Condividi

La tosse dei canili - Sintomi e cura

 
Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. Aggiornato: 15 giugno 2017
La tosse dei canili - Sintomi e cura

Vedi schede di Cani

La tracheobronchite infettiva, conosciuta comunemente con il nome di tosse dei canili, è una patologia che colpisce il sistema respiratorio e che si sviluppa in posti dove convivono molti cani, come per esempio allevamenti e canili, luogo da cui deriva appunto il nome della malattia.

Prima la malattia era diffusa solo nei canili o negli allevamenti con scarse condizioni igieniche. Con l'aumento di rifugi per animali, la diffusione di dog-sitter, mostre canine e, in generale, luoghi in cui ci sono molti cani, la patologia si è diffusa ancora più rapidamente non per la mancanza di igiene ma perché è molto contagiosa. Se sospetti che il tuo cane soffra di questa malattia, leggi questo articolo di AnimalPedia in cui parliamo della tosse dei canili, i sintomi e la cura.

Potrebbe interessarti anche: Tosse nel cane: cause, sintomi e rimedi

Cos'è la tosse dei canili?

La tosse dei canili è una patologia virale altamente contagiosa causata principalmente dal virus della parainfluenza (PIC) o dell'adenovirus canino tipo 2, agenti che indeboliscono il tratto respiratorio facilitando di conseguenza l'ingresso di batteri opportunisti come la Bordetella bronchiseptica (Bb), causando un'infezione batterica che peggiora lo stato clinico dell'animale.

Questa patologia colpisce direttamente l'apparato respiratorio e causa un'infezione che può essere più o meno grave in base agli agenti presenti, le condizioni esterne e quanto tempo prima è avvenuto il contagio. per darti un'idea della malattia, possiamo dire che la tosse dei canili è molto simile all'influenza per gli esseri umani.

Si tratta di una malattia sempre più comune fra i cani, non è grave e con una semplice terapia medicinale può essere sconfitta.

Come avviene il contagio della tosse dei canili?

Come abbiamo visto all'inizio, è frequente che la tosse dei canili si diffonda in luoghi in cui vive un numero elevato di cani. In questi casi controllare la malattia è più difficile rispetto a quando si tratta di un caso specifico ed isolato.

Come succede per l'influenza, questa patologia viene contagiata per via orale e nasale. Una volta che l'animale è stato contagiato, gli agenti virali possono essere trasmessi ad altri cani nelle due settimane successive, mentre il batterio dell Bordetella bronchiseptica può essere trasmesso per i 3 mesi successivi. In questo modo, se un paziente malato espelle i germi patogeni attraverso le secrezioni nasali, uno sano che si trova nei paraggi potrebbe essere contagiato e iniziare a sviluppare la malattia.

I cuccioli con meno di 6 mesi tendono maggiormente a soffrire di questa malattia. In particolar modo, se si è adottato un cane che è stato esposto a gravi situazioni di stress, per esempio è stato chiuso in gabbia, bisogna prestare particolare attenzione e osservare se presenta i sintomi di cui ti parleremo nel prossimo paragrafo.

Nei canili, allevamenti, rifugi per animali, ecc., è praticamente impossibile evitare che la malattia si contagi in poco tempo. Per questo motivo, la prevenzione è sempre la soluzione migliore. Ne parleremo più avanti in maniera dettagliata.

La tosse dei canili - Sintomi e cura - Come avviene il contagio della tosse dei canili?

Sintomi della tosse dei canili

Se contagiato, il cane inizierà a mostrare dei sintomi chiaramente identificabili. La manifestazione caratteristica di questa patologia è la comparsa di una tosse secca, rauca forte e costante causata dall'infiammazione alle corde vocali.

Nei casi più avanzati, la tosse può essere accompagnata da una leggera espulsione di secrezioni depositate nell'apparato respiratorio dai germi patogeni. Tale espettorazione, di solito, viene confusa con vomito leggero o con un corpo estraneo. Se possibile, ti consigliamo di prelevarne un campione e di portarlo dal veterinario prima possibile per farglielo analizzare. In questo modo potrà visitare il cane e studiare la secrezione, dandoti una diagnosi più accurata.

Devi sapere che questa specie di vomito non deriva da problemi allo stomaco perché la tosse dei canili colpisce solo l'apparato respiratorio. Ha origine a causa dell'infiammazione e dell'irritazione alla gola prodotta dalla tosse secca.

L'abbattimento, la tristezza, il malessere generale, la mancanza di appetito e di energia sono altri dei sintomi della tosse dei canili. Se vedi che il tuo cane ne presenta alcuni, portalo subito dal veterinario. Anche se non si tratta di una malattia grave, è necessario un trattamento medico per curarla e per evitare che peggiori. Nei cani che provengono da canili, allevamenti o negozi di animali e che hanno vissuto situazioni stressanti è possibile che la condizione peggiori e diventi polmonite.

La tosse dei canili - Sintomi e cura - Sintomi della tosse dei canili

Come curare la tosse dei canili

In casi singoli, la prima cosa da fare è isolare il cane malato in una stanza per almeno sette giorni o per tutta la durata della terapia. Questo passaggio è fondamentale per evitare che la malattia si diffonda e contagi animali vicini.

Una volta isolato, il modo più semplice per controllare e sconfiggere la tosse dei canili è con antibiotici e antinfiammatori. A seconda delle condizioni del cane e dell'avanzare della malattia, il veterinario gli prescriverà un farmaco piuttosto che un altro. Dato che nello sviluppo della malattia entrano in gioco vari agenti virali, è impossibile determinare una terapia adatta per tutti i casi. Il consiglio migliore è andare dal veterinario.

Nei cani che soffrono di abbattimento e mancanza di appetito, dovrai assicurarti che ingeriscano la quantità di acqua minima consigliata dal medico per evitare che si disidrati e cercare di rendere fluide le secrezioni nasali.

La tosse dei canili - Sintomi e cura - Come curare la tosse dei canili

Come prevenire la tosse dei canili

Senza ombra di dubbio, il modo migliore per prevenire qualsiasi malattia contagiosa è la prevenzione. Nei canili, allevamenti, negozi di animali, ecc., è fondamentale che ci sia una buona igiene e delle ottime condizioni di pulizia generali per proteggere gli animali e il loro stato di salute. Se non ci sono, gli agenti patogeni si sviluppano più facilmente e la malattia si diffonde.

D'altra parte esiste un vaccino apposito per proteggere il cane da questa patologia specifica. Inoltre, in generale, è fondamentale rispettare il calendario delle vaccinazioni obbligatorie per cani perché anche se non servono per evitare la comparsa della tosse dei canili, aiutano a ridurne i sintomi e a favorirne la guarigione.

La tosse dei canili - Sintomi e cura - Come prevenire la tosse dei canili

La tosse dei canili è contagiosa per l'uomo?

Data la velocità con la quale si diffonde questa patologia sono in molti a chiedersi se la tosse dei canili può essere trasmessa anche alle persone. Dato che il batterio Bordetella bronchiseptica è imparentato con il batterio Bordetella pertussis responsabile della pertosse, sono stati registrati casi -rari- di bambini e adulti contagiati da questo agente patogeno, per cui la tosse dei canili è considerata una zoonosi. Tuttavia questi rari casi sono stati registrati in persone con il sistema immunitario debole, come le persone malate di HIV, i pazienti che seguono una terapie a base di glucocorticoidi per un lungo periodo di tempo, ecc. Quindi può capitare, ma non è comune, che la tosse dei canili sia contagiosa per l'uomo.

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a La tosse dei canili - Sintomi e cura, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie respiratorie.

Scrivi un commento su La tosse dei canili - Sintomi e cura

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

La tosse dei canili - Sintomi e cura
1 di 5
La tosse dei canili - Sintomi e cura

Torna su