Condividi

Come capire che il gatto sta male

 
Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. 18 ottobre 2017
Come capire che il gatto sta male

Vedi schede di Gatti

Può capitare che un gatto, indipendentemente dalla razza o dall'età, stia male. Il tuo compito in quanto padrone dell'animale è aiutarlo a guarire e curarlo perché sei responsabile della sua salute e del suo benessere. Innanzitutto dovrai assicurarti di rispettare il calendario delle vaccinazioni e in secondo luogo dovrai portarlo dal veterinario ogni 6/12 mesi. In questo articolo di AnimalPedia ti spieghiamo come capire che il gatto sta male parlandoti delle situazioni che rappresentano dei veri e propri campanelli d'allarme.

Potrebbe interessarti anche: Come far vomitare un gatto?

1. Osservare il gatto

Se il tuo gatto è malato, di sicuro sarà più mogio e abbattuto del solito, per cui tenderà dormire più del solito. Se, inoltre è inappetente, di sicuro c'è qualcosa che non va. È molto importante che beva molto se si trova in queste condizioni.

Se non vuole bere, portalo subito dal veterinario perché i segnali negativi iniziano a essere troppi e soprattutto se non mangia e non beve è possibile che sia stato avvelenato.

Come capire che il gatto sta male - 1. Osservare il gatto

2. Misurare la febbre al gatto

Se ha la febbre, avrà il muso secco e caldo e il pelo spento, e per averne la certezza dovrai misurargli la temperatura anale. Procedi con molta delicatezza perché potrebbe morderti o graffiarti, quindi se possibile fatti aiutare da qualcuno.

La temperatura normale di un gatto che sta bene deve oscillare tra i 37,5º e i 39º. Se supera i 39º vuol dire che ha la febbre, per cui dovrai portarlo dal veterinario. Le cause possono essere diverse, come un semplice raffreddamento o anche un'infezione. In questo articolo di AnimalPedia ti parliamo dei sintomi e di come curare la febbre nei gatti per aiutarti a sapere come procedere.

3. Osservare urina e feci del gatto

Controllare ogni quanto fa la pipì il gatto è importante, perché se noti qualche anomalia è possibile che abbia un problema renale o alla vescica. Inoltre, se fa la pipì fuori dalla lettiera, ti sta dicendo che c'è qualcosa che non va. A volte è un semplice problema comportamentale, ma in altri casi è un chiaro segnale che il gatto ti manda per farti capire che sta male.

Osserva anche le feci e valuta se sono normali o se noti qualcosa che non va: se ha la diarrea, se c'è del sangue o se non fa i bisogni da più di 2 giorni, portalo dal veterinario perché tutti questi problemi potrebbero aggravarsi.

Come capire che il gatto sta male - 3. Osservare urina e feci del gatto

4. Il gatto ha la nausea?

Se noti che il gatto ha la nausea o vomita, non allarmarti: a volte questi animali hanno bisogno di spurgarsi e lo fanno vomitando. A volte, però, non ci riescono: se vedi che si sforza ma non riesce a vomitare, portalo dal veterinario perché potrebbe avere un'ostruzione dello stomaco o esofagea.

Se invece il gatto vomita varie volte per uno o due giorni, vai subito dal veterinario perché potrebbe trattarsi di un'intossicazione, un'infezione del tratto intestinale o un problema renale.

5. Prestare attenzione alle fusa

Se il tuo gatto fa delle fusa rumorose o miagola molto forte vuol dire che non sta bene e te lo sta comunicando. Può anche emettere dei lamenti molto acuti, ma è un comportamento più tipico di razze che miagolano molto, come i Siamesi.

Controlla il corpo del gatto e cerca infiammazioni, gonfiori o ferite, misuragli la febbre e poi portalo dal veterinario per sapere cosa c'è che non va.

Come capire che il gatto sta male - 5. Prestare attenzione alle fusa

6. Controllare l'alito del gatto

Per capire che un gatto sta male, un'ottima prova è sentirgli l'alito: se puzza potrebbe avere problemi renali o ai denti. Se ha un odore fruttato è grave, perché potrebbe essere sintomo di diabete. Portalo dal veterinario per sapere come risolvere la situazione.

7. Osservare se beve molto

Se il gatto beve troppo, portalo dal veterinario perché potrebbe essere sintomo di diabete, problemi renali o altre patologie gravi. Se inoltre il gatto perde l'appetito all'improvviso, non lasciare che stia più di 2 giorni senza mangiare perché può trattarsi di un sintomo di diverse malattie.

Come capire che il gatto sta male - 7. Osservare se beve molto

8. Il gatto si gratta molto?

Se il gatto non fa altro che grattarsi, quasi sicuramente ha un'infestazione di parassiti. Le pulci sono i più frequenti, ma può avere anche zecche, acari, ecc. In questo caso, dato che è possibile, meglio prevenire che curare. In primavera metti un collare antiparassitario o una fialetta al felino.

Se il gatto ha le pulci, dovrai effettuare un trattamento antiparassitario completo, altrimenti la casa rischia di riempirsi di pulci e rischi il contagio, dato che questi parassiti possono colpire anche le persone.

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come capire che il gatto sta male, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Primo soccorso.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Come capire che il gatto sta male
1 di 5
Come capire che il gatto sta male

Torna su