menu
Condividi

Alimentazione del carlino

 
Di Giovanni Rizzo. 21 luglio 2022
Alimentazione del carlino

Scheda dell'animale: Carlino

L'alimentazione del carlino è molto importante, poiché molti dei problemi di salute di questa razza di cani sono causati da una dieta inadeguata. Inoltre bisogna considerare che gli alimenti consigliati per i carlini variano a seconda delle fasi della loro vita, poiché le esigenze sono diverse per i cuccioli, gli adulti e i cani anziani.

Sapete quanto cibo dare a un carlino? Questi e altri dubbi sulle loro abitudini alimentari troveranno risposta qui sotto, su AnimalPedia. Continuate a leggere per sapere qual è la giusta alimentazione del carlino e quanto deve mangiare un carlino cucciolo, adulto e anziano.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione del cavallo

Quantità di cibo giornaliera per un carlino

Nel corso della sua vita, il cane attraversa diverse fasi: cucciolo, adulto e anziano. In ogni fase, le sue esigenze nutrizionali sono diverse, quindi la quantità e il tipo di alimenti necessari devono variare in base all'età.

Ci sono altri fattori che determinano la quantità di cibo consigliata per un carlino, come ad esempio i seguenti:

  • Peso.
  • Attività fisica.
  • Possibili malattie.

Tenendo conto di ciò, capirete che ogni fase ha i suoi requisiti, che devono essere soddisfatti se volete che il vostro animale domestico viva in buona salute.

Cosa dare da mangiare a un carlino

Il cibo migliore per un carlino è quello che soddisfa tutte le sue esigenze nutrizionali. Sul mercato esistono molte marche diverse di cibo per cani, sia secco che umido, e anche naturale. Tuttavia, è necessario tenere presente che è essenziale scegliere cibi di qualità, anche se questo non significa sempre scegliere un alimento costoso. Allo stesso tempo, esiste anche la possibilità di somministrare al carlino cibo fatto in casa, di cui parleremo nell'ultima sezione di quest'articolo.

Rispetto agli alimenti commerciali, per i carlini è necessario scegliere una marca che contenga il 30% di proteine e il 20% di grassi, mentre il resto dovrà essere costituito da carboidrati, verdure, vitamine e minerali.

Il carlino è incline all'obesità, quindi le leccornie non sono consigliate. Se volete premiare il vostro cane, optate per dei piccoli pezzi di prosciutto magro o qualche fetta di frutta. I dolci devono essere offerti sporadicamente. Per sapere quali sono i migliori frutti da dare al cane, consultate la nostra lista di frutta e verdura che possono mangiare i cani.

Un cane alimentato con cibo umido o croccantini può mangiare verdure fresche, pezzi di carne magra e altri alimenti fatti in casa per integrare la sua dieta. Tuttavia, non mescolate mai il cibo fatto in casa con quello umido in un'unica porzione, poiché i tempi di decomposizione e di assorbimento sono diversi, il che può causare disturbi allo stomaco e altri problemi di salute.

Infine, non dimenticate di stabilire un orario fisso e costante dei pasti se il vostro carlino non sa razionare il cibo da solo, di utilizzare ciotole pulite e di verificare che abbia sempre una ciotola piena d'acqua. Ricordate inoltre di consultare il veterinario se avete domande o notate cambiamenti nel vostro animale.

Quanto deve mangiare un cucciolo di carlino

L'alimentazione consigliata per i cuccioli di carlino varia anche in base all'età. Seguite queste istruzioni:

  • Da 0 a 2 mesi: lattante
  • Da 3 a 6 mesi: cibo secco per cuccioli o cibo fatto in casa
  • Da 6 a 11 mesi: cibo secco e umido per cuccioli o cibo fatto in casa.

Dalla nascita ai 2 mesi, il carlino deve essere alimentato con latte materno o, se si tratta di un cucciolo orfano, con latte artificiale. La quantità dipende da ciò che raccomanda il veterinario ma, in generale, devono assumere latte ogni 2 ore da un biberon.

Tra i 3 e i 6 mesi si dovrebbe introdurre gradualmente il cibo secco specificamente formulato per i cuccioli, poiché il cibo per adulti non è raccomandato in un'età così giovane. Quanto dovrebbe mangiare un cucciolo di carlino?

  • Un carlino di 3 mesi che pesa tra 1 e 2 chili dovrebbe mangiare tra i 60 e i 90 grammi di croccantini 4 volte al giorno.
  • A partire dai 5 mesi aumenterà di peso, quindi un carlino che pesa tra i 3 e i 5 chili dovrebbe mangiare 90-130 grammi di croccantini 3 volte al giorno. A questo punto è possibile includere gradualmente il cibo umido per cuccioli, in modo da iniziare a diversificare la dieta del carlino.

Queste proporzioni sono approssimative, è necessario osservare il carlino fino a definire la quantità corretta. Se è troppo magro, aumentare la quantità di cibo e viceversa, ridurre i grammi se diventa obeso. In entrambi i casi, non dimenticate di consultare il veterinario. Per quanto riguarda la quantità di cibo fatto in casa nel caso in cui si voglia offrire una dieta più naturale, ne parleremo alla fine dell'articolo.

Alimentazione del carlino - Quanto deve mangiare un cucciolo di carlino

Quanto deve mangiare un carlino adulto

Un carlino è considerato adulto dall'età di 12 mesi fino a circa 7 anni, quando inizia ad essere considerato un cane anziano.

Il cibo consigliato per un carlino adulto dovrebbe essere somministrato due volte al giorno per evitare i problemi di stomaco che sono comuni in questa razza. Quanto deve mangiare un carlino adulto? La quantità di cibo dipende dal peso e dall'attività fisica, ma in genere si consigliano 120-150 grammi di croccantini per i cani di peso pari o superiore a 6 kg. Tuttavia, è bene fare attenzione a eventuali segni di obesità e, in tal caso, rivolgersi immediatamente al veterinario. Inoltre, la maggior parte delle confezioni di cibo include una tabella degli alimenti per cani, quindi vi consigliamo di controllarla per seguire tali istruzioni.

Il carlino adulto può mangiare sia cibo secco che umido e, naturalmente, cibo naturale fatto in casa, a seconda di ciò che avete notato che preferisce. Tuttavia, non è consigliabile basare la dieta interamente sul cibo umido, poiché tende ad essere più calorico e può portare ad un aumento di peso del carlino. Inoltre, è possibile offrire cibo preparato in casa o spuntini occasionali, preferibilmente naturali.

Come abbiamo detto, gli alimenti commerciali per adulti e cuccioli includono tabelle con le quantità di cibo consigliate, quindi potete usare questa guida se non siete ancora sicuri di quanto nutrire un carlino. Inoltre, non dimenticate di consultare il veterinario in caso di cambiamenti di peso o di comportamento.

Quanto deve mangiare un carlino anziano

A partire dall'età di 7 anni il carlino è considerato un cane anziano, cioè lascia la fase adulta per avvicinarsi alla vecchiaia. Un carlino anziano dovrebbe mangiare due volte al giorno e mantenere le porzioni abituali di un adulto, sempre nel rispetto del suo peso ideale e della sua attività fisica.

La composizione dell'alimento, tuttavia, richiede un cambiamento: è necessario passare da croccantini per cani adulti ad altri formulati per cani anziani, anche se non si nota ancora alcun cambiamento nel loro aspetto o nella loro attività fisica. Il motivo è semplice: con l'età aumenta il fabbisogno di alcuni componenti, come il calcio, e il cibo normale per cani adulti non ne fornisce la giusta percentuale. E se siete alla ricerca di un alimento più naturale, non perdetevi questo articolo con la lista degli alimenti ricchi di calcio per il cane.

Inoltre, non dimenticate di consultare il veterinario quando il cane entra in questa fase, in modo che possa darvi tutte le raccomandazioni necessarie.

Alimentazione del carlino - Quanto deve mangiare un carlino anziano

Cibo fatto in casa per un carlino

Come per gli altri cani, potete preparare del cibo fatto in casa da dare al vostro carlino. In questi casi, l'alimentazione consigliata per i carlini può basarsi sulla dieta BARF, che mira a imitare la dieta naturale dei cani non addomesticati. Tuttavia, è anche possibile acquistare cibo naturale per cani già pronto, poiché oggi esistono diversi marchi che producono questo tipo di alimenti. Inoltre, se non vi piace l'idea di una dieta cruda, potete cuocere leggermente gli alimenti senza problemi.

Le preparazioni che seguono la dieta BARF dovrebbero essere basate sull'80% di carne e sul 20% di verdure. I cereali e le farine non sono consigliati in questa dieta, anche se si può aggiungere sporadicamente 1/4 di manciata di riso.

Esempio di questa dieta:

  • Carne magra tritata (pollo, pesce, tacchino).
  • Carcassa (intestino, rene, fegato).
  • Verdure ed ortaggi.
  • 1 uovo.
  • 1 cucchiaio di olio di fegato di merluzzo.

La carne può essere offerta al cane cruda o semicruda e bisogna poi mescolarla con le verdure, l'uovo sodo e il cucchiaio di olio di fegato di merluzzo. Se viene offerta carne cruda, è consigliabile congelarla in anticipo. Ricordate sempre che alcuni cani possono richiedere supplementi vitaminici, per cui è bene consultare il veterinario prima di somministrare al cane una dieta casalinga.

Le porzioni variano a seconda del peso e dell'attività fisica del carlino, ma si consigliano 120-150 grammi di carne (o pesce), 10-30 grammi di cereali come il riso e 20-30 grammi di frutta e verdura. Queste proporzioni si riferiscono all'alimentazione giornaliera, che può essere suddivisa in più somministrazioni. Le dosi devono essere regolate in base all'offerta di cereali, frutta e verdura e al livello di attività del cane. Ricordate che se il vostro cane è più sedentario dovrete essere più cauti con le quantità, perché se non lo brucia con l'esercizio fisico, svilupperà obesità. In questo senso, è importante evitare questa situazione, poiché i cani sono animali che hanno bisogno di stimoli fisici e mentali.

Alcune verdure e frutti consigliati sono:

  • Mela
  • Broccoli
  • Carota
  • Pera
  • Melone
  • Anguria
  • Spinaci
  • Patata
  • Piselli
  • Sedano
  • Barbabietola
  • Banana (sporadicamente)
  • Zucca

Nel video che segue, condividiamo anche una semplice ricetta di cibo casalingo che potete preparare per il vostro carlino.

Se desideri leggere altri articoli simili a Alimentazione del carlino, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Diete equilibrate.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
Alimentazione del carlino
1 di 3
Alimentazione del carlino

Torna su