menu
Condividi

Come si riproducono le lucertole?

 
Di María Luz Thomann, Biologa ed ornitologa. 11 gennaio 2024
Come si riproducono le lucertole?

Le lucertole, membri dell'ordine Squamata, rappresentano la diversità tassonomica che abbraccia più famiglie e generi, adattandosi a diversi habitat che vanno dai deserti alle foreste pluviali tropicali. La riproduzione delle lucertole è ancora un aspetto diverso, poiché sono caratterizzate dall'avere diverse strategie adattative. Molte specie mostrano comportamenti di corteggiamento, in cui i maschi usano manifestazioni visive o uditive per attirare le femmine. Dopo l'accoppiamento possono deporre le uova in ambienti diversi, dalle zone umide agli anfratti delle rocce.

Vi siete mai chiesti come si riproducono le lucertole? Se la risposta è sì, non puoi perderti questo articolo di AnimalPedia in cui ti racconteremo tutto sulla riproduzione di questi animali.

Potrebbe interessarti anche: Come si riproducono i rettili?

Com'è il corteggiamento delle lucertole?

Il corteggiamento nelle lucertole è un processo affascinante che varia a seconda della specie, ma ci sono alcuni modelli e comportamenti comuni che possono essere osservati in molte di loro. Qui potete consultare i "Tipi di lucertole" esistenti.

In generale, il corteggiamento viene avviato dal maschio, che cerca di attirare la femmina attraverso una serie di manifestazioni. Queste visualizzazioni possono includere movimenti specifici del corpo, come scuotere la testa, movimenti ondulatori o sollevare il corpo per mostrarne la colorazione. La colorazione, in molti casi, è un segnale visivo chiave durante il corteggiamento, con colori vivaci o motivi distintivi che il maschio usa per impressionare la femmina.

Oltre ai movimenti e alla colorazione, alcuni maschi emettono anche vocalizzazioni o suoni specifici per attirare le femmine. Questi suoni possono essere cinguettii, clic o vocalizzazioni più complesse, a seconda della specie.

Una volta che il maschio ha catturato l'attenzione di una femmina, possono seguire una serie di interazioni più dirette, come avvicinamenti cauti, toccamenti o persino combattimenti tra maschi per stabilire il dominio su un territorio o un gruppo di femmine.

Come si riproducono le lucertole?

In generale, la riproduzione inizia con il corteggiamento, in cui i maschi impiegano una varietà di manifestazioni, movimenti e, in alcuni casi, vocalizzazioni per attirare le femmine. Una volta stabilita la connessione tra un maschio e una femmina, avviene l'accoppiamento, che può essere sessuale o asessuale.

Diamo un'occhiata più in dettaglio di seguito.

Riproduzione sessuale delle lucertole

La riproduzione sessuale nelle lucertole è il metodo predominante ed è caratterizzata da un processo che coinvolge il corteggiamento, l'accoppiamento e lo sviluppo delle uova. Il corteggiamento viene solitamente avviato dal maschio, che utilizza una serie di manifestazioni, movimenti e talvolta vocalizzazioni per attirare le femmine.

Una volta stabilito il corteggiamento, avviene l'accoppiamento, dopo il quale la femmina generalmente depone le uova. Queste uova vengono deposte in vari habitat a seconda della specie e il numero di uova può variare ampiamente tra le diverse specie. La fecondazione di queste uova di solito avviene internamente dopo l'accoppiamento.

Riproduzione asessuata delle lucertole

Sebbene la riproduzione asessuata non sia comune nelle lucertole, alcune specie possono ricorrere a metodi di riproduzione asessuata, come la partenogenesi. Nella partenogenesi, le femmine possono produrre prole senza la necessità di fecondazione da parte di un maschio. Ciò si ottiene attivando un uovo non fecondato per iniziare a svilupparsi e dare origine a una prole geneticamente identica alla madre.

Questo metodo di riproduzione può offrire alle femmine la capacità di riprodursi in assenza di maschi o in condizioni ambientali che limitano la disponibilità di partner riproduttivi. Tuttavia, è importante notare che la riproduzione asessuata, come la partenogenesi, non è così diffusa nelle lucertole come in alcuni altri gruppi di rettili.

Aspidoscelis tesselata è una delle lucertole più conosciute per la sua capacità di riprodursi asessualmente attraverso partenogenesi in assenza di maschi. Questi eventi di partenogenesi consentono alle femmine di produrre prole geneticamente identica a loro stesse, senza la necessità della fecondazione da parte di un maschio.

Potresti voler scoprire più caratteristiche delle lucertole di seguito. Non perderlo!

Come nascono i cuccioli di lucertola?

Le lucertole nascono principalmente dalle uova, poiché la maggior parte delle specie sono ovipare, come abbiamo detto. Dopo l'accoppiamento e la fecondazione interna, la femmina depone le uova in un ambiente adatto alla specie. Una volta deposte le uova, inizia il processo di incubazione.

La durata di questo processo varia a seconda della specie ed è influenzata da diversi fattori, tra cui le condizioni ambientali, la temperatura e il tipo di habitat. Alcune specie, come la lucertola muraiola ( Podarcis muralis ), hanno un periodo di incubazione che varia dalle 4 alle 6 settimane, mentre in altre specie del genere Sceloporus l'incubazione può durare fino a 10 settimane.

Dopo la schiusa, i piccoli emergono dall'uovo come giovani lucertole, conosciute come lucertole neonate o appena nate. Questi piccoli, sebbene piccoli e vulnerabili, hanno già molte delle caratteristiche e dei comportamenti di base degli adulti, come la capacità di muoversi, nutrirsi e cercare riparo.

Come abbiamo accennato, sebbene l'oviparità sia il metodo riproduttivo predominante nelle lucertole, ci sono alcune specie che presentano l'ovoviviparità, in cui le uova si sviluppano all'interno del corpo della femmina e i piccoli nascono vivi.

Come si riproducono le lucertole? - Come nascono i cuccioli di lucertola?

Come sono le uova di lucertola?

Le uova di lucertola variano in dimensioni, forma e colore a seconda della specie e dell'ambiente ecologico. Sono generalmente piccoli rispetto alle dimensioni del corpo della femmina. La dimensione esatta può variare a seconda della specie, ma in generale si tratta di uova che possono misurare da pochi millimetri a circa 2 centimetri , a seconda della specie.

Molte uova di lucertola hanno una forma ovale, sebbene anche la precisione della forma sia una caratteristica che può variare da specie a specie. La forma ovale consente un efficace adattamento alla deposizione in diversi tipi di substrati e ambienti. Anche il colore delle uova può variare notevolmente.

Alcune uova possono avere colori uniformi, come bianco, marrone o crema , mentre altre possono presentare motivi o segni che le aiutano a fondersi con l'ambiente circostante. Il colore può avere una funzione protettiva, aiutando le uova a mimetizzarsi nel substrato in cui vengono deposte.

Il guscio d'uovo delle lucertole è generalmente sottile ma resistente e fornisce protezione all'embrione in via di sviluppo da fattori esterni come l'essiccazione, i predatori e altri rischi ambientali. Questo guscio consente lo scambio di gas essenziali per lo sviluppo embrionale.

Se sei interessato a questi animali, potresti voler scoprire se le lucertole sono pericolose. Presta attenzione!

Come si riproducono le lucertole? - Come sono le uova di lucertola?

Se desideri leggere altri articoli simili a Come si riproducono le lucertole?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Bibliografia
  • Grismer, J. L. (2009). Battle of the Sexes: Asexuality versus Sexuality. Reptiles & Amphibians, 16(1).
  • Licht, P. (1966). Reproduction in lizards: influence of temperature on photoperiodism in testicular recrudescence. Science, 154(3757), 1668-1670.
  • Schwarzkopf, L., & Shine, R. (1992). Costs of reproduction in lizards: escape tactics and susceptibility to predation. Behavioral Ecology and Sociobiology, 31, 17-25.
  • Shine, R. (1980). “Costs” of reproduction in reptiles. Oecologia, 46, 92-100.
  • Tinkle, D. W., Wilbur, H. M., & Tilley, S. G. (1970). Evolutionary strategies in lizard reproduction. Evolution, 24(1), 55-74.
  • Weaver, R. E., O'Connor, A. P., Wallace, J. L., King, J. M., & Walker, J. M. (2011). Discovery of the Parthenogenetic Colorado Checkered Whiptail, Aspidoscelis neotesselata (Squamata: Teiidae), In Washington State. Northwestern Naturalist, 92(3), 233-236.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
Come si riproducono le lucertole?
1 di 3
Come si riproducono le lucertole?

Torna su