Condividi

Cosa mangiano i pappagalli

 
Di Giovanni Rizzo. Aggiornato: 4 giugno 2020
Cosa mangiano i pappagalli

I pappagalli sono tra gli uccelli più popolari nelle case di tutto il mondo. Sono un animale da compagnia apprezzato e rispettato da coloro che ne condividono il focolare. Però è importante che prima di decidere di adottare un pappagallo vi informiate sul convenio CITES, per verificare che tenere un volatile da compagnia sia legale.

Uno degli aspetti più importanti delle cure del pappagallo è sicuramente la sua alimentazione. Sapete cosa mangiano i pappagalli? È complicato stabilire una regola che valga per tutti, data la grande varietà di specie che si possono trovare al mondo. Tuttavia in questo articolo di AnimalPedia cercheremo di rispondere in maniera esauriente a questa domanda, e scoprire di cosa si nutre il pappagallo sia a casa che in libertà.

Cure dei pappagalli

Se avete un pappagallo come animale da compagnia, dovete prestargli attenzione e curarlo attentamente. La prima e principale preoccupazione deve essere di mantenere il suo ambiente pulito. Per questa ragione si consiglia una pulizia quotidiana della gabbietta (che deve soddisfare una serie di requisiti) o dello spazio dove teniamo l'animale, oltre che il suo trespolo, i suoi giochi. Allo stesso modo dovrete preoccuparvi della pulizia dell'animale, e mantenerlo libero da parassiti.

È molto importante verificare le condizioni del becco del vostro pappagallo. Il becco continua a crescere per tutta la vita dell'animale, e se non lo consuma a sufficienza, potrebbe risultare necessario pulirlo o anche smussarlo, cosa di cui si occuperà un veterinario. Per favorire l'uso del becco ed evitarne una crescita sproporzionata, si consiglia di lasciargli nella gabbia oggetti o giochi con cui possa limarsi il becco e le unghie. Alcuni giochi appropriati per il pappagallo sono fatti di materiali naturali come il legno o il cartone.

Nel nostro articolo di AnimalPedia ci occupiamo nello specifico dell'Agapornis o Inseparabili.

I pappagalli sono onnivori

Anche se potrebbe sorprendervi, i pappagalli sono animali onnivori, poiché la loro alimentazione è basata su alimenti di origine vegetale, ma anche di origine animale. Va precisato che quando parliamo di pappagalli, comprendiamo in realtà un grande numero di specie, circa 350[1], con ovvie differenze fra loro, anche in temi alimentari.

Tuttavia, a grandi linee, possiamo dire che la stragrande maggioranza dei pappagalli, tra cui si include l'agapornis, il cacatua o i guacamayos sono animali onnivori, che consumano grandi quantità di frutta, verdura e semi, ma che si cibano anche di invertebrati come gli insetti.

Dove vivono i pappagalli

I pappagalli allo stato brado vivono in climi caldi, e si trovano in tutte le parti del mondo. Si trovano suddivisi in varie diverse zone dell'America Centrale e Meridionale, dell'Australia, dell'Asia Meridionale e dell'Africa, dove si concentrano una grande quantità di specie adattate ai diversi habitat. Per questa grande differenziazione geografica, i pappagalli si alimenteranno di ció che troveranno disponibile a seconda della zona e dell'habitat che occupano.

Alimentazione del pappagallo in natura

Un pappagallo allo stato brado si ciba a seconda di ció che trova a disposizione nel suo ambiente. Fondamentalmente i pappagalli si nutrono di :

  • Frutta
  • Fiori
  • Verdura fresca
  • Granaglie
  • Semi
  • Insetti
  • Piccoli invertebrati

Tuttavia, gli esperti sottolineano come questi uccelli siano ghiotti di semi e frutta secca, che trovano saporita e deliziosa e che è anche molto nutriente e da loro le energie necessarie per poter proseguire la ricerca di cibo nell'ambiente naturale.

Cosa mangiano i pappagalli della foresta

Nella foresta i pappagalli hanno a disposizione una grande varietà di alimenti, visto che possono consumare una grande varietà di piante diverse. Esistono innumerevoli specie di fiori, alberi da frutta, insetti.. per cui la loro dieta in risulta molto varia nell'ambiente selvatico.

Grazie al fatto che questi volatili si cibino principalmente di semi e piante, li rende molto utili nella proliferazione delle specie vegetali, come spesso capita con gli animali frugivori. Si cibano dei semi e poi li evacuano in altri luoghi, favorendone la diffusione.

Alimentazione dei piccoli di pappagallo in cattività

Come succede per i cuccioli e i piccoli di quasi tutti gli animali, anche i pappagalli appena nati hanno una alimentazione specifica e diversa da quella degli esemplari adulti.

Nel caso del piccolo del pappagallo, in cattività, questi vengono alimentati eccezionalmente di pappe di frutta fatte in casa, ma solo in caso di emergenza. La miglior soluzione è usare preparati specifici per coprire le necessità dei pappagallini.

Questi alimenti contengono elevate percentuali di proteine, molto importanti per il corretto sviluppo dei piccoli. Si possono comprare nei centri veterinari o in negozi specializzati in prodotti per animali. Anche se sulla confezione viene specificato il metodo di preparazione, si prepara la pappa mescolando la pasta con acqua tiepida previamente bollita e quindi purificata dal cloro. Vanno preparate porzioni per diversi pasti, che avvengono ogni 2-3 ore.

Per sapere quando è il momento di dare una porzione di cibo è meglio lasciarsi guidare dal loro istinto, aspettare che i pappagalli comincino a pigolare, segno che hanno fame. La pappa deve risultare cremosa, con una consistenza non troppo liquida ma neanche molto densa, perché il pappagallino non riuscirà a succhiarla.

Cosa mangiano i pappagalli - Alimentazione dei piccoli di pappagallo in cattività

Cosa mangiano i pappagalli domestici?

Nel caso dei pappagalli domestici, i quali non includono tutte le specie, visto che molte sono protette ed in pericolo di estinzione, dovremo tenere conto di una serie di dati. In casa l'alimentazione da fornire al nostro pappagallo dovrà essere la più varia possibile.

È importante che la dieta sia equilibrata, perché spesso questi animali tendono a mangiare troppo, e non bruciando le calorie visto che stanno in gabbia, tendono a sviluppare problemi di sovrappeso e obesità. Ció accade in special modo quando hanno a disposizione grandi quantità di alimenti di cui vanno ghiotti come ad esempio la frutta secca.

In generale la dieta dei pappagalli domestici deve essere frazionata in questa maniera: 75% frutta e verdura, 20% mangime e un 5% composto da premi o cibi speciali e occasionali.

Alimentazione dei vari tipi di pappagallo

Come detto l'alimentazione dei pappagalli varia leggermente a seconda della specie cui appartengono:

Alimentazione degli Yacos

Nel caso del pappagallo Yacos, le proporzioni cambiano leggermente rispetto alle norme generiche viste nel paragrafo precedente, andiamo a vedere le differenze:

  • 60% mangime
  • 30% verdura e frutta
  • 10% semi e legumi cotti

Alimentazione del pappagallo australiano

I pappagalli australiani hanno un'alimentazione molto simile a quella generica raccomandata. In cattività, gli esperti consigliano di alimentarli a base di cereali (come il miglio e l'avena) aggiungendo inoltre verdure come la carota, i broccoli, il cetriolo o le bietole, alimenti molto ricchi di vitamine e sali minerali. Anche la frutta va bene ogni tanto.

Il pompelmo è tossico per i pappagalli australiani. Viceversa è molto consigliato alimentarli con pappe per cuccioli, quando sono già adulti, in due fasi specifiche della loro vita: quando le temperature diventano molto rigide e durante il periodo della riproduzione, entrambe tappe della loro vita in cui necessitano un fabbisogno extra di proteine e calorie.

Alimentazione dei pappagalli di piccole dimensioni

In questa categoria troviamo i pappagalli piccoli, come ad esempio l'agapornis, che misura appena 4-7 centimetri dalla testa alla punta della coda e pesa circa 50 grammi. Altri esempi sono i lorichetti, che si alimentano esclusivamente di nettare e polline, e hanno quindi una dieta nettarivora.

In cattività questi animali devono essere alimentati (escluso il caso dei lorichetti, che hanno pappe specifiche) con mangime specificamente pensato per i pappagalli di piccole dimensioni. In questo caso verrà indicata la quantità in funzione delle dimensioni del pappagallo in questione. In generale comunque l'alimentazione continuate ad essere la stessa cioè semi e verdura.

Alimentazione dei pappagalli verdi

I pappagalli verdi sono i più popolari nelle case di tutto il mondo, per cui è bene conoscere i loro fabbisogni alimentari. Molti esperti consigliano di alimentare i pappagalli con preparati commerciali specifici, che hanno il giusto apporto di minerali e vitamine e con l'aggiunta di verdure a foglia verde, come il cavolo o le bietole, oltre che frutta ogni tanto.

In questo modo seguono un'alimentazione molto simile a quella che hanno in natura, anche se in questo caso le vitamine e i minerali vengono dall'ingestione di radici, semi ed insetti.

Cosa mangiano i pappagalli - Alimentazione dei vari tipi di pappagallo

Alimenti tossici per i pappagalli

Come si è detto i pappagalli hanno una dieta molto varia, potendo includere nella loro alimentazione una grande quantità di alimenti diversi. Tuttavia, esistono cibi che non bisogna assolutamente dare a questi volatili, perché sono potenzialmente tossici e in alcuni casi, anche letali, a seconda della quantità ingerita. Eccovi la lista completa:

  • Bibite
  • Bevande alcoliche
  • Succhi
  • Caffè
  • Sale
  • Cacao o cioccolato
  • Zuccheri e dolci
  • Latticini
  • Pesce
  • Carne
  • Fritti
  • Cibi che contengano coloranti o aromatizzanti
  • Conserve e spezie

Visto che la loro alimentazione si basa logicamente su cibi naturali, che in generale ci sembrano sempre benefici, eccovi una lista di quelli che invece sono dannosi e vanno evitati:

  • Aglio
  • Cipolla
  • Melanzana
  • Avocado
  • Tuberi crudi
  • Semi della frutta tipo pere o mele

Per ulteriori sui cibi tossici, eccovi il nostro articolo di AnimalPedia sui 'cibi proibiti per il pappagallo'. Vi si parla anche dei sintomi che caratterizzano le intossicazioni.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cosa mangiano i pappagalli, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Diete casalinghe.

Fonti
  1. National Geographic. Loros. Recuperato in: https://www.nationalgeographic.es/animales/loro
Bibliografia
  • Falla, R. A.; Sibson, R. B.; Turbot, E. G. (1966). A Field Guide to the Birds of New Zealand. Collins. Londres.
  • Frank Gill y David Donsker. New Zealand parrots, cockatoos & parrots. IOC World Bird List versión 5.2. Recuperada de: https://www.worldbirdnames.org/bow/parrots/

Scrivi un commento su Cosa mangiano i pappagalli

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Cosa mangiano i pappagalli
1 di 3
Cosa mangiano i pappagalli

Torna su