Condividi

Tipi di meduse: caratteristiche e curiosità

Tipi di meduse: caratteristiche e curiosità

Le meduse sono degli animali temuti nei mari e negli oceani per le loro dolorose punture, che in certe occasioni possono anche essere mortali. Esistono persino leggende su meduse giganti capaci di affondare navi. Non si può negare che molte meduse sono pericolose o quanto meno moleste. La loro maniera di cacciare non è attiva, semplicemente aspettano che le prede cadano nei loro lunghi tentacoli.

In questo articolo di AnimalPedia parleremo dei vari tipi di meduse esistenti, ciascuna con caratteristiche specifiche e sorprendenti. Ce ne sono di giganti, velenose, immortali... scopriamole insieme!

Caratteristiche delle meduse

Le meduse appartengono a un philum di animali chiamati celenterati. Ai celenterati appartengono 10.000 specie di meduse, delle quali 20 sono di acqua dolce, mentre tutte le altre sono marine. Il loro corpo è caratterizzato da simmetria radiale, cioè, se dividessimo l'animale secondo delle linee immaginarie sarebbero tutte uguali e simmetriche. I vertebrati invece, cui apparteniamo anche noi uomini abbiamo una simmetria bilaterale, solo tra destra e sinistra. Le meduse sono anche prive si un sistema nervoso centrale.

Il corpo delle meduse è costituito come un sacco chiuso con un unico orifizio per l'entrata degli alimenti e l'uscita dei materiali di scarto. Tale orifizio si trova nella parte inferiore del corpo della medusa, e funziona di fatto da ano e bocca allo stesso tempo. Dentro a questo sacco troviamo la cavità gastro-vascolare o celenteron. Serve sia a digerire gli alimenti che a inviare le sostanze nutritive e l'ossigeno al resto del corpo.

Il polo opposto all'orifizio ha una forma a campana o a ombrellino, tipica di questi animali. Nonostante la loro semplicità le meduse posseggono degli organi sensoriali molto sviluppati, localizzati sui bordi dell'ombrello. Qui risiedono organi visuali, chiamati ocelli e recettori sensoriali conosciuti come statocisti, che servono alle meduse per l'equilibrio.

Questi animali inoltre posseggono delle cellule specializzate conosciute come nematocisti. Nelle meduse troviamo vari tipi di nematocisti o cnidocisti. Questo tipo di cnidocisto è urticante, e serve alla medusa per cacciare e per difendersi. Questi nematocisti si trovano sui tentacoli di questi animali ed è a causa loro che provocano le punture. Un altro tipo importante di cnidocisti sono i pticocisti, che secernono una sostanza vischiosa per catturare piccoli animali o particelle nutritive.

Altro aspetto caratteristico delle meduse è la forma. Possono avere forma a polipo, e sono bentonici, cioè vivono a stretto contatto con il fondo marino, e vivono in colonie. Oppure hanno forma a medusa, si nutrono di plancton, fluttuano nel mare e sono solitarie. Esistono specie che posseggono solo la forma a polipo, altre solo a medusa, ed altre ancora che passano per entrambe le forme nel corso della vita.

Tipi di meduse: caratteristiche e curiosità - Caratteristiche delle meduse

Habitat delle meduse

Le meduse sono animali acquatici, fuori dall'acqua si disidratano velocemente, visto che sono composti per il 90% da questa sostanza. Sono animali che si nutrono di plancton, vivono liberi nell'oceano senza essere ancorati a nessun luogo specifico, fluttuano senza meta. Sono trasportati dalle correnti di acque fredde o calde che scorrono negli oceani, possono solo muoversi spontaneamente in basso o in alto.

Alimentazione delle meduse

Le meduse si dividono in depredatrici o sospensivore, ciò significa che o cacciano pesci oppure filtrano l'acqua che le circonda, ritenendo particelle alimentari, il plancton appunto. Per cacciare i pesci usano i nematocisti di cui sono forniti i loro tentacoli. Si tratta come detto di cellule che secernono sostanze urticanti o appiccicose, a seconda del tipo di medusa. Si attiva mediante un cnidocilio sensibile al contatto.

La caccia della preda non è attiva. Se il pesce si avvicina troppo alla medusa e sfiora i suoi tentacoli, che hanno una lunghezza di vari metri e sono impercettibili, allora il nematocisto si attiva e sprigiona il suo veleno. Quando la preda è già immobile, la medusa, con l'aiuto dei tentacoli, l'avvicina all'orifizio-bocca, e la passa così alla cavità digestiva.

Tipi di meduse: caratteristiche e curiosità - Alimentazione delle meduse

Meduse velenose

Non tutte le meduse sono velenose, tutto dipende dal tipo di cnidocisto che posseggono. So considerano velenose solo quelle che hanno il nematocisto e che provocano la morte delle loro prede attraverso del liquido urticante che ne blocca il sistema nervoso. Ecco una lista delle principali meduse velenose:

  • Ortica del Pacifico (Chrysaora fuscescens)
  • Medusa criniera di leone (Cyanea capillata); è anche un tipo di medusa gigante.
  • Caravella portoghese (Physalia physalis)
  • Medusa irukandji (Carukia barnesi)
  • Vespa di mare (Chironex fleckeri)
  • Medusa palla di cannon (Stomolophus meleagris)
  • Medusa comune (Aurelia aurita)
  • Medusa azzurra (Rhizostoma pulmo)
  • Medusa fosforescente (Pelagia noctiluca)
  • Medusa bruna (Chrysaora hysoscella)

Meduse giganti

Le meduse hanno una grande variabilità di dimensioni, alcune specie infatti sono giganti. Altre sono così piccole che hanno le dimensioni del polpastrello del dito, come ad esempio la medusa irukandji. Ciò nonostante la sua puntura non è meno pericolosa!

Le meduse giganti possono superare i due metri e pesare più di 200 kg. Se teniamo conto dei tentacoli alcune meduse sono lunghe anche 30 metri, ad esempio la medusa criniera di leone, che è una delle meduse più grandi al mondo. Ma nessuna può competere con la medusa gigante nomura (Nemopilema nomurai) che supera i tre metri di diametro.

Tipi di meduse: caratteristiche e curiosità - Meduse giganti
Immagine: https://neox.atresmedia.com

Meduse immortali

Alcune meduse hanno delle caratteristiche specifiche che le rendono immortali. Parliamo della specie Turritopsis nutricula. Questa specie di medusa una volta raggiunta la fase adulta, in cui è sessualmente attiva e ha forma di medusa, può tornare allo stato di polipo, fissandosi di nuovo al fondo marino finché le condizioni ambientali non siano propizie per tornare allo stato adulto. In questa maniera l'animale diventa virtualmente immortale.

Se volete sapere di più sul ciclo riproduttivo delle meduse leggete il nostro articolo di AnimalPedia.

Tipi di meduse del Mediterraneo

Nel Mar Mediterraneo si trovano varie specie di meduse, alcune pericolose. La loro presenza vicino alla riva del mare provoca il divieto di balneazione nelle spiagge. Le meduse del Mediterraneo sono:

  • Caravella protoghese (Physalia physalis)
  • Medusa bruna (Chrysaora hysoscella)
  • Cassiopea mediterranea (Cotylorhiza tuberculata)
  • Medusa fluorescente (Pelagia noctiluca)
  • Medusa comune (Aurelia aurita)
  • Aequorea victoria (Aequorea forskalea)
  • Medusozoa (Rhizostoma pulmo)
  • Cubozoa (Carybdea marsupialis)
  • Medusa capovolta (Cassiopea andromeda)
  • Barchetta di San Pietro (Velella velella)

Leggete anche il nostro articolo sugli Animali pericolosi del Mediterraneo.

Tipi di meduse: caratteristiche e curiosità - Tipi di meduse del Mediterraneo
Immagine: Medusa aguamala

Se desideri leggere altri articoli simili a Tipi di meduse: caratteristiche e curiosità, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Scrivi un commento su Tipi di meduse: caratteristiche e curiosità

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
Sua valutazione:
Ines
Wow, meduse immortali, non ne avevo idea!

Tipi di meduse: caratteristiche e curiosità
Immagine: https://neox.atresmedia.com
Immagine: Medusa aguamala
1 di 5
Tipi di meduse: caratteristiche e curiosità

Torna su