menu
Condividi

Ifema nel cane: Cause e trattamento

 
Di Giorgio Gattoni. 17 gennaio 2022
Ifema nel cane: Cause e trattamento

Vedi schede di Cani

L'ifema consiste nell'accumulo di sangue nella camera anteriore del globo oculare, cioè, lo spazio che si trova tra la cornea e l'iride. Può essere provocato da cause circoscritte all'occhio stesso o per cause sistemiche, cosa che origina un ifema unilaterale (che colpisce cioè un solo occhio) o bilaterale (che colpisce entrambi gli occhi). Determinare la causa che scatena l'ifema sarà fondamentale per instaurare un trattamento adeguato e stabilire una prognosi sulla patologia.

Se volete sapere di più circa l'ifema nel cane, compresi i sintomi ed il trattamento, non perdetevi il nostro articolo di AnimalPedia sulla sua eziologia, diagnosi e trattamento.

Cos'è l'ifema nel cane?

La camera anteriore del globo oculare è lo spazio compreso tra la cornea e la superficie dell'iride. Nella camera anteriore si trova l'umore acquoso, il quale deve essere trasparente in condizioni normali. Tuttavia, in certi casi in si produce una fuoriuscita di sangue dall'uvea anteriore (iride e corpo ciliare) verso la camera anteriore. In questa situazione, le componenti del sangue (le cellule e il plasma sanguigno) si mescolano con l'umore acquoso, dandogli una colorazione rossiccia.

L'accumulo di sangue nella camera anteriore del globo oculare si denomina ifema. Di solito, si può notare nella parte inferiore dell'occhio, visto che il contenuto sanguigno tende a scendere per effetto della forza di gravità. Tuttavia, quando il cane muove la testa, il sangue si distribuisce in tutta la camera anteriore dando all'occhio una colorazione omogenea rossastra. Va detto che il sangue nella camera anteriore difficilmente forma coaguli grazie alla liberazione di fibronolisine (enzimi che dissolvono i coaguli) sull'iride. Per questo motivo i coaguli non compaiono prima che siano passate tra 4 e 7 settimane dall'inizio dell'emorragia.

A seconda della gravità e dell'estensione, l'ifema oculare può essere classificato come:

  • Grado I: quando occupa meno di un terzo della camera oculare anteriore.
  • Grado II: quando occupa la metà della camera anteriore.
  • Grado III: quando occupa tre quarti della camera anteriore.
  • Grado IV: quando occupa la totalità della camera anteriore.

Se volete sapere di più sulle malattie frequenti nei cani vi consigliamo il nostro articolo 'malattie comuni nei cani'.

Cause dell'ifema nel cane

Quando parliamo delle cause dell'ifema nel canie possiamo parlare di cause locali (cioè relative all'occhio) o a cause sistemiche. Di seguito le vediamo nel dettaglio.

Cause locali dell'ifema nel cane

Esistono diverse alterazioni oculari che possono scatenare un ifema nel cane:

  • Traumi dell'occhio: è la causa più frequente.
  • Uveite: processo infiammatorio che colpisce l'uvea (la tunica vascolare dell'occhio)
  • Glaucoma: a questo proposito consigliamo l'articolo 'glaucoma nei cani'
  • Distacco della retina.
  • Neoplasie oculari: come i linfomi. Consultate nel caso il nostro articolo 'Linfoma nel cane'.
  • Anomalie oculari congenite

Di solito le cause circoscritte all'occhio provocano ifemi unilaterali, che colpiscono cioè un solo occhio.

Cause sistemiche dell'ifema canino

Le due cause sistemiche che possono dare origine a un ifema canino sono:

  • Ipertensione arteriosa: per sapere di più sui problemi di ipertensione nei cani, consultate il nostro articolo.
  • Problemi di caogulazione: trombocitopenia,come la malattia di Von Willebrand, intossicazioni da anticoagulanti, ecc.

Quando la causa è sistemica, l'ifema probabilmente sarà bilaterale, e colpisce entrambi i bulbi oculari.

Sintomi dell'ifema nel cane

I sintomi clinici associati all'ifema nel cane sono i seguenti:

  • Striscia rossa nella camera anteriore dell'occhio : sarà più o meno estesa a seconda della gravità del fenomeno. Quando l'animale muove la testa il sangue si disperde per tutta la camera dandogli una colorazione rossastra omogenea.
  • Blefarospasmo: chiusura dell'occhio a causa del dolore.
  • Epifora: lacrimazione continua, specialmente quando la causa è traumatica. Leggete il nostro articolo di AnimalPedia 'perchè al cane lacrimano gli occhi.'

Diagnosi dell'ifema nel cane

La diagnosi dell'ifema nel cane va fatta in un centro veterinario specializzato in oftalmologia. La diagnosi dell'ifema include:

  • Esplorazione oftalmologica completa: si deve osservare la camera anteriore dalla prospettiva laterale utilizzando una luce speciale per poter localizzare correttamente il fuoco emorragico. Nel caso di ifema unilaterale, è importante realizzare un esame completo anche dell'occhio sano, che potrebbe fornire informazioni utili per la diagnosi.
  • Tonometria: per misurare la pressione intraoculare
  • Ecografia oculare: è uno strumento diagnostico molto utile che, inoltre, aiuta a stabilire una prognosi del problema.
  • Analisi del sangue e della pressione arteriosa: è fondamentale nel caso di ifema bilaterale, poiché la sua causa è d solito sistemica.

Per stabilire una diagnosi definitiva dell'ifema oculare è necessario scartare le seguenti diagnosi differenziali:

  • Essudato infiammatorio emorragico anteriore: a differenza dell'ifema, l'essudato infiammatorio emorragico ha un colore più giallognolo, un aspetto più denso e occupa tutta la camera anteriore (non solo la porzione inferiore).
  • Emorragia nella camera vitrea: in questo caso la colorazione rossiccia è dietro alla pupilla (nella camera vitrea appunto). Tuttavia, non si deve scartare la possibilità di un ifema e di una emorragia vitrea allo stesso tempo. Nel caso dell'emorragia vitrea, l'esame del fondo dell'occhio sarà molto difficile o impossibile.
  • Emorragia nella cornea o nell'iride: osservando la camera anteriore da un prospettiva laterale si potrà individuare la localizzazione precisa del fuoco emorragico.

Trattamento dell'ifema nel cane

L'ifema viene considerato un problema urgente a livello oftalmologico che richiede attenzione veterinaria immediata. Per cui, quando sospettate che il cane possa soffrire una emorragia intraoculare, non esitate a rivolgervi a una clinica veterinaria. L'equipe medica provvederà a stabilizzare l'urgenza oftalmologica in loco, per poi passare il caso ad uno specialista in oftalmologia.

Il trattamento dell'ifema oculare nel cane richiede:

  • Antiinfiammatori topici o sistemici: generalmente si utilizzano corticosteroidi, visto che gli AINE (antiinfiammatori non steroidei) si sconsigliano per il loro effetto antiaggregante piastrinico. Eccovi un articolo sugli antiinfiammatori naturali per cani.
  • Midridriatici o ciclopegici: sono farmaci che producono una dilatazione della pupilla e che si impiegano nei casi di ifema per evitare la comparsa di sinechie. Si può prendere tropicamida negli ifemi lievi (I e II grado) o fenilefrina al 10% negli ifemi gravi. Tuttavia va precisato che l'uso di tali farmaci è controverso, visto che possono predisporre a un aumento della pressione intraoculare.
  • Inibitori dell'anidrasi carbonica topici: come la dorzolamida o la brinzolamida. Si usano solo in casi di ipertensione oculare.
  • Analgesici: si possono impiegare oppiacei come la buprenorfina quando vi è un dolore oculare, specialmente nei casi traumatici. Si suggeriscono anche gli analgesici naturali per cani.
  • Riposo

Quando l'emorragia si coagula, è consigliabile fare un'iniezione intracamerale di TPA. A volte può essere necessaria una estrazione chirurgica del coagulo. Questo processo viene realizzato nelle cliniche specialistiche di oftalmologia.

Prognosi e complicazioni dell'ifema nel cane

La prognosi dell'ifema nel cane dipende dalla causa che lo origina e dalla sua estensione:

  • Grado I: guariscono in meno di una settimana
  • Gradi II y III: ci mettono varie settimane a guarire
  • Grado IV: spesso provocano la atrofia del globo oculare, conosciuta anche come ptisis bulbi.

Di solito il sangue che si trova nella camera anteriore si drena progressivamente attraverso l'angolo irido-corneale. Però a volte l'emorragia intraoculare può dar luogo a complicazioni:

  • Formazione di sinechie intraoculari: si possono formare aderenze tra il coagulo e la cornea o tra il coagulo e l'iride.
  • Ipertensione oculare (valori sopra i 25 mmHg) e glaucoma.
  • Cataratta: a questo proposito potete dare un'occhio al nostro articolo sulla cataratta nei cani.
  • Staccamento della retina
  • Degenerazione retinale
  • Atrofia del globo oculare o ptisis bulbi.
  • Cecità: come sapere se il cane è cieco? Scopri la risposta nel nostro articolo.

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Ifema nel cane: Cause e trattamento, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Problemi agli occhi.

Bibliografia
  • Huguet, E., Díaz, C. (2013). Capítulo 1: Hifema. En Ojo rojo. La oftalmología en colores. Editorial Multimédica.
  • Maggs, D.G., Miller, P.E., Ofri, R. (2008). Slatter’s fundamentals of veterinary ophthalmology.4º ed. Saunders Elsiever.
  • Morales, I., Gutiérrez, E., De León, M., Ferrer, O., Corbera, J.A. (2006). Oftalmología veterinaria. El uso del activador tisular del plasminógeno (TPA). Revista de la Organización Colegial Veterinaria Española; 14-19

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
Ifema nel cane: Cause e trattamento
Ifema nel cane: Cause e trattamento

Torna su