Condividi

Cosa fare se il gatto vomita

Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. Aggiornato: 22 febbraio 2018
Cosa fare se il gatto vomita

Vedi schede di Gatti

Il vomito sporadico è una condizione abbastanza comune nel gatto ma ciò non significa che si tratti di qualcosa di grave. Se vomita con maggiore frequenza, però, è possibile che si tratti di un sintomo di una patologia più grave, per cui dovrai portare subito l'animale dal veterinario.

Il vomito è una reazione attraverso la quale il corpo elimina in maniera attiva attraverso la bocca del contenuto in fase di digestione, in particolar modo dico che si trova nello stomaco. È importante non confondere il vomito con il rigurgito, poiché quest'ultimo è un rifiuto passivo del cibo che non si manifesta attraverso contrazioni attive dell'addome né espulsione di cibo non digerito o saliva. In questo articolo di AnimalPedia ti spieghiamo cosa fare se il gatto vomita, spiegandoti diverse situazioni in cui può comparire questa condizione.

Potrebbe interessarti anche: Cosa fare se il cane ha la diarrea

Cosa fare se il gatto vomita: primo soccorso

Se il gatto sta vomitando, probabilmente non sarà del tutto cosciente, per cui fare attenzione e controllare che il vomito non sia andato nelle vie respiratorie, ostruendole. Allontana il gatto da ciò che ha vomitato, puliscigli la bocca e il naso con molta delicatezza. Non sarà facile perché potrebbe provare a graffiarti o morderti.

Se il gatto che vomita è adulto e sano, non ha sintomi che possono far pensare ad altri problemi di salute e non è disidratato, ti consigliamo di metterlo a dieta dalle 12 alle 24 ore e di dargli un po' d'acqua poco a poco. Tuttavia, il digiuno prolungato in certi casi potrebbe non essere raccomandato, come per esempio se il gatto soffre di obesità.

In ogni caso, dorai tenere sotto controllo il gatto dalle 24 alle 48 ore dopo l'episodio di vomito. Se dovesse vomitare di nuovo o se il suo stato di salute in generale peggiora, portalo subito dal veterinario.

Cosa fare se il gatto vomita - Cosa fare se il gatto vomita: primo soccorso

Il gatto vomita: cause

Osservare il contenuto rifiutato dal corpo del gatto è importante per determinare la gravità della condizione e permette al veterinario di capire qual è stata la causa scatenante. Il vomito del gatto può contenere: elementi non digeriti, succhi gastrici, bile (colore giallognolo/verdastro), sangue (color rosso vivo o marrone se il sangue è stato digerito), corpi esterni, piante, tricobezoari (boli o palle di pelo).

Palle di pelo

Una delle cause più comuni del vomito nei gatti è la formazione di tricobezoari, meglio conosciuti come boli o palle di pelo. Il gatto non fa altro che leccarsi e lucidarsi il pelo tutto il giorno, ma in questo modo ingurgita grandi quantità di pelo morto che formano una pallina nell'apparato digerente che poi viene eliminata attraverso il vomito. Per risolvere questo tipo di problema, puoi pettinare il gatto, in particolar modo se è a pelo lungo. Altre soluzioni al problema sono la pasta al malto oppure delle piante che aiutano il gatto a depurarsi, come la valeriana.

Ha mangiato troppo velocemente

È possibile che semplicemente il gatto abbia mangiato troppo e troppo di fretta, per cui lo stomaco non ha fatto in tempo a digerire il cibo e ha bisogno di espellerlo. Se, prima dell'espulsione, il cibo non è arrivato allo stomaco, ma solo fino all'esofago, parliamo di rigurgito. In ogni caso, se il gatto mangia troppo velocemente, dovrai dividere il cibo in piccole dosi più frequenti, controllando che mangi con calma masticando correttamente.

Lo stress

Un'altra causa del vomito nei gatti è lo stress. I felini sono animali sensibili ai cambiamenti di ogni tipo (nella dieta, nell'ambiente in cui vivono, ecc.) fattori che possono causare un stress lieve o grave. Se vi siete trasferiti, hai fatto dei lavori a casa, hai cambiato il cibo che mangiava o hai adottato un altro animale domestico, è possibile che il gatto sia stressato e vomiti per questo motivo. Per aiutarlo a superare la situazione, crea uno spazio tranquillo e sicuro per il micio dove si possa rifugiare per avere tranquillità. Se non riesci a tranquillizzare un gatto stressato, puoi consultare un esperto in comportamento animale che ti consiglierà di usare feromoni o altri tipi di medicinali adatti al caso specifico.

Intolleranza a qualche alimento

Se il vomito è frequente, accompagnato o meno da diarrea, ma il gatto non perde appetito e non presenta nemmeno altri sintomi, è possibile che la causa sia un'intolleranza alimentare o una gastrite acuta o cronica. Se pensi che queste condizioni possano essere la causa del vomito nel gatto, mettilo a digiuno per 24 ore e se continua a vomitare portalo dal veterinario per far seguire al gatto un trattamento adeguato. Se metti a digiuno il gatto per 24 ore, tienilo sotto controllo perché l'assenza prolungata di cibo può causare cambiamenti nella flora intestinale. Chiedi sempre consiglio al veterinario prima di qualsiasi cambiamento drastico.

Intossicazione

Un'altra causa può essere un'intossicazione: cerca di pensare se il gatto ha ingerito qualcosa che non doveva e se sospetti che abbia un'intossicazione chiama subito il veterinario e spiegagli la situazione per sapere come procedere. Ad esempio, ci sono delle piante tossiche per i gatti. Informati su quali sono per non tenerle in casa o per scartare l'eventualità che sia stata una pianta a causare il problema.

Patologie gravi

Se gli episodi di vomito sono accompagnati da altri sintomi come la perdita di appetito, la febbre, la diarrea con sangue o costipazione, è possibile che il vomito sia sintomo di un problema più grave, come presenza di parassiti, diabete, leucemia o cancro. Riporta tutti i sintomi al veterinario per una diagnosi accurata.

È una buona idea misurare la febbre al gatto: l'ideale è che non superi i 39ºC. Osserva bene il gatto per riconoscere eventuali alterazioni neurologiche come vertigini, convulsioni, alterazioni della coscienza. Un aumento della sete, disturbi urinari o gatta che è stata da poco in calore sono elementi importanti che aiutano a capire cosa sia stato a far vomitare il gatto.

Cosa fare se il gatto vomita - Il gatto vomita: cause

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cosa fare se il gatto vomita, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Problemi intestinali.

Scrivi un commento su Cosa fare se il gatto vomita

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
Sua valutazione:
Becca Sparkles
Il mio gatto mangia i bocconcini in salsa la sera, e la mattina vomita marrone. Quale può essere la causa?

Cosa fare se il gatto vomita
1 di 3
Cosa fare se il gatto vomita

Torna su