Condividi

Cane disidratato: come si capisce?

 
Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. 14 giugno 2018
Cane disidratato: come si capisce?

Vedi schede di Cani

La disidratazione è un problema che può colpire i cani di ogni età e può avere diverse cause. Esistono diversi gradi di disidratazione e tutto dipende dalla gravità della situazione e dalla capacità dei padroni di capire che il proprio cane è disidratato. Agire tempestivamente e portarlo dal veterinario è fondamentale in una situazione del genere perché siamo di fronte a uno squilibrio che può essere potenzialmente mortale. In questo articolo di AnimalPedia parleremo del cane disidratato, come si capisce che si trova in questa situazione spiegando nel dettaglio sintomi, cause e rimedi. Inoltre, parleremo anche dei cuccioli di cani disidratati, situazione ancora più delicata!

Potrebbe interessarti anche: Come si fa a far vomitare un cane?

Disidratazione nel cane: cause e sintomi

Un cane si disidrata quando il cane elimina più fluidi di quelli che è in grado di recuperare, per cui si trova in una situazione di carenza di liquidi e, di conseguenza, di squilibrio elettrolitico. Tale situazione si ripercuote su tutto l'organismo e se la disidratazione è grave, la vita del cane può essere in pericolo.

La disidratazione nel cane può avere diverse cause che quasi sempre hanno a che vedere con malattie e perdita di fluidi attraverso vomito e/o diarrea. Se il cane presenta sintomi di questo tipo, dovrai controllare sempre se è idratato o meno. La malattia renale o situazioni come il colpo di calore possono causare squilibri di questo tipo. Inoltre, a causa di alcune malattie o della febbre, è possibile che un cane beva di meno.

Per sapere se un cane è disidratato, puoi fare una semplice prova che consiste nel pizzicare leggermente la collottola sollevandola. Quando la lasci ricadere, la pelle di un cane sano torna subito al suo posto. In un cane disidratato, invece, ciò non succede perché la pelle ci mette molto di più a tornare a posto e il tempo impiegato aiuta a capire il grado di disidratazione del cane. Si tratta di una prova per testare l'elasticità della pelle perché aiuta a capire se è disidratato insieme a questi sintomi:

  • Gengive asciutte
  • Saliva densa
  • Urina scura
  • Occhi affossati nei casi più gravi

Inoltre, è normale che il cane sia debole, moscio e inappetente.

Gradi di disidratazione nel cane

La disidratazione non è una situazione risolvibile dando semplicemente da bere al cane, a meno che non si tratti di una disidratazione molto lieve, ovvero se il cane ha vomitato e non beve da qualche ora o se non ha bevuto abbastanza in un giorno molto caldo. Il vomito e la diarrea sono le cause più frequenti di disidratazione nei cani perché in queste situazioni si ha una grande perdita di liquidi e inoltre è normale che il cane smetta di mangiare e bere come di consueto. Come abbiamo accennato nel paragrafo precedente, però anche alcune malattie possono causare questo problema.

Se noti i sintomi di disidratazione nel cane dovrai portarlo subito dal veterinario affinché realizzi una diagnosi esatta e ti dia una cura per il problema, perché dargli molto da bere non serve a nulla. I tipi di disidratazione nei cani sono i seguenti: isotonica, ipertonica e ipotonica, a seconda della quantità d'acqua persa in relazione a quella dei soluti. A seconda della gravità possiamo distinguere diversi gradi di disidratazione nei cani, ovvero i seguenti:

  • Disidratazione inferiore al 4%: è il caso meno grave ed è una condizione asintomatica.
  • Disidratazione compresa tra il 5-6%: in questo caso, se fai la prova della pelle, ci mette poco a tornare al suo posto.
  • Tra il 6-8%: è abbastanza evidente perché la pelle di mette molto a tornare a posto.
  • Tra l'8-10%: la pelle ci mette molto tempo a tornare a posto, le mucose sono asciutte e i bulbi oculari appaiono affossati.
  • Tra il 10-12%: oltre ai sintomi precedenti, il cane va in shock, le mucose sono pallide e ha le zampe fredde. Potrebbe presentare anche altri sintomi.
  • Tra il 10-15%: lo shock è grave e il cane è in pericolo di morte. I gradi superiori al 15% di disidratazione implicano la morte dell'animale.
Cane disidratato: come si capisce? - Gradi di disidratazione nel cane

Cucciolo di cane disidratato: sintomi

Nei cani cuccioli, anziani o che hanno qualche problema che li rende più vulnerabili (come per esempio una malattia), la disidratazione potrebbe avere conseguenze importanti, per cui è fondamentale andare subito dal veterinario. Più il cucciolo è piccolo, più rischia di soffrire di disidratazione e può addirittura morire in poche ore. Ciò vale soprattutto per i cuccioli che vengono ancora allattati perché possono indebolirsi tanto da smettere di succhiare il latte, aspetto che indubbiamente peggiorerà la situazione.

I cuccioli disidratati avranno la bocca asciutta e secca (te ne accorgerai dandogli un dito da succhiare), debolezza generale e perdita di vigore in generale. Inoltre, se ricorri al trucco del pizzicotto sulla pelle vedrai che non tornerà a posto, per cui se un cucciolo ha la diarrea, portalo subito dal veterinario, perché come abbiamo spiegato questo problema è una delle cause principali della disidratazione.

Cane disidratato: rimedi e cura

Se riconosci i sintomi di disidratazione nel cane e il veterinario ti conferma la diagnosi, la cosa più importante da fare è determinarne la causa e stabilire una terapia che permetta di risolvere la situazione e, di conseguenza, riportare tutto alla normalità. Di solito si ristabiliscono i livelli dei liquidi per via endovenosa: il veterinario metterà una flebo al cane (di solito in una delle zampe anteriori) per somministrargli fluidi ed elettroliti.

Nei casi meno gravi, è possibile ricorrere alla somministrazione di siero fisiologico nel tessuto sottocutaneo, con delle iniezioni. Se il cane non ha vomitato e non si è disidratato per questo motivo, potrà essere somministrato con una siringa senza ago, introducendola da un lato della bocca. Se è necessaria la somministrazione endovenosa, sarà necessario ricoverare il cane per 24-48 ore. Nei cuccioli questa soluzione potrebbe essere difficile, per cui potrebbe essere necessaria la somministrazione del siero per via intraossea. Dovrà essere il veterinario a stabilire la quantità di siero fisiologico di cui ha bisogno il cane, tenendo conto del peso dell'animale, delle sue condizioni di salute e dalla gravità della disidratazione.

Se si tratta di un'emergenza, puoi preparare una soluzione casalinga, ma ricorda che dovrai andare dal veterinario appena possibile. Per farlo, consulta questo articolo: Soluzione fisiologica per cani disidratati.

Cane disidratato: come si capisce? - Cane disidratato: rimedi e cura

Idratare un cane disidratato

Come abbiamo detto, se il cane è disidratato non sarà sufficiente dargli acqua da bere, ma dovrai adottare alcune misure per prevenire la disidratazione nei cani, come quelle che ti proponiamo di seguito:

  • Assicurarsi che il cane abbia sempre a disposizione acqua da bere, sempre fresca e pulita. È molto importante soprattutto nei giorni in cui fa più caldo. Porta sempre con te una bottiglietta d'acqua quando esci con il cane.
  • Mai lasciare il cane in macchina a maggior ragione se sotto al sole. Se hai un giardino, assicurati che ci sia una zona all'ombra dove possa riposare quando fa molto caldo. Evita che faccia esercizio nelle ore più calde della giornata perché sono situazioni che predispongono il cane ad avere un colpo di calore.
  • Se il cane soffre di qualche malattia che può aumentare il rischio di disidratarsi, come la malattia renale, o se ha avuto da poco una malattia che l'ha fatto disidratare, dovrai assicurarti che beva tenendo varie ciotole piene d'acqua in casa. Per invogliarlo a bere, inoltre, puoi dargli cubetti di ghiaccio o del brodo. Un'altra soluzione può essere sostituire le crocchette con cibo umido affinché assuma più liquidi. Se niente di tutto ciò fa effetto, ti invitiamo a dare un'occhiata al seguente articolo: Perché il mio cane non beve?
  • Se hai un cane cucciolo o malato e osservi uno dei sintomi di disidratazione, consulta subito il veterinario.
  • Infine, come primo soccorso, se non vomita puoi dargli da bere e se sospetti che possa avere un colpo di calore, tienilo all'ombra e portalo immediatamente dal veterinario.

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cane disidratato: come si capisce?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Primo soccorso.

Scrivi un commento su Cane disidratato: come si capisce?

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Cane disidratato: come si capisce?
1 di 3
Cane disidratato: come si capisce?

Torna su