menu
Condividi

Sequestro corneale felino: cause, sintomi e cura

 
Di Laura García Ortiz, Veterinaria in medicina felina. 21 giugno 2023
Sequestro corneale felino: cause, sintomi e cura

Vedi schede di Gatti

Perché il mio gatto ha un punto nero nell'occhio? Potrebbero chiederselo i padroni di gatti che soffrono di degenerazione corneale felina o sequestro corneale felino. Questa patologia consiste nella degenerazione focale del collagene insieme all'accumulo di pigmento nella cornea del gatto affetto, che si manifesta come una macchia nerastra orientata intorno al centro dell'occhio.

Nelle prime fasi può essere confusa con un'ulcera corneale, ma il sequestro corneale evolve in un colore scuro che non si colora con la fluoresceina. Questo disturbo oculare provoca molto dolore nei nostri gatti equivalente al grado di penetrazione nella cornea, insieme a segni come lacrimazione e sbattere le palpebre eccessivamente, secrezione mucopurulenta e fotofobia, tra gli altri. La diagnosi deve essere fatta rapidamente, individuando la causa ed essendo trattata per risolvere il sequestro corneale con cure mediche o chirurgicamente a seconda della gravità della condizione.

Se vuoi saperne di più sul sequestro corneale felino, cause, sintomi e cura continua a leggere questo articolo di AnimalPedia in cui ti diciamo anche quali sono i sintomi e la diagnosi di quella che viene chiamata anche degenerazione corneale felina.

Cos'è il sequestro corneale felino?

Il sequestro corneale felino, chiamato anche degenerazione corneale felina, consiste in una condizione della cornea in cui vi è una degenerazione focale del collagene e la presenza di porfirine, che è un pigmento bruno. Questo pigmento è localizzato in modo diffuso nello stroma superiore della cornea e gradualmente si trasforma in una placca nera irregolare a volte circondata da vasi sanguigni che si introduce nello stroma della cornea, potendo perforare e persino far perdere al gatto l'occhio interessato dalla condizione.

Questo disturbo corneale compare principalmente nei gatti tra i 2 ei 7 anni e generalmente colpisce solo uno dei due occhi del gatto. Per quanto riguarda la predisposizione in base alle razze, il gatto persiano sembra soffrirne più comunemente, sebbene anche in altre razze possa presentarsi in modo frequente come:

Sequestro corneale felino: cause, sintomi e cura - Cos'è il sequestro corneale felino?

Sintomi del sequestro corneale felino

I segni clinici di cui soffrono i gatti con sequestro corneale sono i seguenti:

  • Placca nerastra in posizione più o meno centrale nell'occhio del gatto.
  • Dolore all'occhio.
  • Fotofobia o intolleranza alla luce.
  • Lacrimazione eccessiva o epifora.
  • Sbattere le palpebre continuamente o blefarospasmo.
  • Secrezione mucopurulenta.
  • Edema corneale.
  • Neovascolarizzazione corneale.
  • Infiltrato cellulare nella cornea.
  • Protrusione della membrana nittitante.

In generale si può sospettare che un gatto abbia un sequestro corneale quando ha un'ulcera che non guarisce o cambia colore, diventando più scura, non permettendogli di aprire completamente l'occhio, soprattutto quando c'è molta luce, accompagnato da dolore, secrezione, lacrimazione e sbattere le palpebre eccessivamente.

Qui puoi trovare maggiori informazioni su Ulcera nell'occhio del gatto, sintomi, cause e terapia.

Sequestro corneale felino: cause, sintomi e cura - Sintomi del sequestro corneale felino

Cause del sequestro corneale felino

Ora che sappiamo cos'è il sequestro corneale felino e i suoi sintomi, vedremo quali sono le cause. I sequestri corneali felini non sono del tutto accertati ma si pensa che possano essere indotti da continue irritazioni della cornea derivate da processi quali:

  • Entropion
  • Ulcere corneali
  • Trichiasi
  • Alterazioni del film lacrimale

La degenerazione corneale felina può anche avere una componente ereditaria, essere secondaria a un trauma e alcuni suggeriscono che la causa potrebbe essere la distrofia stromale primaria.

Un'altra causa che è stata associata al sequestro corneale felino include l'infezione da herpesvirus felino di tipo 1 (rinotracheite felina) perché è comune che questo virus causi sintomi oculari come ulcere o congiuntivite, causando queste condizioni mediche nel 50% dei casi.

Diagnosi di sequestro corneale felino

Per diagnosticare un sequestro corneale in un gatto, va eseguito un esame completo dell'occhio, iniziando dal visualizzare l'occhio con una luce bianca per vedere il colore del sequestro corneale per individuare una macchia scura più o meno centrata sulla cornea che di solito è circondata da vasi sanguigni e che si colora con il Rosa Bengala e non con la fluoresceina.

È buona norma eseguire anche un test di Schirmer per determinare la quantità di lacrime prodotte e la misurazione della pressione intraoculare con un tonometro, oltre che per esplorare il fondo oculare.

Per diagnosticare un'infezione da herpesvirus felino, è necessario:

  • Prendi un campione della congiuntiva.
  • Eseguire un PCR.
  • Utilizzo della Tomografia a Coerenza Ottica: è una tecnica utile per la diagnosi di questa patologia e non richiede sedazione del gatto in quanto non entra in contatto con la superficie corneale, quindi non avverte dolore. Questa tecnica consiste nell'emissione di una sorgente di luce infrarossa che penetra nei tessuti dell'occhio e si riflette nella retina e quando ritorna, la luce crea un'interferenza che produce un'immagine a colori che mostra le strutture dell'occhio e le sue misure in base ai colori, con quelli freddi che indicano lo spessore minore e quelli caldi lo spessore maggiore.

Questa tecnica viene utilizzata per la diagnosi, la decisione della tecnica di trattamento chirurgico e per il controllo postoperatorio per valutare la continuità degli strati e l'integrazione dell'innesto nella cornea.

Sequestro corneale felino: cause, sintomi e cura - Diagnosi di sequestro corneale felino

Cura del sequestro corneale felino

Il trattamento del sequestro corneale felino può essere medico o chirurgico a seconda della gravità, oltre a trattare la causa che lo hanno originato, che possono andare dall'uso di farmaci alla chirurgia per correggere il danno oculare che provoca irritazione.

A seconda del grado di dolore e della gravità del sequestro corneale, verrà effettuato un tipo di trattamento medico.

  • Nei casi più lievi: consiste nell'uso di colliri antibiotici (spesso con tobramicina, cloramfenicolo o ciprofloxacina), antinfiammatori (prednisolone o desametasone) o pomate oftalmiche, insieme a interferone 2alfa ricombinante e trattamento antivirale (idossiuridina, aciclovir, trifluorotimidina) in caso di rinotracheite associata.
  • Nei casi di maggiore gravità del sequestro corneale e maggiore dolore: sarà necessario un trattamento chirurgico eseguendo tecniche come la cheratotomia, che consiste nel rimuovere il tessuto morto in modo che la cornea possa rigenerarsi.
  • In casi molto gravi: saranno necessari innesti di cornea per riempire l'area rimossa. Altre tecniche meno utilizzate sono la traslazione corneale-congiuntivale, pterigio o i trapianti di cornea.

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Sequestro corneale felino: cause, sintomi e cura, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Problemi agli occhi.

Bibliografia
  • J. Esteban. (2022). Atlas de oftalmología clínica del perro y del gato, 2ª edición. Grupo Asís Biomedia S.L.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
Sequestro corneale felino: cause, sintomi e cura
1 di 4
Sequestro corneale felino: cause, sintomi e cura

Torna su