menu
Condividi

Come sapere se il cane ti odia?

 
Di Tamara Rigotti, Editrice di AnimalPedia. 11 gennaio 2022
Come sapere se il cane ti odia?

Vedi schede di Cani

Chiunque conviva con un cane avrà notato l'enorme complessità comportamentale e cognitiva di questi animali, così come la loro capacità di provare ed esprimere una vasta gamma di emozioni. Per questo motivo, è naturale che ci si chieda cosa pensi il cane di noi.

Molte persone umanizzano e interpretano male il comportamento dei loro amici a quattro zampe e questo li porta a pensare che i loro animali li odiano, ma la verità è che i cani non "odiano", o almeno non nello stesso modo in cui lo fanno gli umani. Il grado di affetto o di rifiuto che un cane mostra verso il suo umano dipenderà sia dal tipo di relazione che si stabilisce sia dalle esperienze dell'animale. In questo articolo di AnimalPedia analizziamo diversi aspetti che possono danneggiare o ostacolare il rapporto con il tuo amico quadrupede e ti diamo alcuni consigli per migliorare il legame con lui. Se sospetti che il tuo cane ti "odia" continua a leggere per sapere quali sono le possibili cause e come porvi rimedio.

1. Ti rifiuta e non si lascia toccare perché non ben socializzato

Il periodo tra le tre settimane e i tre mesi di vita di un cucciolo è chiamato 'la fase sensibile della socializzazione' e corrisponde a uno dei momenti in cui il suo sistema nervoso è più predisposto a ricevere nuove informazioni, elaborarle e adattarvisi. Durante questo periodo, il cucciolo dovrebbe iniziare ad avere la possibilità di esplorare il mondo che lo circonda, imparare a relazionarsi con i diversi stimoli del suo ambiente ed a abituarvisi.

Se il cucciolo viene separato dalla madre troppo presto (prima delle otto settimane di età), viene isolato durante il periodo di socializzazione o sottoposto ad esperienze negative in tenera età, è molto probabile che sviluppi un disturbo comportamentale legato alla paura. Sfortunatamente, molti dei cuccioli in attesa di casa nei rifugi non sono stati adeguatamente socializzati e possono avere una vera paura delle persone.

Se adottate un cane e notate che vi rifiuta, non vi permette di toccarlo, si allontana da voi o assume un atteggiamento minaccioso, questa potrebbe esserne la causa. Naturalmente, il tuo cane non ti odia, ma è possibile che non abbia mai avuto un rapporto sano con un essere umano e che sia molto timoroso. In questo caso, la cosa migliore da fare è contattare un etologo canino o un educatore che lavorino usando il rinforzo positivo per consigliarvi il modo migliore di interagire con l'animale in modo che, poco a poco, cominci ad avere fiducia in voi.

2. Si nasconde dietro di te a causa di esperienze traumatiche

L'isolamento durante il periodo di socializzazione o la separazione precoce dalla madre sono certamente esperienze traumatiche per un cane, ma non sono le uniche. Indipendentemente dall'età o dalla fase di vita di un cane, se viene abusato fisicamente o psicologicamente da un essere umano, può sviluppare una paura patologica delle persone in generale o delle persone con caratteristiche simili a quelle dell'individuo che lo ha trattato male. Questo è il motivo per cui spesso vediamo cani che hanno forti reazioni di panico, per esempio, di fronte a uomini con la barba, persone con bastoni o persone che indossano certi articoli di abbigliamento, mentre non si comportano allo stesso modo con altre persone.

Purtroppo, i canili e i rifugi sono pieni di animali che sono stati maltrattati e che spesso fanno più fatica e ci mettono più tempo ad adattarsi e a fidarsi di un umano. Ancora una volta, dobbiamo chiarire che alla base del loro comportamento, compresa l'aggressività, c'è la paura e non un sentimento di odio o risentimento, quindi l'ideale è rivolgersi ad un professionista che ci indichi come avvicinarci al nostro animale.

Come sapere se il cane ti odia? - 2. Si nasconde dietro di te a causa di esperienze traumatiche

3. Ti ignora o ti attacca a causa di una cattiva educazione

Una delle cause più frequenti di un cattivo rapporto cane-umano è la strategia di educazione. In ogni famiglia bisognerebbe stabilire delle regole di convivenza, ma è importante che queste regole siano chiare, coerenti e insegnate nel rispetto dell'animale.

Un esempio molto elementare è il seguente: se una famiglia decide che il cane non può salire sul divano, tutti i membri dovranno essere d'accordo e agire nello stesso modo.

  • Offrite al cane delle alternative: cucce, stuoiette ecc.
  • Premiate il cane, con uno snack o parole d'affetto, quando si sdraia nella cuccia o sulla stuoia piuttosto di salire sul divano.

Se, invece, al cane è ammesso sporadicamente di salire sul divano e a volte, invece, viene sgridato per averlo fatto, si crea un ambiente molto confuso per il cane, che può portare allo sviluppo di ansia e di problemi comportamentali.

Allo stesso modo, l'uso di punizioni fisiche come collari a strozzo o a scossa, e l'uso dell'intimidazione come metodo di educazione influiscono gravemente sul benessere del cane, causando paura e reazioni che potrebbero essere facilmente scambiate per odio (atteggiamento minaccioso, aggressività, ignorare gli ordini, scappare da noi, ecc.) In questo video vi mostriamo come educare un cucciolo utilizzando tecniche basate sul rinforzo positivo:

4. Ti ringhia perché non lo stai rispettando

Il linguaggio canino è eccezionalmente ampio e complesso. Attraverso le espressioni del muso, le posture del corpo e le vocalizzazioni, i cani esprimono diverse intenzioni ed emozioni sia a noi che ad altri animali. È essenziale educarsi e imparare il significato di questi segnali quando si adotta un cane, poiché la comunicazione è la base di qualsiasi relazione, anche tra specie diverse.

I cani imparano il significato dei nostri gesti, parole ed espressioni molto rapidamente, poiché ci osservano con grande attenzione ogni giorno. Tuttavia, generalmente a noi risulta più difficile capire ciò che il nostro amico quadrupede vuole dirci e facilmente lo interpretiamo nel modo sbagliato. Per esempio, tendiamo a credere che un cane scodinzola perché è felice, ma in realtà questo gesto può essere interpretato in molti modi a seconda del contesto e della forma del movimento stesso. In questo articolo ti spieghiamo come interpetare i movimenti della coda del cane.

È importante conoscere i cosiddetti segnali di calma (sbadigli, leccate, girare la testa, ecc.) e i segnali di minaccia (ringhio, mostrare i denti, marcare, ecc.), che ci indicheranno quando il nostro cane si sente a disagio o ha bisogno di spazio. Se rispettiamo questi segnali ed evitiamo di esporre forzatamente il nostro amico a quattro zampe a situazioni spiacevoli, si sentirà più compreso e avrà più fiducia in noi.

5. Il cane è nervoso perché non stimolato adeguatamente

I bisogni di un cane vanno ben oltre quelli meramente fisiologici e, se vogliamo garantire il suo benessere e stabilire un vero legame, è essenziale passare del tempo di qualità con lui e offrirgli stimoli a sufficienza, sia fisici che mentali. Un cane che non è stimolato adeguatamente può cercare di manifestarlo e sviluppare alcune stereotipie (azioni ripetitive senza uno scopo specifico), nervosismo, abbaiare eccessivo, ecc. Tutto questo è il risultato dello stress e dell'ansia causati dal non essere in grado di incanalare la sua energia o dalla mancanza di stimolazione mentale. Al contrario, altri cani possono mostrarsi totalmente apatici.

I cani sono animali sociali e gregari, hanno bisogno di relazionarsi ed interagire con altri individui. Una parte fondamentale del vivere con un cane è passare del tempo insieme, impegnandosi in attività piacevoli ed esperienze positive. Questo include passeggiate, sessioni di allenamento, gioco e, naturalmente, momenti di relax e coccole. Prenderci cura di questi aspetti permette al cane di stabilire un legame sicuro e sano con noi e di essere più affettuoso nei nostri confronti.

Allo stesso modo, dobbiamo fornire loro attività e sfide che incoraggino il processo decisionale e li stimolino cognitivamente. Per questo, possiamo ricorrere all'addestramento o all'uso di giochi di attivazione mentale come il kong.

Detto questo, se notate il cane vi abbaia, mostra i denti, si nasconde o non si lascia accarezzare, non significa che il vostro cane vi odia, c'è qualcosa non va e questo è il suo modo di trasmetterlo. Pertanto, è necessario individuare la causa del suo comportamento e trattarla per migliorare il vostro legame.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come sapere se il cane ti odia?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Cure di base.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
Come sapere se il cane ti odia?
1 di 2
Come sapere se il cane ti odia?

Torna su