Condividi

Cosa mangiano i pesci?

 
Di Tamara Rigotti, Editrice di AnimalPedia. 26 marzo 2020
Cosa mangiano i pesci?

I pesci sono animali vertebrati adattati alla vita acquatica. Dai laghi di montagna alle profondità dell'oceano, i pesci hanno colonizzato le acque grazie alle loro varie tecniche di alimentazione. Ci sono specie che si nutrono dei resti di animali in decomposizione sul fondo del mare, alcune sono cacciatrici attive e altre si nutrono di materia vegetale.

Se volete conoscerne di più sull'alimentazione dei pesci, non perdetevi questo articolo di AnimalPedia e vi spiegheremo cosa mangiano i pesci.

Potrebbe interessarti anche: Quanto e cosa mangiano i pesci rossi?

Tipi di alimentazione dei pesci

A seconda della provenienza del cibo, i pesci si classificano in diverse categorie, anche se va notato che molte specie possono combinare diversi tipi di alimentazione per ottenere tutte le sostanze nutritive necessarie. D'altra parte, ci sono specie che possono vivere nelle foci dei fiumi, dove le acque sono salmastre e quindi sopravvivono sia nei fiumi che in mare, come lo squalo toro (Carcharhinus leucas) o il salmone (Salmo salar), quindi la loro dieta sarà complementare tra gli alimenti disponibili nei due diversi tipi di ambienti. Ciò avviene grazie all'omeostasi, che è la capacità degli esseri viventi di mantenere un equilibrio chimico interno stabile.

Di seguito elenchiamo le categorie dei pesci in base al loro tipo di alimentazione:

  • Pesci erbivori: si nutrono di vegetali, sia di piante dei fondali che di alghe, a seconda della profondità in cui vivono e del loro stile di vita. Il pesce pappagallo blu (Scarus coelestinus) per esempio, con la sua particolare dentatura, raggruppa i denti in una struttura simile al becco dei pappagalli, la usa per rosicchiare coralli e rocce è quindi in grado di estrarre le alghe da queste superfici.
  • Pesci carnivori: si nutrono di altri pesci e animali acquatici come vermi, crostacei, molluschi e zooplancton. Possono essere cacciatori attivi o catturare le loro prede. Inoltre, hanno denti adattati per strappare la pelle alle loro prede. Esempi di pesci carnivori sono lo squalo bianco (Carcharodon carcharias) o il grande barracuda (Sphyraena barracuda), entrambi con denti affilati che funzionano come vere e proprie seghe.
  • Pesci onnivori: sono quelli la cui dieta è più opportunistica e generalista, cioè si adattano alla disponibilità di cibo, la loro dieta può essere sia di origine animale che vegetale. Esempi di pesci onnivori sono i piranha rosso (Serrasalmus nattereri), che, sebbene siano noti per essere un carnivori voraci, non lo sono in senso stretto, in quanto possono mangiare piante per integrare la loro dieta. Un altro esempio è la carpa comune (Cyprinus carpio) che oltre a nutrirsi di vegetazione acquatica, cerca anche piccoli insetti o crostacei sul fondo del fiume o dei laghi dove vive.
  • Pesci detritivori: sono quelli che approfittano dei resti organici di altri pesci. Questo serve come riciclaggio della materia organica, poiché oltre ad alimentare ed inoltre molte specie filtrano l'acqua. I pesci gatto dell'ordine dei Siluriformes sono pesci sono pesci detritivori. I pesci chiamati pulitori, come il Corydoras aeneus, sono quelli incaricati di filtrare l'acqua dei fondali dove vivono.

Cosa mangiano i pesci di fiume?

Le caratteristiche fisiche dei pesci di fiume gli permettono loro di vivere in acque poco salate. Tra i pesci che vivono nei fiumi (le cui acque hanno più fosforo, potassio e magnesio) troviamo una grande variabilità nella dieta.

Le specie che si occupano di filtrare l'acqua, si nutrono di detriti del suolo dei fiumi o dei laghi e vivono e si nutrono nei fondali, in quanto dispongono di un sistema orale adattato a questo scopo. Altre specie, come gli erbivori di fiume, si nutrono di alghe e piante, a volte, di frutta che cade in acqua. D'altra parte, i pesci carnivori presenti in questo tipo di ambiente si nutrono di larve di insetti o crostacei di fiume. Possono anche nutrirsi altri pesci più piccoli e, in alcuni casi, altri animali terrestri che cadono in acqua senza saperlo.

Cosa mangiano i pesci? - Cosa mangiano i pesci di fiume?

Cosa mangiano i pesci di mare?

Come i pesci di fiume, le specie che abitano i mari e gli oceani, le cui acque sono più ricche di sodio, iodio e cloro, non possono vivere in acqua dolce perché il loro corpo non è preparato a trattenere i sali di cui il corpo ha bisogno, come spieghiamo nel nostro articolo sul Perché i pesci d'acqua dolce muoiono in acqua salata?

Poiché si sono adattati a vivere in un ambiente salato, il loro corpo è responsabile della regolazione dell'ingresso e dell'uscita continua del sale. Le specie marine includono una grande varietà di alimenti nella loro dieta. Ciò dipenderà sopratutto da dove vivono. Gli animali degli abissi, per esempio, adattati a vivere in zone di mare dove la vita è molto scarsa, possono nutrirsi di zooplancton e di piccoli pesci. Tuttavia, altre specie, come l'anguilla pellicano (Eurypharynx pelecanoides), sono predatori e catturano altri pesci più grandi.

D'altra parte, specie come gli squali, i tonni o il pesce spada, sono pesci pelagici, cioè vivono più vicini alla superficie. Sono grandi cacciatori e predatori, quindi catturano attivamente le loro prede. Altre specie, come il pesce pagliaccio (Amphiprion ocellaris), sono considerate onnivore generaliste, in quanto si nutrono sia di alghe che di animali nella stessa proporzione, e sono state osservate anche consumando i parassiti degli anemoni con cui vivono, con i quali sono mutualisti, il che significa che traggono beneficio da entrambe le specie per migliorare la loro vita.

Esistono specie marine con abitudini alimentari più curiose, come il pesce pilota (Naucrates ductor), che si nutre dei resti di cibo e dei parassiti degli squali, con i quali stringe un rapporto praticamente simbiotico, è difficile vedere questi due separati.

Ora che sapete cosa mangiano i pesci d'acqua salata, potreste anche essere interessati a conoscere alcuni dei pesci d'acqua salata esistenti più belli.

Cosa mangiano i pesci? - Cosa mangiano i pesci di mare?

Cosa mangiano i pesci d'acqua dolce?

I pesci d'acqua dolce sono quelli che abitano fiumi, laghi, lagune e zone umide, la cui salinità è inferiore all'1,05% ed è fondamentale per la loro sopravvivenza.

I pesci che abitano queste acque si nutrono di alghe e di specie microscopiche che costituiscono il plancton, possono ingerire anche altri pesci e resti animali. Inoltre, ci sono specie che possono avvicinarsi alla superficie e nutrirsi di insetti e larve.

Cosa mangiano i pesci? - Cosa mangiano i pesci d'acqua dolce?

Cosa mangiano i pesci piccoli?

La maggior parte dei pesci piccoli si nutre di larve, invertebrati e piccoli animali acquatici. D'altra parte, i pesci piccoli hanno bisogno di consumare più cibo rispetto ai pesci grandi (in proporzione alla loro taglia), poiché il loro fabbisogno energetico è più elevato, a causa del loro metabolismo accelerato e della loro attività.

Gli avannotti, cioè dei pesci giovani e piccoli, consumano alghe microscopiche e plancton, poiché le dimensioni della loro bocca non permettono loro di mangiare cibi più grandi. Man mano che crescono, le loro abitudini alimentari cambiano fino a raggiungere quella definitiva dello stadio adulto.

Se volete adottare pesci piccoli, potrebbe interessarvi questo articolo "Pesci per piccoli acquari".

Cosa mangiano i pesci? - Cosa mangiano i pesci piccoli?

Cosa mangiano i pesci dell'acquario?

Quando decidiamo di avere dei pesci come animali domestici, dobbiamo essere consapevoli che hanno bisogno di cure speciali e che dovremmo avere solo specie che sono permesse, così come è molto importante conoscere il loro habitat di origine e ciò che mangiano in natura. A seconda della specie possono consumare:

  • Detriti.
  • Plancton.
  • Vermi.
  • Insetti.
  • Lumache.
  • Altri pesci.

L'abbondanza di questi alimenti dipenderà dalla qualità del cibo, dalla presenza di piante acquatiche o alghe e dal fondo dell'acquario (ad esempio rocce ed erbe acquatiche).

Oltre a questi alimenti dovremo fornire ai nostri pesci degli alimenti complementari costituiti da miscele di ingredienti accuratamente selezionati per fornire tutti gli elementi nutritivi necessari allo sviluppo del pesce.

Questi alimenti complementari si presentano sotto forma di scaglie, fiocchi o granuli, e i loro ingredienti variano a seconda della specie ittica in questione. Ad esempio, possono essere composti da alghe o crostacei per le specie carnivore. Dovremo scegliere con grande cura ed attenzione il cibo giusto per i nostri pesci.

Cosa mangiano i pesci? - Cosa mangiano i pesci dell'acquario?

Se desideri leggere altri articoli simili a Cosa mangiano i pesci?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Bibliografia
  • Arrignon, J., & Martinez, F. B. (1984). Ecología y piscicultura de aguas dulces (No. 639.31 ARRe 2a. ed). Madrid: Mundi-prensa.
  • Civera-Cerecedo, R., Álvarez-González, C. A., & Moyano-López, F. J. (2004). Nutrición y alimentación de larvas de peces marinos. Avances en Nutrición Acuicola.
  • Hernández Contreras, N., Fimia Duarte, R., Rojas Urdaneta, J. E., & García Ávila, G. I. (2005). Metodología para valorar el potencial y la capacidad depredadora de los peces larvívoros mediante observaciones directas en el laboratorio. Revista Cubana de Medicina Tropical, 57(2), 156-158.
  • Trujillo-Jiménez, P., & Toledo Beto, H. (2007). Alimentación de los peces dulceacuícolas tropicales Heterandria bimaculata y Poecilia sphenops (Cyprinidontiformes: Poeciliidae). Revista de Biología Tropical, 55(2), 603-615.

Scrivi un commento su Cosa mangiano i pesci?

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Cosa mangiano i pesci?
1 di 6
Cosa mangiano i pesci?

Torna su