Problemi comportamentali

Perché i cani odiano i gatti?

 
Tamara Rigotti
Di Tamara Rigotti, Editrice di AnimalPedia. Aggiornato: 24 marzo 2022
Perché i cani odiano i gatti?
Cani

Vedi schede di Cani

Probabilmente avete sentito mille volte ripetere l'espressione "essere come cani e gatti" per riferirsi a due persone che non hanno un buon rapporto tra di loro, ma cosa c'è di vero nel mito che queste due specie si odino? È, per caso, qualcosa di implicito nella loro natura?

Quando due animali così diversi come cani e gatti vivono insieme possono sorgere alcune incomprensioni e conflitti. Tuttavia, c'è anche la possibilità che possano sviluppare un forte legame e diventare grandi amici. In questo articolo di AnimalPedia analizziamo entrambe le possibilità e risponderemo alla domanda 'perché i cani odiano i gatti?'. Da non perdere!

Potrebbe interessarti anche: Perché il mio gatto non si fa accarezzare?

Sommario

  1. È vero che i cani odiano i gatti?
  2. Perché il cane rincorre i gatti?
  3. Come evitare che il cane insegua il gatto

È vero che i cani odiano i gatti?

Nessuna specie animale intrinsecamente va d'accordo con un'altra, poiché la relazione tra due o più individui dipende da diversi fattori e non solo dalla specie a cui appartengono. Pertanto, è sbagliato generalizzare e dire che cani e gatti si odiano e che non possono vivere insieme pacificamente nella stessa casa.

La verità è che questi due animali sono simili sotto molti aspetti, ma è anche vero che differiscono in altri il che può rappresentare un ostacolo al momento di intavolare una relazione cordiale. I cani sono mammiferi gregari, vivono in gruppo (di cui noi umani facciamo parte), stabiliscono norme sociali e, in certa misura, dipendono gli uni dagli altri per la sopravvivenza e la loro qualità della vita. I gatti, tuttavia, sono molto più indipendenti e, sebbene occasionalmente anche loro formino delle colonie stabili, non mostrano tanta co-dipendenza tra di loro o verso altre specie.

Il modo diverso in cui cani e gatti comunicano e interagiscono naturalmente l'uno con l'altro rende, spesso, difficile per loro capirsi o interpretare le intenzioni dell'altro, portandoli a un certo grado di diffidenza o sospetto reciproco. Questo significa che cani e gatti non si accetteranno mai anche se vivono insieme? Niente affatto, perché, proprio come gli umani, possono imparare a tollerare la presenza dell'altro, a comunicare efficacemente tra di loro e a rispettarsi a vicenda, stabilendo, in alcuni casi, una vera e propria amicizia.

Perché il cane rincorre i gatti?

Vi state chiedendo perché i cani inseguono i gatti, abbaiano, ringhiano o si agitano eccessivamente ogni volta che ne vedono uno? Non significa che li odiano solo perché sono gatti, ci sono diverse ragioni che possono spiegare questi comportamenti. È il caso del vostro animale? Ecco le ragioni più comuni per cui il cane "odia" i gatti:

Non è mai stato socializzato con i gatti o non è abituato alla loro presenza

Se un cane non ha mai avuto contatti con i gatti durante la sua fase di socializzazione (dalle tre settimane a tre mesi di età) o non è stato abituato a loro in generale, è molto probabile che reagisca in modo esagerato ogni volta che ne appare uno sul suo cammino. Spesso il comportamento del cane è semplicemente il risultato della curiosità verso un animale che non è abituato a vedere e in molte altre occasioni è legato, invece, a un sentimento di paura e insicurezza di fronte a qualcosa di sconosciuto. Non tutti i cani esprimono la paura allo stesso modo, alcuni si bloccano, altri scappano o si nascondono e molti di loro abbaiano, ringhiano, si irritano o addirittura inseguono la potenziale minaccia, cercando di scacciarla.

Ha avuto una brutta esperienza con i gatti

Un'altra possibile ragione per cui il cane sembra odiare i gatti è che potrebbe aver vissuto un episodio traumatico o spiacevole. Spesso, i cani che sono più abituati alla presenza dei gatti, o quelli che sono più curiosi o impavidi, diventano "troppo sicuri di sé" in presenza di un gatto: si avvicinano a loro in modo invasivo per annusarli o cercare di giocare, dimenticando che se il gatto in questione si sente minacciato, potrebbe attaccarlo graffiandolo o mordendolo. Di conseguenza, il cane, in futuro, assocerà la presenza di un gatto alla cattiva esperienza vissuta.

Possiede un forte istinto di caccia

Tutti i cani, indipendentemente dalla razza, possiedono un certo istinto di caccia, poiché sono principalmente animali carnivori con un antenato comune: il lupo. Una battuta di caccia completa è composta da diverse fasi, vale a dire: la ricerca del bersaglio, il pedinamento del bersaglio, l'inseguimento del bersaglio e, infine, la sottomissione attraverso il morso. L'allevamento selettivo nel corso degli anni ha potenziato e incentivato questi istinti in alcune razze, ottenendo, per esempio, cani con super-segugi specializzati nella ricerca e nell'inseguimento, cani che mostrano un istinto innato di caccia fin dalla tenera età, o cani veloci capaci di raggiungere un coniglio con un balzo. Se il vostro cane tende a inseguire o cacciare i gatti potrebbe essere influenzato dalla genetica. Quindi, se il vostro cane uccide i gatti, li insegue e attacca brutalmente, la genetica è molto probabilmente il fattore determinante in questo caso.

Perché i cani odiano i gatti? - Perché il cane rincorre i gatti?

Come evitare che il cane insegua il gatto

Per modificare la reazione del tuo cane, la prima cosa da fare è identificare la causa del suo comportamento. Anche se la causa del comportamento del tuo cane è, in parte, genetica, esistono degli esercizi che lo aiuteranno ad aumentare il suo livello di tolleranza verso i gatti, sia che li incontri per strada o che condividano la stessa casa.

In questo articolo vi proponiamo alcune linee guida per iniziare a lavorare su questo problema con il vostro cane ma, come sempre, se vi preoccupa particolarmente, vi consigliamo di chiedere il parere di un etologo professionista o di un addestratore cinofilo.

Come impedire al cane di inseguire i gatti in strada?

La relazione che un cane stabilisce con ogni individuo è unica e diversa, il che spiega perché un cane che convive senza problemi o che ha un buon rapporto con un gatto in casa possa, poi, reagire in modo esagerato in presenza di gatti che incontra per strada. Per questa ragione bisognerà sempre abituare il cane alla presenza di gatti, soprattutto se si vive in una zona dove è facile trovarli durante le passeggiate. Al principio bisognerà mantenere la massima distanza possibile da tutti quelli in cui ci imbattiamo, anche se significherà dover cambiare il percorso o tornare indietro. Abituare il cane ai gatti e ignorarli sarà più difficile se sono a portata di mano.

Appena il cane vedrà un gatto, dovremo rallentare e, prima che abbia una reazione eccessiva, cercheremo di deviare la sua attenzione su di noi chiamandolo per nome o usando un comando come "guardami". Non appena il cane focalizzerà la sua attenzione su di noi, ci complimenteremo con un "molto bene" e lo potremo premiare con uno snack per cani! Lo inviteremo a seguirci e ci allontaneremo dal gatto.

Lo scopo di questo esercizio è quello di creare, gradualmente, un'associazione gatto-umano, che inviti il cane a ignorare il felino in cambio di qualcosa che gli piace. Tuttavia, dobbiamo tenere presente che in molte occasioni, soprattutto nei cani con un forte istinto di caccia, la ricerca o l'inseguimento dei gatti sono molto più potenti di qualsiasi cibo che possiamo offrirgli. Per questo motivo, in questi casi, potremo sostituire lo snack per un gioco che permetta loro di soddisfare questo istinto, come ad esempio lanciargli una pallina nella direzione opposta.

Non bisognerà mai punire o gridare al cane se reagisce a un gatto e dovremo evitare di strattonare il guinzaglio in modo brusco, potremmo peggiorare la situazione. Ricordatevi che la modifica del comportamento è un processo lento che richiede pazienza e alcune ricadute sono normali.

Come evitare che il cane odi il gatto?

Iniziare a vivere con un gatto è un grande cambiamento nella vita di un cane e non tutti questi animali sembrano esserne felici. Spesso sorgono conflitti che sfuggono alla comprensione di noi umani e che, nella maggior parte dei casi, possono essere evitati con una buona presentazione dei due animali.

Il processo di adattamento può essere lungo, ma dovremo evitare di forzare qualsiasi tipo di interazione tra gli animali se uno di loro non è a suo agio. Ne parliamo nel dettaglio nel nostro articolo 'Come faccio a far andare d'accordo cane e gatto?'

Ecco alcuni consigli per rendere più facile la loro convivenza:

  • Per i primi giorni, delimitate gli spazi dei due animali con delle barriere fisiche e assicuratevi che entrambi abbiano delle zone dove possono riposare in pace.
  • Presentate a ciascuno degli oggetti impregnati dell'odore dell'altro in modo che comincino ad abituarsi. Permettete loro gradualmente di vedersi o di avvicinarsi se sono calmi, mantenendo le precauzioni di sicurezza.
  • Rimanete calmi durante le loro interazioni e cercate di non alzare la voce o fare movimenti improvvisi.
  • Assicuratevi che il gatto abbia accesso a luoghi alti (mensole, scaffali, ecc.), si sentirà più sicuro.
  • Presta la stessa attenzione a entrambi e rafforza ogni interazione positiva tra loro.
  • Addestrate il vostro cane con esercizi di autocontrollo per evitare che insegua costantemente il gatto in giro per casa, fornitegli la possibilità di esercizio fisico, arricchimento ambientale e giocate con lui per soddisfare il suo istinto di caccia.

Se desideri leggere altri articoli simili a Perché i cani odiano i gatti?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Problemi comportamentali.

Scrivi un commento
Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 di 2
Perché i cani odiano i gatti?