menu
Condividi

Parodontite nel cane: Sintomi, cause e trattamento

 
Di Eduarda Piamore. 2 agosto 2021
Parodontite nel cane: Sintomi, cause e trattamento

Vedi schede di Cani

Sono molte le malattie dentali che colpiscono i cani e la maggior parte di esse sono associate ad una accumulazione di resti di cibo in bocca, con conseguente formazione di placca batterica su denti e gengive. Quindi molti problemi possono essere evitati con una corretta igiene orale. Una delle patologie più serie che può colpire la bocca dei nostri cani è la parodontite o malattia parodontale.

E' un quadro clinico complesso che comprende diverse infezioni che possono colpire le gengive e la struttura ossea che supporta i denti. Se il vostro cane presenta alitosi (alito cattivo), ha molto tartaro o ascessi in bocca, questi sono sintomi classici della periodontite canina.

Se notate questi sintomi è consigliabile recarsi dal veterinario per verificare lo stato di salute dell'animale, fare una diagnosi e stabilire il trattamento adeguato. A continuazione, in questo articolo di AnimalPedia, parleremo della malattia parodontale nei cani, i suoi sintomi, i metodi preventivi ed il trattamento.

Cos'è la parodontite canina

La malattia parodontale nei cani comprende un quadro di infezioni che portano ad una infiammazione progressiva della struttura muscolare e ossea che sta vicino ai denti dandogli sostengo e salute. Anche se la parodontite felina è più frequente di quella canina, questa patologia si diagnostica con frequenza anche nei cani, ed una delle principali cause della perdita dei denti in cani adulti ed anziani.

Cause della parodontite nei cani

La parodontite, come anche la maggior parte dei problemi dentali dei cani, nasce a partire da accumuli di placca batterica sui denti e sulle gengive. Quando non diamo una corretta igiene orale ai nostri cani, spazzolandogli i denti, i resti di cibo si accumulano progressivamente incrostandoli.

Questi residui organici servono da alimento per i batteri che si trovano naturalmente nella bocca del cane. Quindi iniziano a riprodursi in maniera accelerata, moltiplicando la propria popolazione e agglomerandosi a formare la placca.

Quando la saliva entra in contatto con la placca batterica, i minerali reagiscono con lo smalto dei denti e con gli stessi batteri, formando il tartaro. A sua volta il tartaro aderisce ai denti ed i batteri continuano a riprodursi e ad alimentarsi, aprendosi il passo e avanzando sotto le gengive. In questo momento si scatena una infiammazione delle gengive, o gengivite.

Se la gengivite non viene curata rapidamente e bene, i batteri colpiscono i tessuti muscolari e le ossa che danno supporto ai denti, provocando così la parodontite.

Parodontite nel cane: Sintomi, cause e trattamento - Cause della parodontite nei cani

Sintomi della parodontite nei cani

La parodontite canina è una malattia che avanza silenziosamente ma velocemente, per cui bisogna essere attenti a notare i primi sintomi per poter diagnosticare subito il problema. A questo scopo dovete controllare periodicamente la bocca del vostro quadrupede, e recarvi prontamente dal veterinario se notate dei sintomi inusuali.

A continuazione elenchiamo i sintomi principali associati alla parodontite nel cane:

  • Alito cattivo
  • Gengive arrossate o infiammate
  • Sangue dalle gengive
  • Salivazione eccessiva (anche con sangue)
  • Difficoltà nel masticare
  • Perdita di appetito
  • Tendenza permanente a grattarsi la bocca
  • Bocca e muso gonfi
  • Ascessi alla bocca
  • Secrezione dalle narici

Se non viene trattata rapidamente la parodontite porta alla retrazione delle gengive, compromette nervi e provoca la perdita dei denti. Nel caso in cui i batteri continuino ad avanzare e riprodursi, possono arrivare al flusso sanguigno e infettare organi vitali (cuore, fegato, reni..), generando infezioni ed eventuali insufficienze. Nei casi più gravi, la parodontite può essere letale per il cane, per cui richiede attenzione immediata e specializzata da un medico veterinario.

Inoltre la perdita dei denti non è solo una questione estetica, ma che può interferire con la corretta masticazione, nel processo digestivo, ed in generale con lo stile di vita dell'animale. Per questo, quando notate alito cattivo, perdita dei denti, ascessi o qualsiasi anomalia alla bocca del cane, rivolgetevi al più presto ad una clinica veterinaria.

Trattamento della parodontite nei cani

Se notate qualsiasi problema orale nel cane, rivolgetevi subito ad un veterinario. In clinica, il medico potrà valutare la presenza di tartaro e una possibile gengivite, oltre ad effettuare esami clinici e raggi X per osservare l'evoluzione dei batteri sulla struttura ossea e nell'organismo dell'animale.

Nel caso che la diagnosi di parodontite sia confermata, il trattamento dipenderà dalla gravità del processo infettivo e dallo stato di salute di ciascun cane. In generale, si è soliti somministrare antibiotici specifici per combattere i batteri e controllare la loro presenza nell'organismo.

Quando non si osserva perdita di massa ossea, un semplice intervento chirurgico per eliminare il tartaro e fare una pulizia dei denti sono di solito efficaci per bloccare i danni ai denti. Nei casi più avanzata invece, quando già esiste una lesione ossea, è inevitabile estrarre i denti più malconci, oltre ad utilizzare antibiotici direttamente sotto le gengive per controllare l'avanzata batterica.

Parodontite nel cane: Sintomi, cause e trattamento - Trattamento della parodontite nei cani

Prevenzione della parodontite nei cani

Per prevenire la parodontite nel cane, è essenziale offrirgli una adeguata igiene orale per tutta al vita. Si devono spazzolare i denti regolarmente e usare prodotti adatti ai cani. Nei negozi per animali potrete trovare vari prodotti per la pulizia dei denti e anche creme dentali elaborate specificamente per i cani.

Se non avete mai spazzolato i denti al vostro cane e volete imparare a farlo, leggete il nostro articolo di AnimalPedia. E' anche importante controllare la bocca del cane, per notare possibili alterazioni o problemi orali, guardando il colore dei denti, annusando l'alito e vendendo se ne manca qualcuno.

Inoltre vi consigliamo di parlare con il veterinario della possibilità di sostituire l'alimentazione a base di cibo secco con una dieta cruda, la BARF, una alimentazione naturale ed equilibrata basata su prodotti freschi e crudi, che evita l'accumulo di resti di cibo tra denti e le gengive, prevenendo così la comparsa del tartaro.

Ricordate anche che tutti i cani, meticci o di razza, necessitano una adeguata medicina preventiva per tutta la loro vita. Le visite mediche ogni sei mesi, le vaccinazioni e le sverminazioni, una alimentazione equilibrata, la stimolazione fisica e cognitiva sono aspetti chiave per rinforzare il sistema immunitario del cane e garantirgli una vita più lunga e sana.

Parodontite nel cane: Sintomi, cause e trattamento - Prevenzione della parodontite nei cani

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Parodontite nel cane: Sintomi, cause e trattamento, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie batteriche.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Parodontite nel cane: Sintomi, cause e trattamento
1 di 4
Parodontite nel cane: Sintomi, cause e trattamento

Torna su