Condividi

Il comportamento dei gatti: come capire il loro linguaggio

Di Eduarda Piamore. Aggiornato: 30 luglio 2019
Il comportamento dei gatti: come capire il loro linguaggio

Vedi schede di Gatti

Il comportamento dei gatti abbraccia diversi aspetti come la loro forma di agire e le loro abitudini giornaliere, il linguaggio che utilizzano per comunicare, relazionarsi ed interagire con gli individui e l'ambiente in cui si trovano. Anche se possiamo avere un'idea di base del comportamento felino, è pure sempre vero ci resta ancora molto da scoprire sulla natura dei gatti e la loro forma di esprimersi.

Sappiamo però che il comportamento dei gatti è influenzato non solo da caratteristiche inerenti alla loro specie, razza e genetica ma anche dalla personalità di ogni individuo, che può anche variare significativamente a seconda dall'educazione e delle cure dategli dal proprio tutor.

In questo articolo di AnimalPedia, parleremo dettagliatamente del comportamento dei gattini e dei gatti adulti ed anche dei fattori che intervengono nella formazione del carattere felino. In questo modo potrete migliorare la comunicazione con i vostri gatti, pilastro per una convivenza positiva.

Potrebbe interessarti anche: Come capire se un gatto è maschio o femmina

Comportamento dei gatti: come si forma il loro carattere?

Il carattere ed il comportamento dei gatti può variare enormemente a seconda di alcuni fattori. A continuazione ne parleremo un po' più nel dettaglio:

  • Genetica: il carattere dei gatti è strettamente collegato con il suo patrimonio genetico, fino a un 30%, che include i tratti caratteristici della razza e dei progenitori. Quando questi felini, per empio, possiedono un carattere pauroso, è molto probabile che lo trasmettano ai propri figli.
  • Socializzazione: la socializzazione dei gattini influisce direttamente nel carattere che avranno in età adulta. Questo periodo, compreso tra le prime due settimane di vita fino alla settima, viene considerato una "tappa sensibile", ed è proprio quando si sviluppa il riconoscimento delle " specie amiche". Per questa ragione dovremo assicurarci che i gattini interagiscano positivamente con ogni tipo di persona, animali ed ambienti, senza creargli alcun tipo di stress.
  • Apprendimento: l'educazione e l'ambiente nel quale si sviluppano offrono ai felini un'esperienza che avrà un impatto diretto sul loro comportamento. Anche se la genetica e la socializzazione giocano un ruolo molto importante, l'apprendimento è chiave anche per i gatti, animali domestici muniti di grande capacità cognitiva.

È così che ogni gatto sviluppa un carattere unico, anche quando parliamo di individui che sono cresciuti insieme ed hanno vissuto esperienze simili. Anche se alcuni comportamenti dei gatti si devono all'appartenenza ad una specie, i tre fattori che abbiamo anteriormente descritto sono quelli che si sommeranno nel formare il carattere ed il comportamento dei gatti. Per questa ragione il compito di educare un gatto cucciolo è un compito così importante.

Il comportamento dei gatti: come capire il loro linguaggio - Comportamento dei gatti: come si forma il loro carattere?

Il comportamento dei gatti a seconda dell'età

Il comportamento dei gatti cambia a seconda della tappa della vita che stanno attraversando. Infatti possiamo osservare come i cuccioli di gatto sono molto giocherelloni e curiosi, mentre quelli anziani hanno un comportamento calmo e quasi pigro.

In questo articolo analizzeremo i tipi di comportamento dei gatti e il suo variare attraverso ogni tappa della loro vita:

Il comportamento dei gatti: come capire il loro linguaggio - Il comportamento dei gatti a seconda dell'età

Comportamento dei gattini

I gatti non nascono con un carattere già predefinito, anche se il loro corredo genetico, come detto, influisce parzialmente sulla loro personalità ed il loro comportamento.

Dopo la nascita i gattini dipendono totalmente dalla madre per la loro sopravvivenza, fino a che, tra i 9 ed 15 giorni più tardi, iniziano a migliorare la mobilità. Allo stesso tempo inizia anche la loro tappa esplorativa e la socializzazione, per questo è importante cercare di socializzare i gatti con l'ambiente in maniera positiva.

Li lasceremo esplorare l'ambiente circostante ed interagire con le persone e gli animali in modo che si familiarizzino gradualmente per evitare fobie e paure in futuro. Tutta questa fase avrà ripercussioni nel comportamento del gatto in età adulta.

Dopo le 4 o 5 settimane il periodo di socializzazione è quasi terminato e si produce uno svezzamento progressivo che porterà ad un cambio nel comportamento dei gattini. In questo periodo, grazie alla stretta convivenza con la madre ed i fratelli, i cuccioli apprenderanno il linguaggio e la comunicazione tra gatti, base del loro comportamento sociale.

Noteremo che cominciano ad alimentarsi da soli, ad usare la sabbiera e a sotterrare le feci, a pulirsi e a pulire gli altri (grooming), a intrattenersi in giochi sociali coi loro simili, oltreché a sviluppare il loro istinto predatorio e una certa familiarità con l'ambiente.

In questo momento sarà imprescindibile utilizzare il rinforzo positivo (caramelle per gatti, parole dolci, carezze) per incentivare i gatti a ripetere le condotte che riteniamo positive, premiando il loro sforzo. In questo modo possiamo insegnar loro ad utilizzare il tiragraffi, lasciarsi toccare o a dormire sul loro letto. È importante decidere insieme a tutti i membri della casa il tipo di comportamenti da rinforzare, in modo da poter ottenere risultati migliori.

Più avanti dopo le 7 settimane di vita e fino alla pubertà, i gatti entrano nel loro periodo giovanile che si caratterizza per la comparsa dei primi comportamenti sessuali. In questa fase è bene rivolgerci al nostro veterinario per poter avere una prospettiva migliore circa la possibilità della sterilizzazione, anche come motivo di prevenzione di alcune patologie come il cancro o l'abitudine di marcare il territorio con l'urina dentro la casa.

Il comportamento dei gatti: come capire il loro linguaggio - Comportamento dei gattini

Comportamento dei gatti adulti

Il carattere dei gatti adulti sarà marcato dalle varie tappe della crescita e della socializzazione che attraverserà nella gioventù, tuttavia, anche nella fase adulta, continuerà ad imparare da tutte quelle esperienze che avrà modo di vivere.

Se il gatto ha vissuto esperienze positive è probabile che si riflettano in un carattere equilibrato, anche se ci saranno fattori influenzati ovviamente dalla razza, e quindi innati. In ogni caso non esiste un comportamento standard e prevedibile nei gatti adulti, ogni felino tende a sviluppare un proprio temperamento particolare.

In generale comunque possiamo dire che i gatti sono animali territoriali, che sono molto legati alla loro routine che rappresenta parte del loro benessere. I cambi improvvisi non giovano ai gatti che sviluppano sintomi di stress, che ne influenzano il comportamento e possono minacciarne la salute.

In questa fase sarà fondamentale continuare a stimolare il comportamento sociale e giocoso del gatto con attività quotidiane e affetto. Eviteremo la noia e la routine sedentaria, puntando invece sull'arricchimento ambientale, essenziale per un buon equilibrio fisico e caratteriale nel gatto.

Se notate cambi nel carattere del gatto, rivolgetevi con urgenza al vostro veterinario, visto che i gatti sono animali che occultano molto bene il dolore e la sofferenza, l'ansia ed altri problemi di cui possono soffrire, spesso ci si accorge del problema già in fase avanzata. Le visite veterinarie regolari, ogni 6 o 12 mesi, saranno imprescindibili per garantire la salute ed i benessere del vostro gatto ed scoprire eventuali problemi passati inosservati.

A partire dai 10 o 12 anni cominceremo ad osservare i primi sintomi di vecchiaia nei gatti, sia fisici che comportamentali. In questa fase della loro vita i gatti dedicano più tempo al riposo , necessitano più cure ed affetto, non sono più attivi come prima e possono cominciare ad avere acciacchi e problemi di salute. È importante continuare a incentivare il gioco e le attività quotidiane, anche se per minor tempo.

Il comportamento dei gatti: come capire il loro linguaggio - Comportamento dei gatti adulti

Comportamento dei gatti con gli umani

L'istinto di sopravvivenza dei gatti gli spinge ad afferrasi a una routine e a difendere il proprio territorio ed influisce, inoltre, al momento di relazionarsi con le persone. In generale, è totalmente normale che i gatti non si avvicinino immediatamente a una persona conosciuta, anche se naturalmente esistono alcuni individui molto socievoli che amano il contatto con le persone.

I gatti cercano di evitare e scappare dalle persone che non conoscono, soprattutto da quelle molto chiassose o quelle che cercano di prenderli in braccio. Nel caso di non poter fuggire e sentirsi in trappola questi felini possono arrivare a mostrare alcuni segnali di avvertimento come soffi e miagolii. Nel caso di essere ignorati possono anche attaccare.

Quando vorremo dunque riscattare o aiutare dei gatti abbandonati sarà importante essere molto pazienti e cercare di guadagnarci la loro fiducia poco a poco, in modo che siano loro quelli che si avvicinino a noi.

Se si parla invece di relazione tra felini e tutor, si suppone che già si tratti di un vincolo basato su affetto e fiducia. Ovviamente, non possiamo aspettarci che il comportamento dei gatti sia lo stesso di quello di un cane o di un porcellino d'India.

I felini, inoltre, sono degli animali indipendenti che molte volte, optano per uno stile di vita più solitario, anche se possono formare delle colonie di gatti, dove ogni individuo conserva la propria autonomia, ma collabora per la sopravvivenza del gruppo.

Per questa ragione, anche se gli offriamo delle condizioni di vita ideali e gli diamo affetto, i gatti non ci considerano come un punto di riferimento, come nel caso dei cani, ma come dei membri della loro comunità (o famiglia per dirlo in termini più "umani").

La forma di dimostrare affetto al proprio umano sarà, dunque, simile a quella con cui lo mostrano agli altri gatti. Per saperne di più sulle espressioni d'affetto dei gatti puoi leggere anche "I 10 segnali per capire se il tuo gatto ti ama".

Il comportamento dei gatti: come capire il loro linguaggio - Comportamento dei gatti con gli umani

Comportamento dei gatti in calore

Per concludere, una menzione a parte la merita il comportamento dei gatti mentre sono in calore. La condotta sessuale dei gatti è molto istintiva e provoca cambi nel suo organismo e nel suo comportamento. Influenzato anche dalle ore di luce, dal clima e dagli altri individui, il periodo del calore si contraddistingue per alcuni comportamenti:

  • Miagolii
  • Nervosismo
  • Marcare territorio
  • Aggressività
  • Tremori
  • Strusciamenti

Anche se esistono alcuni metodi anticoncezionali per gatti che evitano la comparsa di questi sintomi, ad esempio l'iniezione per il calore, va detto che hanno anche effetti secondari gravi per la salute. L'unica maniera preventiva sicura è la castrazione. Consultate il vostro veterinario per saperne di più.

Il comportamento dei gatti: come capire il loro linguaggio - Comportamento dei gatti in calore

Se desideri leggere altri articoli simili a Il comportamento dei gatti: come capire il loro linguaggio, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Cosa devi sapere.

Scrivi un commento su Il comportamento dei gatti: come capire il loro linguaggio

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
Sua valutazione:
Antonio
Bellissimo articolo! Quanto c'è da imparare su questi fantastici gatti

Il comportamento dei gatti: come capire il loro linguaggio
1 di 7
Il comportamento dei gatti: come capire il loro linguaggio

Torna su