3 settimane per i flebotomi. Per i cani sopra i 10 kg la pipetta deve essere suddivisa in quattro punti sulla sommità del dorso a partire dalle spalle fino alla base della coda. Se il cane è già infestato, le pulci moriranno entro le 24 ore dal trattamento, mentre le zecche potrebbero non morire. Per questo è necessario togliere le zecche prima del trattamento. Il prodotto rimane efficace anche dopo il bagno dell'animale, anche se si deve evitare l'esposizione prolungata all'acqua.

Frontline Combo: Questo antiparassitario è applicabile sia ai cani che ai gatti e può essere utilizzato anche sulle femmine in gravidanza o che allattano, e sui cuccioli di 8 settimane o che pesano più di 2 kg. È una pipetta applicabile in un unico punto tra le scapole del cane e dotata di due principi attivi che eliminano e prevengono le infestazioni di pulci (morte entro 24 ore dall'applicazione), pidocchi e zecche (morte entro 48 ore), ma uccide anche le uova e le larve di pulce. L'unico difetto è che non protegge da flebotomi e mosche, perciò consigliamo di usarlo insieme ad altri antiparassitari soprattutto nei mesi più caldi. La dose è differente a seconda del peso del cane o del gatto e l'effetto nei cani dura 8 settimane per le pulci e le loro larve e 4 settimane per le zecche.

Esiste anche il Frontline Tri-act che è specifico per i cani e protegge anche dai flebotomi, dalle zanzare e dalle mosche cavalline, agendo anche da repellente. Proprio per questo non va assolutamente usato sui gatti. Non può essere utilizzato su cagnoline in gravidanza o allattamento, ma è adatto ai cuccioli che hanno almeno 8 settimane di vita o pesano almeno 2 kg. Il prodotto va utilizzato ogni 4 settimane ed è meglio non fare il bagno al cane nelle successive 48 ore dall'applicazione dell'antiparassitario.

Perché è importante sverminare il cane?

La presenza di parassiti intestinali, sopratutto quando l'infestazione è grave, può provocare:

  • Vomito
  • Diarrea
  • Dolore addominale
  • Infiammazione dell'addome
  • Perdita di peso
  • Perdita di appetito
  • Decadimento

I vermi polmonari nel cane provocano una sintomatologia respiratoria e di tipo emorragico nei polmoni. La certezza della diagnosi può farla solo il veterinario attraverso degli esami specifici e l’esame delle feci. Per fortuna a una volta diagnosticata la malattia, si può facilmente curarla con una semplice terapia farmacologica adeguata e risolta.

I vermi del cuore (che provocano tra le altre malattie anche la filariosi cardiopolmonare) pregiudicano invece il flusso sanguigno e provocano la riduzione della forza di pompaggio del sangue nelle arterie e quindi una insufficienza cardiaca. La filariosi può manifestarsi anche a distanza di mesi rispetto al momento del contagio, è perciò importante eseguire periodicamente un test di controllo presso il veterinario di fiducia per verificare che il nostro amico a quattro zampe stia davvero bene.

Pulci e zecche oltre a provocare prurito, ferite, croste ed eruzioni cutanee, possono trasmettere ai cani una serie di malattie più o meno gravi. Alcuni cani sono anche allergici alla puntura delle pulci.

Ora che sai quanto è importante sverminare il cane dai parassiti interni ed esterni, chiedi informazioni e segui le istruzioni del veterinario, scegli qual'è il metodo migliore per te e per il tuo cane. E ricorda sempre che prevenire è meglio che curare!

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Antiparassitari per cani: ogni quanto si applicano?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Antiparassitari.

Scrivi un commento su Antiparassitari per cani: ogni quanto si applicano?

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
3 commenti
Sua valutazione:
Giulia Vicini
Io ho provato l'advantix e ha funzionato alla perfezione.
PATRIZIA MAGGIORI
ho usato le pippette ma il mio cucciolo di 2 anni ha preso comunque le zecche oggi l'ho fatto lavare ed ha assunto una compressa antiparassitaria (no contro le zanzare così ho letto). Posso mettergli il collare tra qualche giorno o devo aspettare se si tra quanto nel frattempo cosa posso fare ancora per prevenire. Grazie saluti Patrizia
Cecilia Natale (Autore/autrice di AnimalPedia)
Salve Patrizia,
le consigliamo di rivolgersi al veterinario di fiducia così che possa visitare il cane e vedere che tipo di prodotti sono stati usati. Un saluto da AnimalPedia.
Sua valutazione:
Quintino
Ho un maltese di 5 mesi applico al cane ogni mese Frontline cuccioli per pulci e zecche ma con il sopraggiungere della primavera/estate come mi comporto cosa metto al mio cucciolo per proteggerlo dalle zanzare e dai pappadaci visto che vivo in una zona dove c'è il verde? Per quanto riguarda la sverminazione anche qui lo faccio ogni mese con drontal cucciolo soluzione. Posso proseguire con questo medicinale o posso passare alle pasticche da somministrare sempre una volta al mese?
Grazie per le risposte che potrà darmi.
Buona giornata.

Antiparassitari per cani: ogni quanto si applicano?
1 di 3
Antiparassitari per cani: ogni quanto si applicano?

Torna su