menu
Condividi

Insufficienza pancreatica nel cane: Sintomi a trattamento

 
Di Giovanni Rizzo. 28 gennaio 2021
Insufficienza pancreatica nel cane: Sintomi a trattamento

Vedi schede di Cani

L'insufficienza pancreatica esocrina consiste, principalmente, nella perdita di massa funzionale del pancreas. I segni clinici nel caso di insufficienza pancreatica compaiono quando si produce una perdita di almeno il 90% della massa del pancreas. Questo danno può essere dovuto ad atrofia o a infiammazione cronica e deriva da una diminuzione degli enzimi pancreatici nell'intestino. Questo fatto causa una cattiva digestione del cibo e un malassorbimento delle sostanze nutritive, in particolare grassi, proteine e carboidrati.

Il trattamento consiste nella somministrazione di enzimi pancreatici che compiono la funzione di quelli che sarebbero dovuti essere prodotti da un pancreas in buono stato. Continuate a leggere il nostro articolo di AnimalPedia per conoscere tutto sull'insufficienza pancreatica esocrina nel cane, con sintomi e trattamento.

Cos'è l'insufficienza pancreatica esocrina

Si denomina l'insufficienza pancreatica esocrina la produzione e secrezione inadeguata degli enzimi digestivi nel pancreas esocrino. Ciò significa che il pancreas non ha la capacità di secernere gli enzimi in una quantità adeguata affinché la digestione avvenga in maniera normale.

Questo fatto porta ad un malassorbimento e cattiva assimilazione delle sostanze nutritive a livello intestinale, causando un accumulo di carboidrati e grassi nello stesso. A partire da questa situazione, può avvenire una fermentazione batterica, una idrossilazione degli acidi grassi e precipitazione degli acidi biliari. Questi fattori rendono il mezzo troppo acido e provocano una crescita eccessiva della popolazione batterica.

Sintomi dell'insufficienza pancreatica esocrina

I sintomi clinici fanno la loro comparsa quando ormai il danno al pancreas è superiore al 90% del tessuto pancreatico endocrino danneggiato. I segnali più evidenti che si possono riscontrare in questi casi sono:

  • Feci voluminose e frequenti
  • Diarrea
  • Flatulenza
  • Steatorrea (grasso nelle feci).
  • Aumento del'appetito e perdita di peso
  • Vomito
  • Pelo in cattivo stato
  • Coprofagia

Durante la palpazione si possono notare le anse dell'intestino dilatate, e produce borborigmi.

Insufficienza pancreatica nel cane: Sintomi a trattamento - Sintomi dell'insufficienza pancreatica esocrina

Cause dell'insufficienza pancreatica esocrina

Le cause più comuni dell'insufficienza pancreatica esocrina nei cani è l'atrofia acinare (della prostata) cronica, e in secondo luogo la pancreatite cronica. Nel caso dei gatti questa ultima possibilità è più comune. Altre cause dell'insufficienza pancreatica esocrina nei cani sono i tumori al pancreas o fuori da esso che provocano una ostruzione del condotto pancreatico.

Predisposizione genetica alla patologia

Questa malattia è ereditaria in alcune razze di cani:

E' frequente anche nei:

L'età più a rischio per questa malattia è tra 1 e 3 anni, mentre nei setter inglesi in particolare verso i 5 mesi.

Diagnosi dell'insufficienza pancreatica esocrina

Per una diagnosi corretta oltre a osservare i sintomi del cane, si devono realizzare esami generici ed altri più specifici.

Analisi generiche

Tra gli esami generici che possono risultare utili vi è:

  • Analisi del sangue e biochimica: generalmente non compariranno alterazioni significative, in alcuni casi si potrà apprezzare una leggere anemia e colesterolo e proteine basse.
  • Esame delle feci: si deve fare una analisi di feci fresche per trovare eventuali presenze di grasso, grani di amido non digeriti o fibre muscolari.

Esami specifici

Essi includono:

  • Misurazione della tripsina inmunoreattiva (TLI): è un esame che misura i valori di tripsinogeno e la tripsina che entra in circolazione direttamente dal pancreas. In questo modo si misura in forma indiretta il tessuto pancreatico esocrino funzionante. Si utilizzano esami specifici per le specie canine. I valori inferiori a 2,5 ng/mL sono considerati da insufficienza pancreatica esocrina nei cani.
  • Assorbimento dei grassi: si farà una misurazione della lipemia cioè i valori di grasso nel sangue prima e tre ore dopo aver ingerito olio vegetale. Se non si palesa una lipemia allora si ripete l'esame ma incubando l'olio con enzimi pancreatici per un'ora. Se appare una lipemia il problema sarà di cattiva digestione e non di malassorbimento.
  • Assorbimento della vitamina A: si somministrano circa 200.000 UI (unità internazionale) di questa vitamina e si misura il livello nel sangue dopo 6-8 ore. Se si nota un assorbimento inferiore a 3 volte il valore normale di vitamina A siamo davanti a problemi di assorbimento e digestione.

Ogni volta che si sospetta questa possibile patologia bisogna misurare i livelli di vitamina B12 e di acido folico. Alti livelli di acido folico e bassi di vitamina B12 confermano una crescita eccessiva dei batteri dell'intestino tenue.

Insufficienza pancreatica nel cane: Sintomi a trattamento - Diagnosi dell'insufficienza pancreatica esocrina

Trattamento dell'insufficienza pancreatica esocrina nel cane

Il trattamento dell' insufficienza pancreatica esocrina consiste nella somministrazione di enzimi digestivi per tutta la vita del cane. Essi si possono assumere in polvere, capsule o compresse. Tuttavia quando la situazione migliora si possono diminuire le dosi.

In alcune circostanze, nonostante la somministrazione degli enzimi, l'assorbimento dei grassi non avviene correttamente a causa del Ph dello stomaco che li distrugge prima che possano agire. Se capita questo bisogna somministrare un protettore gastrico, come l'omeprazolo, una volta al giorno.

Se si evidenzia una deficienza di vitamina B12, bisogna complementarla adeguatamente in base al peso del cane. Un cane di circa una decina di kg ha bisogno d 400 μg (microgrammo). Se pesa tra i 40 ed i 50 kg la dose necessaria sarà di 1200 μg di vitamina B12.

Prima si consigliava una dieta povera di grassi, altamente digeribile e bassa in fibre, ma al giorno d'oggi si tende a dare una dieta semplicemente più digeribile. Si raccomanda una dieta povera di grassi solo se gli enzimi non risultano sufficienti. Il riso, essendo una fonte di amido molto digeribile è il cereale più consigliato nei casi di insufficienza pancreatica esocrina.

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Insufficienza pancreatica nel cane: Sintomi a trattamento, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Altri problemi di salute.

Bibliografia
  • UranoVet. (2019). I.P.E. (insuficiencia pancreática exocrina). Disponible en: https://www.uranovet.com/es/uranolab/fichas-clinicas-veterinarias/ipe-insuficiencia-pancreatica-exocrina
  • J. Cerón, M.J. Fernández, C. García, M. Hervera, S. M. Angulo, D. Pérez, C. Pérez, G. Santamarina. (2016). Manual clínico de medicina interna en pequeños animales I. ESVPS, Ed. SM Publishing Ltd. Sheffield, UK.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Insufficienza pancreatica nel cane: Sintomi a trattamento
1 di 3
Insufficienza pancreatica nel cane: Sintomi a trattamento

Torna su